A10 Networks, crescere in Italia facendo leva sulla Bu a valore di Ingram Micro

Pubblicato il: 27/09/2019
Claudia Rossi

In Italia lo specialista di Secure application services ha firmato un accordo di distribuzione con Ingram Micro, che in questo modo arricchisce il portfolio della divisione Advanced Solutions con nuove soluzioni di security. Obiettivo per il FY2020: mettere a punto un efficiente ecosistema composto da circa trenta partner.

Far crescere il business, triplicando il numero dei partner attivi sul territorio. A questo punta l’accordo di distribuzione recentemente siglato da A10 Networks con la filiale italiana di Ingram Micro, che così amplia il portfolio della divisione Advanced Solutions con una nuova offerta a valore in ambito security. “Un mercato competitivo in cui ci posizioniamo in modo decisamente alternativo - afferma Alberto Crivelli, Country Manager di A10 Networks Italia -. La nostra offerta, infatti, ruota tutta intorno ai cosiddetti ‘Secure application services’, garantiti attraverso una gamma di soluzioni di application networking ad alte prestazioni capaci di rendere sempre disponibili, accelerate e sicure le applicazioni e le reti dei data center aziendali”.
In particolare, A10 Networks opera nel segmento degli Application delivery controller (Adc), componenti che alla semplice funzione di bilanciamento di carico hanno aggiunto funzionalità di ispezione del traffico SSL, Web application firewall e protezione contro attacchi Denial of Service. Questi ultimi hanno registrato una diffusione crescente proprio nel corso di quest’anno, tanto che oggi a sentirsi minacciati non sono più soltanto gli Internet Service Provider e le banche, ma anche realtà industriali e di servizi di medie dimensioni.
“Da questo punto di vista abbiamo un enorme potenziale di mercato. Le nostre soluzioni nascono, infatti, per proteggere proprio da questo tipo di attacchi. E anche se tradizionalmente ci rivolgiamo a telco e mercato enterprise, in realtà la nostra offerta ben si adatta anche ad aziende industriali con almeno 300 addetti” chiarisce Crivelli, pronto a sottolineare come l’accordo siglato con Ingram Micro punti ad ampliare l’ecosistema italiano dei partner proprio in direzione midmarket.
alberto crivelliAlberto Crivelli, Country Manager di A10 Networks ItaliaIn Italia, dove è presente con una filiale dall’inizio del 2018, A10 Networks conta su una struttura di sole tre persone, il che rende necessario il ricorso a un partner distributivo a valore per selezionare, formare e certificare nuovi rivenditori. “Con A10 Networks abbiamo trovato subito un perfetto punto d’incontro e siamo pronti ad agire sul mercato come generatore di scalabilità, aiutandoli ad aprire nuovi canali e a trasferire competenze agli operatori più adatti a vendere la loro proposizione” afferma Fabio Di Donato, Advanced Solution Manager di Ingram Micro Italia. Il primo passo in questa direzione è stato segmentare e analizzare i dealer in anagrafica per identificare i migliori candidati da ingaggiare in funzione di mercato di riferimento e capacità di investimento. Il secondo passo sarà procedere alla loro formazione e certificazione. “L’obiettivo è arrivare entro la fine del Fiscal Year 2020 a circa una trentina di partner, triplicando i dieci attuali” chiarisce Crivelli. Un traguardo cui Ingram Micro sta lavorando con intensità, organizzando una serie di incontri con rivenditori strategici cui far conoscere l’offerta di A10 Networks. “Si tratta di eventi territoriali, prevalentemente concentrati nel nord Italia e nell’area di Roma, e strutturati in incontri ristretti per facilitare i contatti e il confronto diretto” spiega Di Donato, ricordando che a tutti i rivenditori interessati Ingram Micro erogherà una specifica certificazione, riconosciuta all’interno dell’Affinity Program di A10 Networks.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Distributori

Tag:

Area Social