Creative Cloud, tante novità per la suite software di Adobe

Pubblicato il: 10/05/2015
Autore: Ernesto Sagramoso

La suite di Adobe si arricchisce di una nuova versione di Lightroom e di funzionalità basate sul Web.

Creative Cloud per la fotografia è sicuramente una delle suite grafiche più apprezzate poiché comprende tutti i software essenziali per la gestione delle immagini in ambito business, primo tra tutti Lightroom.
In questi giorni Adobe ha presentato la versione CC di questo applicativo, versione che verrà inserita anche nella Creative Cloud CC.
adobe-creative-cloud.jpgLightroom è in grado di unire più immagini per creare un panorama
Winston Hendrickson, responsabile Digital Imaging Products di Adobe, ha sottolineato che “i fotografi di ogni livello sono mossi dal desiderio di scattare la foto perfetta e renderla incredibile. Sia che si scatti con un DSLR o con uno smartphone, Creative Cloud offre tutto ciò che occorre per organizzare, elaborare e condividere foto su dispositivi mobili, web e desktop, grazie alla potenza di Lightroom e di Photoshop”.
Parlando delle novità di Lightroom, ricordiamo che sono state integrate alcune funzionalità già presenti da molto tempo in Photoshop, prima tra tutte HDR Merge.
Questa opzione consente di ottenere immagini ottimizzate partendo da più originali ripresi con differenti esposizioni sfruttando, per esempio, il bracketing delle esposizioni presente nelle reflex delle ultime generazioni. Inoltre quando si desidera unire più scatti per creare suggestivi panorami basta lanciare Panorama Merge, mentre per creare un archivio in base ai soggetti presenti nelle proprie fotografie bisogna appoggiarsi a Facial Recognition, un comando molto potente ma semplice da utilizzare.
lr6-panomerge-channelimg.jpgLightroom è in grado di unire più immagini per creare un panorama
Come già accennato è stata potenziata l’interazione con il cloud, grazie allo sviluppo di app che girano sui dispositivi mobile più diffusi sia del mondo Apple sia di quello Android. In più è possibile sincronizzare automaticamente le foto tra più device sfruttando lo spazio illimitato on line predisposto da Adobe per questa funzione (attenzione che non può essere utilizzato per memorizzare i propri lavori).
Grazie a questa caratteristica quando si elabora un file per esempio tramite personal computer, le modifiche si propagheranno automaticamente al tablet e allo smartphone. Molto comoda inoltre la possibilità di gestire le Raccolte anche in remoto tramite un normale browser.
lr6-hdrmerge-channelimg.jpgCon HDR Merge si possono ottenere immagini ottimizzate partendo da originali sotto e sovra esposti
Per quanto riguarda le prestazioni, Lightroom CC è ora in grado di sfruttare la potenza elaborativa del controller video del sistema, garantendo quindi un incremento delle performance di due o tre ordini di grandezza.
Infine parlando di prezzi, Creative Cloud per la Fotografia, che comprende Lightroom CC per desktop, Web e mobile, Photoshop CC e Photoshop Mix (per iPhone e iPad) è distribuito in abbonamento a 9,99 euro al mese (IVA esclusa).
Ricordiamo che sul sito Adobe è disponibile una versione di prova valida 30 giorni.

Categorie: Small Business

Tag: Software

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota