Microsoft finanzia e sconta il software

Pubblicato il: 28/05/2014
Autore: Redazione ChannelCity

Fino al 30 Giugno gli incentivi ai dealer Microsoft possono arrivare fino a ottomila euro per cliente per le vendite di Windows Server 2012 R2 e fino al 28 percento del prezzo del prodotto per quelle di Office 365.

Microsoft Italia lancia una campagna di finanziamento agevolato per aiutare le PMI. Fino al 30 Giugno 2014, grazie al supporto di Microsoft Financing, sarà infatti possibile suddividere il costo del noleggio delle licenze Microsoft nell'arco di 12 mesi attraverso una soluzione di finanziamento, oppure il costo d’acquisto in 24 mesi o 36 mesi con una formula di locazione finanziaria, il tutto con un tasso di interesse pari allo 0%.
Ai benefici rappresentati da opzioni di pagamento così flessibili e, soprattutto, convenienti, si aggiungono offerte speciali che abbattono il costo di acquisizione: sempre fino al 30 Giugno, sarà infatti particolarmente vantaggioso puntare sul cloud scegliendo la piattaforma di produttività Office 365 per ottimizzare la collaborazione e la condivisione di informazioni, beneficiando di uno sconto del 20%.
Beneficiare degli incentivi è molto semplice: è sufficiente registrarsi (gratuitamente) nell’apposito portale e fornire una serie di informazioni sulle vendite effettuate, nei termini e nei modi previsti dal programma. L’incentivo sarà riconosciuto sotto forma di nota di credito dal proprio Distributore di fiducia. Per approfondire ed aderire, è attivo il portale www.microsoft.com/emea/mos/it-it/ 

Per le aziende, poi, che desiderano valorizzare e sfruttare al meglio il proprio patrimonio di dati ed informazioni attraverso soluzioni di business intelligence, sarà possibile adottare la tecnologia Power BI, scontata del 40%.
Di notevole rilevanza sono, infine, le numerose offerte speciali progettate in diretta collaborazione con i maggiori produttori internazionali e italiani di PC e server, che consentono con formule diverse - dalla valorizzazione e ritiro dell’usato alle soluzioni di cash back - di agevolare il rinnovamento del parco hardware delle aziende, da un lato invecchiato per effetto della lunga crisi che ha differito gli investimenti e dall’altro reso obsoleto dalla fine del supporto di diffuse tecnologie ormai non più attuali, quali Windows XP, Office 2003 e Windows Server 2012 R2.
“Oggi più che mai cloud e nuove tecnologie rappresentano un driver di crescita per il tessuto economico locale; è pertanto fondamentale promuoverne e facilitarne l’adozione con azioni concrete, capaci di rendere l’innovazione davvero accessibile a tutte le aziende, anche le più piccole. Abbiamo così definito un piano di promozioni e strumenti di finanziamento agevolato che, uniti alle competenze e al valore aggiunto dei nostri Partner, rappresentano per le PMI italiane un’eccellente opportunità di modernizzazione capace di dare nuovo vigore alla competitività del comparto più importante del nostro Paese”, ha dichiarato Vincenzo Esposito, Direttore della Divisione Piccola e Media Impresa e Partner di Microsoft Italia.

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota