Trend Micro accelera sul business a valore

Pubblicato il: 17/10/2013
Autore: Barbara Torresani

Virtualization security, mobile security e gestione delle minacce avanzate sono le aree tecnologiche di focalizzazione della società. Il tutto facendo leva sui partner di canale a valore, con focus sui system integrator. Ne parliamo con Denis Cassineiro, Channel Sales Manager Trend Micro Italia.

La crescente focalizzazione sul business a valore è una strategia evidente in casa Trend Micro, che, forte di una posizione riconosciuta nell’ambito a volume, cerca di farsi spazio ed estendere il proprio raggio di azione anche nel mercato a valore. Un processo al centro della riorganizzazione aziendale avviata lo scorso gennaio a livello mondiale con l’obiettivo di semplificare  i processi e le attività decisionali delle regioni, che oggi inizia a dare i primi segni concreti con l’intenzione di proseguire anche nel prossimo futuro.  
In questo contesto organizzativo, in Italia è stato chiesto a Denis Cassineiro, Channel Sales Manager Trend Micro Italia, di allargare le proprie competenze in ambito canale, grazie anche all’inserimento di Martina Mulas, Sn. Manager, Channel Marketing Southern Europe, risorsa trasversale al Sud Europa che si occupa di volume business  e della distribuzione. A Cassineiro il compito di implementare in Italia le strategie per l’area a valore con l’organizzazione locale, in armonia con la struttura interna di major account. ChannelCity lo ha incontrato per conoscere la strategia di canale per i partner a valore.
L’istantanea scattata oggi mostra un canale costituito da 4.563 partner attivi di cui 2.500 appartenenti al livello Bronze, 30 Silver e 13 Gold. All’appello mancano ancora partner Platinum, il livello più alto riconosciuto dal Partner Program.
trend-micro-accelera-sul-business-a-valore-1.jpg

Tre le aree tecnologiche individuate da Trend Micro per lo sviluppo di nuove opportunità
attraverso il canale a valore.In primis, l’area del cloud computing. “Prima di altri Trend Micro ha investito e si è specializzata nella data center security intesa come la ‘foundation’ alla base di qualsiasi processo di cloud. In questo contesto  l’attenzione è alta sul tema della Virtualization Security. Abbiamo lavorato con Vmware in modo ottimizzato su piattaforme agentless completando una visione di piattaforma che non si limita all’anti-malware ma è una piattaforma completa di semplificazione e gestione della sicurezza nell’ambito dei data center sia fisici che virtualizzati”, dice Cassiniero.
Come racconta Cassineiro la domanda di queste tecnologie negli ultimi mesi si è resa ben più visibile tanto è vero che nel primo semestre dell’anno più della metà delle vendite effettuate all’interno del portafoglio a valore è stata relativa a questa piattaforma. “Oggi, nel momento in cui si virtualizza si assiste a una naturale propensione del partner e dell’utente a chiedere una sicurezza sempre più specializzata. Quello della virtualization security è quindi un’area ricca di opportunità che non intacca i budget classici della sicurezza all’interno delle imprese ma è un business aggiuntivo perché prende i budget destinati all’hardware. Un mercato totale per cui è previsto una crescita di circa di 3,5 volte rispetto allo scorso anno".

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota