Smau Padova (22-23 marzo), due giorni di innovazione

Pubblicato il: 21/03/2018
Redazione ChannelCitty

L'edizione 2018 si Smau Padova si presenta con oltre 60 workshop gratuiti, 10 Smau Live Show, 26 casi di successo di imprese ed enti locali del territorio. Inoltre nella due giorni padovana ci si potrà incontrare con 50 realtà innovative tra cui Fablab, Startup, imprese digital del territorio e player di rilievo come Cisco, Intesa Sanpaolo, HPE, Seeweb e TIM: partner che hanno il compito di affiancare imprese e PA nell'intero processo di Trasformazione Digitale.

Oggi, 22 marzo, torna l'appuntamento con Smau Padova che, fino a venerdì 23 marzo, consentirà di assistere - al Padiglione 11 di Padova Fiere - a oltre 60 workshop gratuiti, 10 Smau Live Show, 26 casi di successo di imprese ed enti locali del territorio, vincitori del Premio Innovazione Smau e 50 realtà altamente innovative tra cui Fablab, Startup, imprese digital del territorio e player come Cisco, Intesa Sanpaolo, HPE, Seeweb e TIM: partner che hanno il compito di affiancare imprese e PA nell'intero processo di Trasformazione Digitale.
L'edizione numero undici di Smau Padova quest'anno punterà l'attenzione sulla trasformazione digitale degli enti locali e delle imprese e sull'incontro e la connessione con startup, aziende e grandi player del digital per far nascere nuove collaborazioni e nuovi progetti all'insegna dell'Open Innovation.
Proprio l'Open Innovation, intesa come modalità con cui le imprese più moderne rispondono oggi alle loro esigenze di ricerca e sviluppo, attraverso l'incontro con attori economici esistenti, in primis con le startup innovative e il relativo ecosistema di incubatori e acceleratori sarà uno dei temi al centro di numerose iniziative in programma nei due giorni: dal tavolo di lavoro che ospiterà un confronto tra i principali esponenti dell'innovazione del territorio sul tema del company rebuilding organizzato da Seeweb, al Creative Camp che si svolgerà il 23 marzo nell'ambito del progetto Co-Create della Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare.
Durante la giornata creativi, startup e professionisti del settore delle industrie creative, che nei giorni scorsi hanno raccolto la sfida partecipando alla Call for Ideas, incontreranno venti imprese venete con l'obiettivo di presentare e proporre progetti per soddisfare i loro fabbisogni di innovazione.
Il tema dell'Open Innovation sarà affrontato da primari protagonisti del panorama dell'innovazione italiano come Cisco, Confindustria, H-Farm, TIM, Seeweb, Intesa Sanpaolo e l'Università degli Studi di Padova.
Con HPE e con i partner Infonet e Information Consulting si parlerà degli Innovation Lab, un punto di riferimento e condivisione per le aziende del territorio che desiderano testare e sperimentare soluzioni altamente innovative.
SAP, invece, sarà presente con Datalab, società di Padova attiva in Italia e all'estero specializzata nella progettazione, sviluppo e implementazione di soluzioni ERP basate sulla piattaforma gestionale SAP Business One, oltre che ideatrice di un Laboratorio di R&S volto a ideare e testare soluzioni innovative da immettere sul mercato.
TIM presenterà a Smau Padova la nuova versione di TIM Digital Store, il marketplace business che offre un catalogo di oltre 100 servizi ICT realizzati da TIM e dai partner per supportare la digital transformation delle imprese. Presso lo stand dedicato sarà possibile conoscere le principali novità, i contenuti e le funzionalità del portale anche attraverso momenti di approfondimento su temi come l'e-commerce, la gestione dei punti vendita, il digital marketing e il GDPR (General Data Protection Regulation).
All'evento parteciperà anche l'hub di open innovation TIM WCAP presentando due startup selezionate nell'ambito della Call for Partners 2017: Vividaweb e Glassup. Inoltre Olivetti esporrà una suite di soluzioni evolute dedicate al settore retail comprendenti applicazioni per generare programmi di fidelizzazione e couponing e servizi di business analytics.
Tra i protagonisti della prossima edizione anche SSIP, la Stazione Sperimentale per l'Industria delle Pelli e delle materie concianti: oltre a uno stand che presenterà i servizi alle imprese e darà visibilità «alle startup che sviluppano progetti e soluzioni per l'innovazione nel settore», giovedì alle 16 la Stazione Sperimentale organizza un evento in cui presenterà alcune delle azioni che sta portando avanti sotto il profilo della sostenibilità, dell'innovazione e del trasferimento tecnologico, della sicurezza e non ultimo della formazione con il progetto Politecnico del Cuoio, in coerenza con le esigenze ed i fabbisogni delle imprese della filiera della concia operanti nei Distretti Industriali. Al centro della partecipazione di Intesa Sanpaolo vi saranno gli Innovation Center.
Come spiega Mario Costantini, Direttore Intesa Sanpaolo Innovation Center,  "Intesa Sanpaolo, attraverso il suo Innovation Center, si propone come motore e stimolo di crescita dell'economia industriale italiana, migliorando la competitività di lungo periodo delle aziende e accompagnandole nei loro processi di innovazione e trasformazione digitale. Il nostro impegno è dimostrato, ad esempio, dalle numerose attività focalizzate sulla ricerca di tecnologie e soluzioni innovative e su nuovi modelli di business, come la Blockchain e la Circular Economy. Smau, piattaforma di matchmaking con forte diversificazione territoriale, rappresenta per noi un partner importante nel supportare le aziende nell'Open Innovation, attraverso occasioni di incontro e confronto con start-up, università e centri di ricerca".
Sono orientati all'incontro e allo scambio di idee e di progetti tra imprese, enti locali e startup, incubatori e player del digital presenti i nuovi Startup Safari, tour gratuiti della Fiera che accompagneranno i visitatori agli stand delle realtà presenti - startup, incubatori e imprese digital. A ogni ora, dal capolinea dello Startup Safari partiranno tour personalizzati in base al settore di appartenenza delle imprese: ICT, smart communities e PA, commercio e turismo, servizi. Sul sito www.smau.it/padova18 il programma giornaliero dei percorsi.
Un focus particolare quest'anno sarà dedicato al tema dell'innovazione nella PA e, soprattutto negli enti locali. Nei due giorni, infatti, sarà presente una selezione di startup che presenteranno le proprie soluzioni rivolte al mondo della PA. Inoltre, in fiera saranno presenti i principali FabLab del Veneto, realtà che hanno un compito importante nel guidare il rilancio del settore manifatturiero veneto, strategico per la regione, fornendo il loro supporto alla trasformazione digitale delle imprese del territorio.
Tra i Fablab presenti: Officine ZIP, Samarcanda-Megahub, Fablab di Venezia, Fabcube e Fablab Impresa Belluno. I Fablab veneti riceveranno venerdì 23 marzo un riconoscimento che sarà consegnato dal Vicepresidente della Regione Veneto, Gianluca Forcolin.
Smau sarà anche l'occasione per parlare di Open Innovation nella Regione Veneto, nell'ambito dell'evento "Dai FabLab agli Innovation Lab, la Regione Veneto verso l'Open Innovation" in programma giovedì alle 14.30. Nell'ambito dell'evento sarà anche presentato il progetto sugli Innovation Lab, un bando nuovo da 7 milioni di euro per finanziare luoghi di innovazione nella Regione dedicati alla diffusione di soluzioni tecnologiche per l'alfabetizzazione e l'inclusione digitale, per l'acquisizione di competenze avanzate da parte delle imprese e lo sviluppo delle nuove competenze ICT (eSkills), nonché per stimolare la diffusione e l'utilizzo del web, dei servizi pubblici digitali e degli strumenti di dialogo, la collaborazione e partecipazione civica in rete (open government).
A Smau Padova si parlerà, insieme a Regione Veneto e ad Anci Veneto, di innovazione e di fusione e aggregazione di comuni in forma associativa. Su questa strada si sono già mossi diversi comuni del Veneto, la cui esperienza sarà raccontata nell'ambito dello Smau Live Show di venerdì 23 marzo alle ore 10, alla presenza del Vicepresidente Forcolin: si parlerà dell'Unione di Comuni Marca Occidentale, della fusione tra il Comune di Longarone e Castellavazzo, dell'esperienza dell'Unione dei Comuni di Caldogno, Costabissara e Isola Vicentina e dell'Unione dei Comuni della Brenta, l'Unione montana Alto Astico e dei Comuni Barbarano-Mossano.

Industria 4.0, Innovazione nel settore agroalimentare e nel settore dei servizi e del turismo, saranno gli altri temi affrontati nei due giorni attraverso gli Smau Live Show tematici che si susseguiranno nei due giorni e che ospiteranno una sessione di speed pitching di startup e imprese che offrono soluzioni per quel settore e, successivamente un momento di confronto tra player del digitale, stakeholder del territorio e imprese ed enti locali vincitori del Premio Innovazione Smau.
Tra le aziende vincitrici di questa edizione AFV Acciaierie Beltrame Group, Boscolo, Came, Confindustria Belluno Dolomiti, Generali Italia, Gruppo Bedeschi, Lago, Maronese, STAM e molti altri.Per supportare imprese ed enti locali nei loro processi di trasformazione digitale è in programma un calendario di 60 workshop gratuiti da 50 minuti a cura di docenti, analisti ed esperti sulle principali tematiche in ambito digital: si parlerà di Industria 4.0 e delle novità della legge di Bilancio 2018, di normativa fiscale a sostegno dell'innovazione, di GDPR e Cyber Security, di Intelligenza Artificiale e di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata, del programma Smart&Start di Invitalia, di Cloud e IoT, di Spid, ma anche di Public Speaking, di Social Media Marketing e di Influencer Marketing e di Storytelling aziendale.
Tutto questo a Smau Padova il 22 e 23 marzo, dalle 9.30 alle 17.30 al Pad. 11 di Padovafiere.

Categorie: Mercato

Tag:

Area Social