Sharp si prende il business PC di Toshiba

Pubblicato il: 07/06/2018
Autore: F.P.

Dopo il passaggio alla controllata Toshiba Client Solutions, Toshiba ha deciso di cedere a Sharp (e quindi Foxconn) il controllo della parte personal computer.

Alla fine dopo veri tentativi Toshiba ha trovato una nuova casa per il suo business PC, considerato sempre meno strategico ed evidentemente bisognoso di una progressiva riorganizzazione. Già due anni fa circa la casa madre aveva trasferito le attività legate ai personal computer alla controllata Toshiba Client Solutions, che poi aveva provveduto a una rifocalizzazione dello sviluppo rifocalizzandolo solamente sul mercato aziendale.
Da allora sono sempre rimaste sul tavolo varie opzioni strategiche per la collocazione del business PC, opzioni che ora si sono ridotte a una sola: la sua cessione a Sharp. Il che poi significa una cessione al gigante taiwanese Foxconn, il quale aveva acquisito Sharp circa due anni fa.
L'acquisizione del business PC di Toshiba rientra in un piano di rilancio del marchio Sharp che Foxconn sta portando avanti velocemente. Grazie alla sinergia con le grandi capacità produttive della casa madre, Sharp dovrebbe poter produrre e vendere PC a un costo relativamente basso, ritornando a un mercato che aveva abbandonato molti anni fa.
I "nuovi" PC saranno probabilmente venduti ancora con il marchio Toshiba, dato appunto che il brand Sharp è scomparso dal mercato dei personal computer ormai da anni. Operativamente Sharp acquisirà l'80,1% delle azioni TCS per una cifra intorno ai 36 milioni di dollari. Con questa operazione assorbe direttamente molte controllate di TCS e indirettamente altre realtà tra cui anche Toshiba Europe. Questa, secondo i documenti dell'acquisizione, ha chiuso gli ultimi tre anni fiscali con perdite nette rispettivamente di 181, 66 e 86 milioni di euro circa. 

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social