Aria nuova in Canon Italia

Pubblicato il: 29/09/2014
Autore: Ernesto Sagramoso

Canon ha annunciato un cambio di rotta nella strategia comunicativa e ha esposto i nuovi prodotti.

Canon ha presentato molti prodotti e ha delineato un nuovo modo di proporsi al cliente. Enrico Deluchi, da pochi mesi al timone della filiale italiana dell’azienda, ha illustrato i cambiamenti partendo da una suggestiva immagine che mostrava un tappeto di nuvole da cui uscivano alcune vette innevate.
“Prima di entrare in Canon conoscevo questa azienda esclusivamente per le sue eccellenze. Poi, quando ho avuto una visione globale sulle sue attività, ho scoperto che dietro a Canon c’è un intero universo nascosto. Il nostro obiettivo è quello di spazzare via le nuvole che coprono questo mondo per far conoscere a tutti cosa c’è sotto. Canon celebra quest’anno l’ottantesimo compleanno. La prima fotocamera, denominata Kwanon, è nata infatti nel 1934 da una sfida di alcuni ingegneri giapponesi che volevano dimostrare ai colleghi tedeschi di essere in grado di progettare una macchina fotografica migliore di quelle prodotte in Europa. Partendo quindi dalla fotografia, Canon si è via via espansa in altri ambiti, sempre legati all’immagine, come la stampa e la ripresa video in ambito sia consumer che professionale. Ci tengo a sottolineare che per mantenere una posizione di leader tecnologico l’azienda investe circa l’8% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo. Pensate che Canon è la terza azienda degli Stati Uniti per numero di brevetti depositati. L’autofocus ad esempio è un’invenzione di Canon“.
Un altro tema molto caro all’azienda è la sostenibilità ambientale. Ricordiamo per esempio che i prodotti Canon viaggiano solo in treno o in nave e che molti dispositivi sono costruiti con materiale riciclato. Un’altra importante considerazione riportata da Enrico Deluchi riguarda l’evoluzione che sta avendo il mercato, “vuoi per la crisi, vuoi per i nuovi modelli di business, le persone sono sempre più interessate all’utilizzo di un servizio piuttosto che all’investimento di capitali per acquistare un bene. Iniziative di car sharing come enjoy e car2go sono un esempio lampante. Per noi è quindi importante partecipare a questa trasformazione, offrendo ai nostri clienti dei nuovi servizi, come il Photo Book HD che consente la stampa tramite cloud di libri in alta definizione".
Per raggiungere un pubblico sempre più vasto, è stato poi deciso di semplificare il linguaggio di comunicazione con i clienti. Fino ad ora infatti si utilizzavano quasi esclusivamente termini tecnici per descrivere le funzionalità del prodotto, termini spesso sconosciuti agli interlocutori. Per questa ragione “il nostro grande sforzo nei confronti dell’utente finale sarà quello di usare un linguaggio differenze, parlare di vantaggi d’uso, di cosa si può fare e non di come è fatto un prodotto", ha concluso Enrico Deluchi.
In tema di prodotto Canon ha mostrato nuovi dispositivi tra cui multifunzione, scanner, stampanti, videoproiettori e fotocamere. Tra queste ultime è importante ricordare la EOS 7D Mark II, una reflex molto attesa da tutti gli appassionati di riprese in ambito naturalistico e sportivo. Questa macchina si distingue per un sensore da 20,2 MPixel, per il sistema AF a 65 punti a croce e per il doppio processore DIGIC 6, che consente di scattare in continuo all’incredibile velocità di 10 fotogrammi al secondo; inoltre è in grado di realizzare filmati in Full HD con un frame rate che va da 24p a 60p. La EOS 7D Mark II sarà in vendita da novembre a un prezzo al pubblico di 1.846 euro per il solo corpo.

Categorie: Vendor

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota