DQuid IO, Internet of things made in Italy

Pubblicato il: 13/07/2014
Autore: Ernesto Sagramoso

Il portale Graphiland.it distribuisce schede intelligenti sviluppate da DQuid per il mondo dei maker e delle aziende.

L’Internet of things o Internet dele cose sta richiamando molti player poiché è un mercato con notevoli prospettive di crescita. È facile intuire che in un futuro molto vicino tutte le apparecchiature, anche domestiche, saranno collegate alla rete per essere gestite da remoto.
Tra le aziende che hanno sviluppato soluzioni per questo settore troviamo DQuid, una giovane startup italiana nata nell’estate del 2011. DQuid ha progettato e brevettato una famiglia di schede intelligenti che facilita la comunicazione fra gli oggetti più comuni e la rete, consentendo di interagire con gli stessi tramite tablet, smartphone o computer.
Tra i prodotti offerti segnaliamo DQuid IO, un hardware completo di chip per la connessione wireless e bluetooth, sviluppato secondo la filosofia Plug, Tag and Share. Il termine Plug evidenzia che è possibile potenziare un dispositivo collegandolo anche alla Rete, Tag sottolinea che viene assegnata allo stesso un’identità digitale corredata di metodi e proprietà con cui gli sviluppatori interagiscono tramite un apposito SDK, mentre Share ricorda che esiste una community dove i maker possono condividere le proprie esperienze.
Per sfruttare al meglio tutte le potenzialità della scheda DQuid IO è disponibile un apposito Developer Kit, soluzione che comprende sensori ambientali, attuatori e pulsanti, elementi che consentono di cimentarsi immediatamente nella progettazione di prototipi che rendono intelligenti elettrodomestici, capi di abbigliamento e oggetti elettronici.
L’azienda ha pensato anche al mondo della formazione, presentando una versione speciale di questo kit.Per far comprendere meglio le potenzialità di questa board è stata installata in una classica macchinetta del caffè di fascia bassa. Grazie a questa personalizzazione è possibile scegliere, anche da remoto, i parametri di erogazione del liquidi per mezzo di un normale iPhone.
Ricordiamo che i prodotti DQuid sono disponibili su Graphiland.it, il primo sito italiano di e-commerce dedicato ai maker e ai professionisti delle arti grafiche.
Come ha dichiarato Marcus Di Stefano, Responsabile Commerciale di Graphiland: "Fino a ieri Graphiland era conosciuta e apprezzata principalmente da grafici, editori, illustratori, stampatori, fotografi, videomaker e designer, ai quali nel tempo si sono affiancate scuole di ogni ordine e grado, sviluppatori e maker, che oggi ci considerano un interlocutore privilegiato anche per la gestione e l'archiviazione degli asset digitali e per le più recenti tecnologie di stampa, compresa quella 3D"
"Se per quanto riguarda la stampa 3D il brand su cui abbiamo puntato è sicuramente MakerBot- continua Di Stefano - sul fronte 'Internet delle Cose' la nostra scelta è stata senza incertezze per DQuid, che con le sue tecnologie sta dando vita a un vero e proprio ecosistema digitale, in grado di mettere imprese, sviluppatori e maker nella condizione di innovare prodotti, servizi e processi attraverso la tecnologia digitale".
DQuid IO, il DQuid Developer Kit e il DQuid IO Pomodoro Kit (pensato per la realizzazione di una piccola stazione meteorologica da tavolo) sono disponibili rispettivamente a 40, 70, e 100 euro (IVA inclusa).

Categorie: Vendor

Tag: Hardware

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota