googletag.pubads().definePassback('/4143769/channelcity-sfondo', [1, 1]).display();

Periodo: Aprile
Anno: 2020
Numero: 88

Leggi il Magazine

Penso che ciò che è successo in questi ultimi giorni nel mercato IT non sia mai accaduto negli ultimi anni a mia memoria.

Di fronte alle conseguenze relative all’epidemia Covid-19, con cui ci stiamo tutti misurando, mi sono imbattuto nel paradosso dell’IT ovvero a fronte di una forte richiesta di prodotti hardware, i produttori non solo non sono riusciti a soddisfare la domanda, ma hanno fatto di peggio: sono riusciti – ripeto, di fronte a una domanda di PC che non si vedeva da tempo – a chiudere il primo trimestre 2020 con un saldo negativo globale a - 8% rispetto all’anno precedente.

Un problema di “consegne di prodotti” che ha coinvolto tutti i top player, da Lenovo ad Apple, quest’ultima con percentuali pesanti di decrescita, secondo le analisi di Canalys.

In tutto è riconducibile a uno specifi co fattore: la supply chain produttiva, di cui l’emergenza coronavirus sta infatti mettendo in discussione il modello attuale.

E che questo sia un grande problema per l’Information Technology - e più in generale, per molti altri settori come per esempio l’intera fi liera dell’automotive - lo si sta vedendo proprio in questo ultimo periodo: a causa della massiccia richiesta di prodotti per lo smart working, la catena di approvvigionamento dei prodotti, in primis i PC notebook, è infatti letteralmente ‘saltata’, per non parlare di altri device IT, diventati merce rara, almeno nel nostro paese.

Un vero e proprio paradosso dovuto alla debolezza dell’intera supply chain con responsabilità attribuibili ai fornitori: è il caso, per esempio, di Intel che continua a convivere con uno shortage diff uso delle proprie Cpu a causa dei problemi incontrati nella transizione alla tecnologia 10 nm; così come dei produttori di computer e di device IT per la chiusura delle fabbriche di assemblaggio in Cina.

Con tutti i problemi di delivery associati, che denotano l’incapacità di riformulare velocemente i processi logistici, rivelatisi fragili e che hanno determinato la mancata consegna dei prodotti.

Leggi il Magazine

Ultimi numeri Tutti i numeri

Magazine

Luglio-Agosto

2020

91

Magazine

Giugno

2020

90

Magazine

Maggio

2020

89

Magazine

Aprile

2020

88

Magazine

Marzo

2020

87

ChannelCity Magazine

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend di mercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa ci contraddistingue

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend dimercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa c'e' all'interno

Ampio spazio alle analisi dei trend di mercato attraverso la collaborazione dei principali analisti di mercato, Il tema del mese, visto dalla parte del vendor, del distributore e del reseller, Incontri tematici con i soggetti che compongono il canale, Le prove hardware e software con l’offerta di servizio commentata, I volti e le opinioni dei protagonisti del canale B2B, Ampio spazio dedicato ala formazione del canale, e molto altro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter

statistiche