iNebula, il cloud computing 'all'italiana' di Itway

Pubblicato il: 07/12/2012
Lorenza Peschiera

Il servizio di cloud online backup iNebula Safe e il servizio di cloud videoconferenza iNebula Vidio sono i primi due servizi pensati per le Pmi resi disponibili dal distributore all'interno del progetto iNebula, che saranno commercializzati tramite una rete di agenzie e rivenditori.

Sono partite da metà dello scorso novembre le attività di reclutamento di rivenditori e le iniziative finalizzate alla creazione di una rete di agenzie per rendere disponibile agli utenti finali i servizi cloud del progetto iNebula, presentato di recente da Itway.
itway-1.jpg“Il cloud computing è entrato in una nuova fase”, ci ha spiegato Michele Papa, country manager per l’Italia di Itway Vad, da noi incontrato a Milano in occasione del ‘The Cloud & Mobility Day’. “Tre anni fa le aziende erano nella fase della comprensione: molte di esse non sapevano cosa fosse il cloud computing e a cosa potesse servire. Oggi le imprese hanno capito cosa è il cloud e sono passate alla fase successiva, quella dell'adozione. Anche le Pmi si stanno orientando verso il cloud e si stanno interrogando su quali servizi siano i più adatti alle loro necessità. Questo scenario ci ha portato a rivolgerci ancora una volta al canale, per fornirgli elementi pratici, adatti a soddisfare le esigenze delle aziende”.
Proprio partendo da queste premesse Itway ha sviluppato il progetto iNebula, finalizzato a fornire servizi cloud utili alle piccole e medie imprese. “iNebula è un progetto strategico e innovativo”, ha commentato Papa. “Il nome, con cui Itway vuole suggerire il concetto di cloud, deriva dal latino nebula, che significa nuvola; la scelta del latino, da cui la lingua italiana deriva, non è casuale, ma è volta a suggerire l’italianità del progetto. iNebula, infatti, è un progetto interamente italiano, pensato, ritagliato su misura delle piccole e medie imprese italiane, fatto, studiato e ingegnerizzato da una società italiana”.
[tit: Due servizi per le Pmi]
Sono due i servizi per le Pmi che al momento rientrano in questo progetto, che è un tassello di un piano più esteso che Itway sta sviluppando in ambito cloud computing e che include investimenti in ricerca e sviluppo, ideazione e realizzazione di servizi cloud, system integration, attività di consulenza e partnership con player tecnologici. iNebula Safe, il primo dei due servizi oggi disponibili, è un servizio di cloud online backup che punta su affidabilità, velocità, sicurezza, facilità d’utilizzo. Completamente accessibile via web, mette a disposizione funzionalità di mobile collaboration. Gestibile in locale e da remoto ha l’obiettivo di garantire agli utenti tranquillità e sicurezza per la protezione dei loro dati.
“Un punto di forza che caratterizza iNebula Safe è costituito dall’utilizzo di data center localizzati in Italia”, ha detto Papa. “Anche l’help desk, disponibile tutti i giorni 24 ore su 24, è in Italia e dà risposte in Italiano”. Sempre disponibile  inoltre, è un portale web di accesso ai servizi.
Il servizio iNebula Safe è disponibile in due versioni: la prima, iNebula Smart, è destinata a realtà che hanno da uno a quattro postazioni fisse o mobili; la seconda versione, iNebula Pro, copre da 5 a 30 postazioni fisse o mobili. Il servizio prevede un costo di attivazione una tantum e un canone annuale per utente.
Il secondo servizio, chiamato iNebula Vidio, destinato, in particolare, ad aziende di medie dimensioni, è un servizio di videoconferenza basato su cloud, che punta sulla facilità d’uso. È fruibile su desktop, tablet (iOS, Android), smartphone (iOS, Android) e sale di videoconferenza.
Completamente accessibile via web, è integrabile con sistemi di videoconferenza pre-esistenti (come Cisco, Polycom e altri). Ha l’obiettivo di garantire ai clienti la diminuzione dei costi, dei tempi e di consentire anche risparmi energetici, dando agli utenti la possibilità di ridurre i viaggi di lavoro.
Prevede diverse componenti di servizio in base alle necessità di utilizzo: iNebula Vidio Connect destinato a utenti fissi e/o mobili, iNebula Vidio Room (sala video conferenza), iNebula Vidio Multiconference (utilizzo con sistemi preesistenti), iNebula Vidio Recording (registrazione videoconferenza). 
Anche in questo caso il servizio prevede un costo di attivazione una tantum e un canone annuale per utente; quanti usufruiscono del servizio possono sempre contare su un centro di assistenza italiano attivo tutti i giorni per 24 ore e su un portale web. 
“Entrambi i servizi sono da noi stati pensati in modalità ‘Zero pensieri’”, ha puntualizzato Papa. “Questo per gli utenti significa poter disinnescare la complessità che a volte l’It porta alle aziende e poter contare su servizi davvero facili da usare”.
Il progetto iNebula, nei prossimi mesi, evolverà ulteriormente; presto, ai due servizi descritti si aggiungeranno anche iNebula energy, servizio cloud di controllo dei consumi energetici, e iNebula security, servizio di sicurezza gestita.
[tit: Un nuovo modello di vendita]
Le soluzioni del progetto iNebula sono commercializzate in maniera indiretta. Per la vendita del servizio iNebula Safe, il gruppo Itway ha intenzione di avvalersi di una rete di agenzie sviluppata da Itway Vad. Il servizio iNebula Vidio, invece, sarà reso disponibile tramite un network costituito sia da agenzie sia da  rivenditori, anche in questo caso sviluppato da Itway Vad.
“Quello che proponiamo è un modello di vendita completamente nuovo, rispetto a quanto abbiamo proposto in passato”, ha detto Papa. “Le agenzie che stiamo prendendo in considerazione sono spesso  realtà medio piccole, a volte anche società costituite da poche persone, che hanno grande capillarità sul territorio e sono in grado di essere vicine ai clienti con grande efficienza. Ogni agenzia si indirizzerà a uno specifico territorio geografico, su cui agirà in esclusiva.
Riguardo ai rivenditori, alcuni di essi ci hanno già chiesto di rivendere soluzioni in modalità cloud based; questo tipo di offerta nasce anche dalla volontà di Itway di ascoltare il canale che chiedeva servizi di questo tipo”.
Per quanti proporranno i servizi iNebula sono previste attività di formazione e iniziative di marketing.  
“Alle agenzie e ai rivenditori autorizzati è richiesto un percorso di formazione anche perché vogliamo che abbiano le competenze giuste per configurare i servizi e svolgere le attività tecniche legate a essi nel migliore dei modi”, ha spiegato Papa. “Dal punto di vista marketing abbiamo predisposto documentazione, flyer e altro materiale per permettere ad agenzie e rivenditori di comunicare in modo corretto con i loro clienti”.
Intanto ItWay ha chiuso l’ultimo trimestre con risultati positivi, nonostante il momento economico difficile. “In Italia siamo soddisfatti dei risultati di business raggiunti”, ha dichiarato Papa. “Stanno crescendo le partnership tecnologiche con i vendor che rappresentiamo, tutto questo ci sta permettendo di approcciare nuovi segmenti di canale e nuovi utenti finali”.
Per i prossimi mesi l’obiettivo del distributore è quello di continuare sulla strada della crescita, puntando su nuove partnership ma anche sulla capacità di di rinnovarsi e di ascoltare il canale, per comprendere le esigenze del mercato e tradurle in strumenti di business.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social