Surface 3, in attesa di Windows 10 e Office 2016

Pubblicato il: 27/05/2015
Autore: Ernesto Sagramoso

In attesa di Windows 10 e Office 2016, Microsoft rilancia sul tablet con Surface 3, device basato sulla Cpu quad-core Atom x7, che utilizza un display da 10,8 pollici con risoluzione full HD Plus (1.920x1.080) e offre uno spazio di archiviazione che varia da 64 a 128 GByte.

In questi ultimi anni il confine tra lavoro e casa si è fortemente ridotto se non addirittura annullato e grazie ai nuovi strumenti di collaborazione è diventata una consuetudine svolgere molte operazioni, prime tra tutte il controllo della posta elettronica e dei social media, anche alla sera o durante il week end.
Conscia di questi cambiamenti Microsoft sta costantemente aggiornando le proprie offerte sia hardware sia software. Tra le ultime novità ricordiamo il Surface 3 (il prezzo base è di 609,90 euro), un tablet che si propone anche come sostituto del notebook. Si tratta di un sistema basato sul microprocessore quad-core Atom x7, che utilizza un display da 10,8 pollici con risoluzione full HD Plus (1.920x1.080) e offre uno spazio di archiviazione che varia da 64 a 128 GByte, espandibile tramite schede micro SD o chiavetta da collegare alla porta USB 3.0.
surface-3-ok.jpgIl tablet Surface 3, che è anche in grado di catturare video in full HD (1.080p), viene commercializzato con una licenza di un anno per Office 365.
Molto interessante la gamma di accessori che comprende la Type Cover dotata di trackpad e tastiera, la Surface Pen in argento, nero, blu o rosso e una Docking Station.
evita-barra-ok.jpgEvita Barra, di recente nominata direttore della Divisione Windows di Microsoft Italia, ha sintetizzato le novità della release 10 del sistema operativo, prima tra tutte l’interfaccia comune alle versioni dedicate ai differenti dispositivi.
Il browser Edge si affiancherà al vecchio Internet Explorer e Cortana, l’assistente personale digitale, sarà fruibile su PC, tablet e smartphone (in Italia è disponibile dal 5 dicembre 2014 in versione Alpha).
Molto utile la funzionalità Continuum, per passare facilmente dall’interfaccia classica con mouse e tastiera a quella touch, che consente anche di connettere il telefono a uno schermo più grande, a un mouse e a una tastiera per utilizzarlo come un PC e grazie a una piattaforma di sviluppo unificata, sarà possibile creare app in grado di girare su qualsiasi dispositivo mantenendo la medesima interfaccia. Grazie a dei nuovi tool viene poi facilitato il porting delle app già presenti su piattaforma Android e iOS.
È stata rafforzata la sicurezza con l’introduzione di Windows Hello, una soluzione per l’autenticazione basata sul riconoscimento facciale, sull'impronta digitale o sull'iride.

Categorie: Vendor

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota