Tandberg Data BizNAS, sistemi di storage per il business

Pubblicato il: 22/04/2013
Autore: Daniele Preda

Tandberg Data offre alle aziende e alle PMI i versatili dispositivi BizNAS, unità destinate allo storage professionale e dotate di interessanti funzionalità per la protezione e la sincronia degli account Dropbox.

Tandberg Data presenta i nuovi dispositivi di storage BizNAS, strumenti destinati al salvataggio dei dati e progettati per gli ambienti aziendali. La famiglia di unità vanta capacità sino a 16 TByte, il supporto per la condivisione in ambienti misti Windows, Mac e Linux, oltre all’indirizzamento iSCSI per la virtualizzazione negli ambienti server.
tandberg-data-biznas-sistemi-di-storage-per-il-bus-1.jpgLa piattaforma comune è quella Intel dual-core, mentre i formati, desktop e Rack 1U, consentiranno di installare sino a quattro drive (modelli D400, D408, R400 e R408).
La piattaforma offre il supporto per disaster recovery offline e offsite, integrabile con il pacchetto RDX QuikStor opzionale. Per assicurare tempi ridotti di ripristino e un’affidabilità continua, i BizNAS di Tandberg Data sono in grado di replicare e proteggere l’ambiente operativo di base. I nuovi NAS hanno un’integrazione profonda con il servizio di sharing cloud Dropbox.
tandberg-data-biznas-sistemi-di-storage-per-il-bus-2.jpgQuesti dispositivi sono in grado di centralizzare e proteggere il contenuti di numerosi account, simultaneamente.
La copia automatica consente di preservare i dati, indirizzandoli, inoltre, su cartucce RDX o sistemi di archiviazione esterni.
Le unità BizNAS saranno disponibili entro poche settimane, con prezzi di partenza di Euro 539,00 (IVA inclusa) e una garanzia di due anni con sostituzione anticipata.
tandberg-data-biznas-sistemi-di-storage-per-il-bus-3.jpgTandberg Data ne consiglia l’abbinamento con il sistema a dischi removibili RDX, composto da drive e cartuccia (sino a 1,5 TByte ciascuna), studiati per assicurare affidabilità, portabilità, lunga durata di archiviazione, basso costo del supporto con velocità ad accesso random e la facilità d’uso del disco.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social