AVM, le strategie per l'Italia

Pubblicato il: 17/07/2016
Autore: Ernesto Sagramoso

Con Gianni Garita, Country Manager AVM per l’Italia, mettiamo al centro le iniziative di AVM per il mercato italiano.

garita-avm.jpgCon Gianni Garita, Country Manager AVM per l’Italia, parliamo delle strategie in Italia dell'azienda tedesca. Ricordiamo che il manager è entrato in AVM nel luglio del 1999 con il ruolo di Sales Manager per il mercato tedesco. Nel 2013 diventa Country Manager per l’Italia con il compito di far crescere la sede italiana in termini di risorse umane e competenze, e rafforzare la presenza sui canali di distribuzione italiani compreso quello delle Telco.

In Italia vendete solo tramite distributore?
Per AVM la distribuzione è strategica. Siamo molto fieri e soddisfatti di lavorare con i più grandi distributori sul mercato italiano che ci consente di garantire ai nostri partner una logistica veloce ed efficiente.

Quali sono i distributori Italiani?
AVM ha già all'attivo una consolidata collaborazione con Allnet, Esprinet ed Ingram Micro Italia e più di recente con Focelda. Con tutti questi distributori organizziamo numerose attività su tutto il territorio nazionale come, ad esempio, training, coffee break, eventi o webinar che supportano la conoscenza del valore aggiunto che la nostra offerta di soluzioni è in grado di assicurare.

Avete dei rivenditori certificati? Prevedete corsi per diventare "Certificato"?
Stiamo già lavorando, con il nostro headquarter di Berlino in Germania, al progetto di partner program riservato ai rivenditori più consolidati e che credono maggiormente nel brand FRITZ!. Grazie alla nostra vicinanza al mercato, sappiamo che molti reseller italiani hanno necessità di conoscenza e nozioni tecniche da trasmettere, a loro volta, ai clienti finali in modo da poter garantire un'efficiente customer experience. Ovviamente affianchiamo i nostri partner con un supporto veloce e qualificato via mail, telefono o social media (Twitter e Facebook). Inoltre, il nostro project manager qui in Italia mette a disposizione il proprio know how per rispondere a qualsiasi richiesta: dall'esigenza più basilare al progetto più particolare.

La vostra offerta prevede solo prodotti SoHo o pensate di presentare anche soluzioni per aziende più grandi?
Il core business al momento rimane focalizzato in ambito SoHo che fino ad oggi ci ha consentito una solida crescita anche dal punto di vista economico.
In questo segmento anche i nostri rivenditori continuano a cogliere opportunità di business grazie alle nostre soluzioni di punta FRITZ!Box, in quanto si tratta di prodotti all-in-one che offrono tanti servizi molto apprezzati dall'utenza SOHO, come ad esempio, il centralino telefonico, la segreteria e il fax digitale integrato.

Come è strutturata AVM?
AVM ha la sede centrale a Berlino, dove è stata fondata nel 1986, e cresce velocemente in Europa. L'Italia ha già un ruolo da grande protagonista a livello di risultati e investimenti anche nell'ambito delle risorse umane. Attualmente AVM impiega oltre 570 impiegati con un fatturato di 400 milioni di Euro in tutta Europa. L'Italia è secondo mercato più importante dopo la Germania anche in termini di capitale umano. L'Italia ha un grande potenziale e il management AVM crede fortemente nel nostro paese.
Parlando dei nostri prodotti, la quasi totalità viene costruita nell'Unione Europea mantenendo alti gli standard qualitativi a cui abbiamo sempre abituato i nostri clienti. Di fatto, la presenza di un team dedicato a 360 gradi per il nostro mercato, assicura un prodotto con interfaccia in italiano e pienamente compatibile con le tecnologie esistenti nel nostro territorio.

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota