Kaspersky, le novità per il mercato SoHo

Pubblicato il: 14/09/2016
Autore: E.S.

Antivirus 2017, Internet Security 2017 e Total Security 2017 sono gli ultimi aggiornamenti. Non sono più presenti invece le versioni Multi-Device poiché tutti i software sono oggi compatibili con PC, tablet e smartphone.

Kaspersky è uno dei più importanti, se non il più importante player del settore Soho. Grazie all’importante flusso di informazioni sulle nuove minacce generato dall’ampia base installata, l’azienda è in grado di offrire prodotti sempre aggiornati.
Come ogni anno la software house ha rinnovato la propria offerta, declinata nelle tre classiche voci: Antivirus 2017, Internet Security 2017 e Total Security 2017. Non sono più presenti invece le versioni Multi-Device poiché tutti i software sono oggi compatibili con PC, tablet e smartphone.
kaspersky-antivirus-2017.jpgTra le nuove funzionalità ricordiamo Secure Connection, Software Updater e Software Cleaner.
La prima è molto utile quando si utilizza un hot spot pubblico poiché è in grado di crittografare i dati, evitando quindi il furto di informazioni critiche come la password del conto on line. È importante sottolineare che secondo una ricerca condotta da Kaspersky il 18% degli utenti ha subito un attacco dai cyber criminali durante un viaggio e uno su cinque non utilizza alcuna protezione quando sfrutta un wi-fi pubblico. Così come è molto importante la possibilità di attivare automaticamente Secure Connection quando il dispositivo si connette a un hot spot pubblico o l’utente inserisce informazioni confidenziali.
Di default sono disponibili 200 MB di traffico criptato al giorno ma è possibile incrementare questo valore pagando una tariffa mensile o annuale.
Software Updater, invece, evita che il computer venga attaccato sfruttando le vulnerabilità dei programmi installati. Infatti, nonostante le software house aggiornino regolarmente i propri prodotti, non sempre gli utenti scaricano gli update. Per questa ragione Software Updater è in grado di aggiornare automaticamente o dietro conferma tutte le applicazioni presenti sul computer.
Invece Software Cleaner è stato sviluppato in relazione a un’indagine di Kaspersky che ha evidenziato come il 37% degli utenti mantenga sul proprio computer anche i programmi che non utilizza più, offrendo agli hacker maggiori opportunità di violare il sistema. Questa funzione non solo evidenzia le applicazioni potenzialmente pericolose ma informa anche se viene installato un programma senza autorizzazione.
Nuovo anche il packaging che, grazie alle dimensioni dimezzate, occupa meno spazio sugli scaffali. Per aiutare il rivenditore che non desidera immobilizzare un budget significativo, è stata attivata la modalità di distribuzione Posa che consente di pagare solo i prodotti realmente venduti.



Categorie: Small Business

Tag: Sicurezza

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota