Adobe mette Acrobat in cloud

Pubblicato il: 23/03/2015
Autore: Redazione ChannelCity

Si adatta ai tempi anche la celebre soluzione di gestione elettronica dei documenti. Aggiunta anche una funzione di autenticazione e firma elettronica basata sull’acquisita EchoSign.

Dopo la suite Creative (Photoshop, InDesign, DreamWeaver e così via), un altro pilastro applicativo di Adobe passa in cloud. Si tratta di Acrobat, il celebre programma che consente di leggere, scrivere e gestire documenti in formato Pdf, che diventa una soluzione 100% SaaS acquisibile con abbonamento, in affiancamento alla classica versione in licenza perpetua o di aggiornamento.
Acrobat Document Cloud (Dc) intende rispondere, nel campo della gestione documentale, a diversi bisogni-chiave delle aziende in materia di produttiività, mobilità e autenticazione, senza sovraccaricare di funzioni l’applicazione. All’utente viene presentato un menu dal quale è possibile selezionare le dieci funzioni ritenute più importanti o di utilizzo più frequente.
Adobe ha aggiunto nuove opzioni per la nuova versione del prodotto e fra queste troviamo un editor per facilitare la riorganizzazione e la rotazione delle pagine, la possibilità di dividere un documento in due file Pdf distinti e la possibilità di ritoccare le font provenienti da documenti generati da altre applicazioni (compreso Autocad). Un inedito strumento di riconoscimento dei caratteri permette poi di sistemare documenti scansiti.
Sono state introdotte anche versioni di Acrobat per iPad e Android, con funzioni di editing di documenti e non solo di lettura. La prima sarà gratuita, ma occorreranno le credenziali acquisite con Document Cloud per sbloccare tutte le funzioni Premium, mentre per la seconda non ci saranno vincoli e potrà essere utilizzata liberamente, anche se non sarà possibile modificare i documenti, ma solo aggiungere note e poi condividerle.
Infine, per la prima volta, Adobe ha introdotto con Acrobat Dc un meccanismo di autenticazione e firma elettronica, derivato dall’integrazione di EchoSign, acquisita nel 2011. Aggiunta senza sovrapprezzo nella versione cloud, la funzione sarà a pagamento in opzione per chi acquisterà la licenza perpetua o l’aggiornamento. Il prezzo della release standard è fissato a 349 euro o 12,99 euro al mese con fruizione in cloud, mentre Acrobat Pro Dc costerà 559 euro o 14,99 euro al mese.

Categorie: Small Business

Tag: Software

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota