Vem Sistemi e il successo di VEMFWD2019, «Così costruiamo futuri reali e rilanciamo sulla cybersecurity». Nuova partnership con Comsec

Pubblicato il: 19/10/2018
Marco Maria Lorusso

Successo per la nuova edizione di #VEMFWD2019 un appuntamento ormai tradizionale con tutto l’ecosistema di vendor, distributori informatica e clienti finale che ruota intorno ad un system integrator di valore come Vem. Lo scenario perfetto per alzare il sipario sulla nuovissima partnership con Comsec: consulente Israeliano specializzato in cybersecurity che ha scelto Vem sistemi come primo e unico partner per l’Italia

Vem Forward 2019 o #VEMFWD2019…. Più che un incontro ormai un brand, un marchio di fabbrica sinonimo di innovazione, confronto, ecosistema che si ritrova e, insieme, guarda verso il futuro possibile grazie alle tecnologie digitali.  Un appuntamento, una magia che anche nei giorni scorsi si è ripetuta all’interno di una location d’eccezione. Quest’anno Vem ha infatti scelto la Fondazione Fashion Research Italy di Bologna come spazio in cui costruire il proprio evento. Un appuntamento, il VemFWD2019 in cui proprio il tema “Building Futures” “costruire il futuro”. «Ci troviamo in un momento di svolta – racconta infatti ai giornalisti Stefano Bossi, numero uno della società -: è tempo di costruire, di porre le fondamenta che ci permetteranno di correre verso i nostri obiettivi». Come sempre l’evento è stato un laboratorio a cielo aperto. Davanti ad un pubblico in continua crescita rispetto alle passate edizioni è andata in scena una giornata divisa in tre blocchi: Talk (il momento di confronto con speaker di altissimo livello), Teach (le sessioni di formazione per i tecnici) e Touch, grazie all’area espositiva VXperience, (ancora più estesa e ricca dopo il grande successo della scorsa edizione) in cui è stato possibile trovare un ampio spazio dedicato alle demo e permeato da atmosfere cariche di “FUTURI” e “nuove realtà” organizzato in cinque diverse aree: Digital Retail, Digital Building, Digital Industry, Vsecure e Cloud & Network. 

vem stefano bossi

Vem Sistemi e VemFwd2019, la svolta sulla sicurezza

A guidare i lavori è stata Marta Perego, giornalista, autrice e conduttrice televisiva che, sul grande palco della Fondazione Fashion Research ha intervistato, oltre a Bossi, Horacio Pagani, Fondatore e Chief Designer di Pagani Automobili, Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia, Ivan Ortenzi, Chief Evangelist di Bip, Marco Bubani, Direttore Innovazione di VEM.«Crescono i numeri di questo evento – ha spiegato Bossi -, cresciamo noi che così raccontiamo il futuro che stiamo costruendo adesso.

Quello del “Building Futures” è un tema chiave per noi che scommettiamo sui cantieri dell’innovazione per portare eccellenza tecnologica sul territorio».
In mezzo ad una miriade di incontri e confronti però, uno dei cuori più interessanti e nuovi di questo appuntamento è legato all’annuncio dell’ampliamento dell’offerta di servizi di cybersecurity, «già innovativi e unici nel panorama italiano» grazie alla partnership con Comsec, la storica società di consulenza Israeliana specializzata nell’Information Security che ha scelto il Gruppo VEM sistemi come partner di riferimento con cui avviare le attività nel nostro Paese.Attiva dal 1987, Comsec è una società di consulenza israeliana che vanta oltre 30 anni di esperienza nell’ambito dell’information security. Gruppo storico in Israele, le sue competenze, oltre a riguardare servizi generali di consulenza, hanno una specializzazione nella “offensive security”, che include attività di vulnerability assessment e penetration test, finalizzati a evidenziare i punti di debolezza esistenti, verificare la solidità dei meccanismi di sicurezza in essere e proporre l’adeguata remediation. Molti dei 140 specialisti di security di Comsec provengono dall’unità 8200 dell’IDF (Israeli Defence Force) che raggruppa gli specialisti di cyber security che si sono formati e specializzati nelle azioni di Cyber Intelligence, l’elite dei corpi di intelligence israeliani impiegati nel campo della cyber security.
ori fragman comsec
Presente a Bologna, Ori Fragman, Ceo di Comsec ha spiegato che l’intesa con Vem è stata naturale «Crediamo moltissimo in Vem - ha spiegato il manager - abbiamo in comune velocità e agilità che oggi sono vitali per affrontare il mercato» 

Vem Sistemi e VemFwd2019, la partnership con Comsec

La partnership con VEM sistemi, spiegano le società, è focalizzata in particolare sui servizi di ’offensive security’ che Comsec è in grado di offrire non solo basandosi sulla forte specializzazione dei propri consulenti, ma anche sull’expertise che ha coltivato negli anni. Servizi che ora si vanno ad integrare in maniera complementare all’interno dell’approccio VSecure, il modello di “Adaptive Security”, fiore all’occhiello del Gruppo VEM, che aiuta le aziende ad anticipare, prevenire, riconoscere e gestire le minacce di natura informatica col fine di implementare la migliore strategia difensiva. 

«L’accordo con Comsec – ha commentato Bossi - consentirà a VEM e Certego (la società del gruppo specializzata nei servizi di sicurezza IT gestita) di testare al meglio le difese delle aziende clienti grazie all’intervento di specialisti dotati di esperienza consolidata in questo specifico aspetto. Sulla base dei risultati degli attacchi simulati e dei problemi che gli attacchi evidenzieranno, VEM e Certego potranno implementare dei controlli preventivi e dei meccanismi di difesa più efficaci, oltre a proporre servizi in grado di identificare questi attacchi nella fase di monitoraggio e suggerire come mitigare gli incidenti nella fase di risposta, in particolare attraverso la piattaforma Panoptikon, fornita da Certego.

I clienti possono quindi affidarsi a un unico interlocutore in grado di offrire tutte e quattro le componenti dell’approccio VSecure, ovvero verifica del rischio, prevenzione, rilevamento e risposta, con la certezza che tutte siano offerte da parte di specialisti di assoluta esperienza ed eccellenza». Tra le innovazioni che arriveranno in Italia a seguito dell’accordo, meritano un approfondimento alcune tipologie di servizio particolarmente esclusive nel panorama italiano, tra cui i servizi che verificano la resilienza di un’organizzazione agli attacchi di tipo Denial of Service e le analisi approfondite di security in ambito IoT. 
img 1007
«Per le società che lavorano principalmente in ottica B2C attraverso i propri portali, il down e la irraggiungibilità degli stessi determina una perdita di business considerevole - spiega infatti Bossi -. Pensiamo a chi eroga servizi online, servizi finanziari, chi fa attività servizi di entertainment o di gambling online. Si tratta di attività che stanno attirando in misura crescente l’interesse dei criminali informatici che cercano di ridurre o impedire del tutto la disponibilità di questi siti attraverso attacchi di DoS o DDoS (Distributed Denial of Service), a fronte della richiesta di un riscatto. Da oggi, come gruppo, saremo in grado di offrire un servizio che simula questi attacchi con l’obiettivo di valutare il modo in cui l’organizzazione è in grado di reagire».
«Attraverso l’integrazione delle competenze VEM, Certego, Comsec che combinano il meglio delle capacità di attacco e di analisi dei tre partner, siamo oggi in grado di erogare servizi e attività professionali particolarmente innovativi per il mercato Italiano» ha concluso Stefano Bossi, Amministratore Delegato di VEM sistemi.
Area Social