Exclusive Networks, l'innovazione al cuore del Tech Experience 2018 (videoreportage)

Pubblicato il: 26/06/2018
Claudia Rossi

L'appuntamento annuale ha puntato i riflettori sulle tematiche più visionarie di Cybersecurity e Data Center Trasformation, mettendo costantemente l'uomo al centro degli sviluppi tecnologici trattati. Sul palco le voci dei vendor e le loro proposte a maggior valore.

L'innovazione a servizio dell'uomo: questo il tema centrale attorno a cui è ruotata l'edizione 2018 di Tech Experience, l'evento annuale organizzato da Exclusive Networks per discutere con vendor e rivenditori di futuro e tecnologia. Circa 200 i partner intervenuti, pronti ad ascoltare gli interventi dei vendor più innovativi e le tematiche più visionarie relative dell’universo IT. Ad aprire i lavori della giornata è stato Luca Marinelli, il nuovo Managing Director di Exclusive Networks Italia, in carica dal primo giugno scorso. Nelle sue parole la volontà di ribadire l'unicità di un Vad  da sempre lontano dalle tradizionali logiche distributive. "Siamo una realtà che non parla di distribuzione, ma di soluzioni e tecnologie, soprattutto disruptive. Abbiamo un metodo consolidato per individuare gli emerging vendor e aiutarli ad aprire nuovi mercati e nuovi sistemi di relazione, promuovendo l'innovazione pervasiva di tutti gli attori in gioco" afferma Marinelli, spiegando come tutto questo poggi su quattro pilastri portanti: una forte focalizzazione sulla cybersecurity (ossia l'ambito tecnologico in cui Exclusive Networks è più conosciuto), una crescente focalizzazione sulla Data center transformation, una componente servizi di prim’ordine e una divisione finanziaria capace di erogare ai rivenditori tutte le risorse economiche di cui necessitano.
Luca Marinelli, Managing Director di Exclusive Networks Italia,
spiega la formula alla base della 'Disruptive Distribution' del Vad
Fortissima la connotazione tecnica della società, che nel mondo ha fatturato circa 1,7 miliardi di dollari con una crescita Cagr degli ultimi tre anni pari al 37%. Un risultato sostanzialmente in linea con quello della filiale italiana, avviata ormai dieci anni fa. "L'obiettivo locale di quest'anno è crescere facendo leva su tutti i pillar di business, ma soprattutto sulla componente servizi, in grado di garantire ai dealer un supporto tecnico 'best in class' in ogni fase progettuale" chiarisce il Managing Director.
Marco Cervantes Diaz, Director of Business Development di Exclusive Networks Italia,
racconta la direttrice strategica comune dei vendor a portafoglio
Le nuove prospettive dalla cybersecurity al data center
I vendor che nel corso della mattinata si sono avvicendati sul palco del Tech Experience hanno guidato la platea attraverso le maggiori sfide poste dalla Trasformazione Digitale. In ambito security, Gabriele Zanoni, Systems Engineer di FireEye Italia, ha spiegato come la tecnologia non basti per contrastare gli attacchi informatici e garantire resilienza ai sistemi. Quello che serve è anche un capitale umano capace di fare una vera intelligence. Pierfrancesco De Loiro, Regional Sales Manager Italy di ForeScout, ha illustrato quanto sia importante una visibilità completa della rete e l'orchestrazione delle tecnologie di security per riuscire ad abbattere i tempi di intervento in caso di attacco.
Cesare Radaelli, Sr Director Channel Account di Fortinet Italia, ha approfondito invece la rilevanza del concetto di Security Transformation e del totale ripensamento delle architetture di sicurezza per ottenere più visibilità e controllo dei sistemi grazie all'automazione di un'infrastruttura adattiva. Anche Marco Romagnoli, Regional Sales Director South Europe di Gigamon, si è soffermato sul concetto di automazione, illustrando i vantaggi offerti dall'introduzione di un layer infrastrutturale in grado di operare da connettore unico verso tutti i tool di sicurezza utilizzati. Juanjo Martinez Pagan, Direttore Generale Europa del Sud di Infoblox, ha discusso invece delle nuove sfide dell'availability, mentre Riccardo Bernasconi, Regional Sales Manager Italy di Mellanox Technologies, ha spiegato come un'interconnessione intelligente aumenti l'efficacia e l'efficienza dei data center, accelerando le prestazioni dei sistemi. Sul palco Paolo Passeri, Cyber Intelligence Principal di Netskope, ha affrontato le nuove minacce derivanti dal diffondersi delle infrastrutture decentralizzate. Matteo Uva, Channel Manager Italy di Nutanix, ha spiegato invece come si possa rendere invisibile l'infrastruttura, consentendo all'It di concentrarsi solo sulle applicazioni e sui servizi a supporto delle attività aziendali. Infine, Francesco Coppola, Channel Se di Palo Alto Networks, ha illustrato come sia possibile disporre delle soluzioni più innovative di network security, endpoint protection e cloud security, integrando le più avanzate funzionalità di behavioral analytics e machine learning.
Roberto La Verde, Technical Manager & CTO di Exclusive Networks Italia,
 illustra il solution stack a disposizione dei rivenditori per trasformare i data center dei clienti
Area Social