AMD Radeon HD 7990, scheda grafica dual-GPU per gamer estremi

Pubblicato il: 26/04/2013
Daniele Preda

AMD mostra i muscoli e annuncia la potente scheda grafica con due GPU, Radeon HD 7990. Questo modello al top di gamma vanta una dotazione di primo piano, 6 GByte di RAM e cinque uscite video.

AMD annuncia la potente Radeon HD 7990, la soluzione dual-GPU basata sull’architettura Graphics Core Next.
L’attesa è stata lunga, ma ora la famiglia HD 7xxx ha una propria versione top di gamma, pensata per le configurazioni estreme e i gamers senza problemi di budget.
amd-radeon-hd-7990-la-nuova-capolista-dual-gpu-1.jpgCome per le board che l’hanno preceduta, HD 6990 e HD 5970, si tratta di una soluzione estrema sotto diversi punti di vista, sia per i consumi a pieno regime, sia per la piattaforma di raffreddamento adottata. In questo caso, AMD ha realizzato un PCB e un design reference proprietari per la costruzione del progetto “Malta”. 
La scheda incorpora due GPU Tahiti, le stesse adottate per le veloci Radeon HD 7970 (in versione standard e GHz Edition) e per la HD 7950. Ciascuna GPU lavora a 950 MHz, una frequenza di funzionamento intermedia, opportunamente calcolata per poter essere gestita termicamente, senza instabilità. Di fatto, il clock di questa versione si pone tra i 925 MHz della HD 7970 standard e i 1.000 MHz del più recente modello GHz Edition. 
amd-radeon-hd-7990-la-nuova-capolista-dual-gpu-2.jpgQueste GPU sono state opportunamente selezionate per garantire un’elevata affidabilità e possono operare sino a 1.000 MHz, grazie al sistema di incremento automatico della frequenza AMD. A livello di chip non troviamo alcuna differenza sostanziale con i modelli integrati nella scheda grafiche mono-GPU.
Ognuna vanta 2.048 stream processor, per un totale di 4.096 core, per l’intera soluzione grafica. Ad oggi si tratta del valore più alto per schede consumer, destinate a configurazioni desktop e da gioco. In questo caso avremo il doppio delle unità ROPS e TMU, rispetto alla Radeon HD 7970, con 64 ROPs e 256 TMU.
A livello tecnologico, AMD porta sul mercato un concentrato di potenza e di ingegneria. Radeon HD 7990 vanta infatti oltre 8,6 miliardi di transistor adottati per i processori e una potenza di calcolo di 8,2 TFlops.
Il buffer di memoria è di 6 GByte, 3 GByte per ciascuna GPU. Le memorie GDDR5 sono interfacciate tramite un bus a 384 bit e lavorano con un clock di 6.000 MHz. La banda combinata diventa perciò di 576 GB/s
amd-radeon-hd-7990-la-nuova-capolista-dual-gpu-4.jpgInternamente, come già accaduto in passato, i due processori grafici dialogano in modalità CrossFireX, in modo analogo a quanto accadrebbe sfruttando due distinte schede a singola GPU. In questa modalità operativa viene sfruttato un bridge dedicato per la gestione del flusso dati e del timing, per il calcolo parallelo.
L’ultima declinazione adottata per questa scheda prevede la disponibilità di un controller PCI Express 3.0 a 48 linee, capace di garantire una massima banda passante di 96 GB/s tra le due GPU.

Con la soluzione attuale AMD propone il top della tecnologia per i più esigenti ed entra in competizione diretta con la concorrente Nvidia GeForce GTX 690, oltre che con la potente soluzione single-GPU GeForce Titan.

[tit:La board]AMD Radeon HD 7990 costituisce un prodotto di fascia altissima, perciò destinato a sistemi con gli opportuni requisiti di spazio e alimentazione. La board sfrutta un sistema di raffreddamento dual slot e raggiunge una lunghezza di circa 305 mm. Si tratta perciò della scheda grafica desktop più lunga attualmente sul mercato.
A un primo approccio risulta immediata la differenza con i precedenti modelli dual-GPU AMD. Il convogliatore completamente chiuso e la singola ventola hanno ceduto il passo a una struttura con cover in plastica nera e ben tre ventole a bassa rumorosità da 90 mm. Questa scelta è stata fatta per garantire un raffreddamento più puntuale nei differenti punti della scheda e per ridurre la rumorosità a pieno carico, nota dolente della precedente HD 6990. 
amd-radeon-hd-7990-la-nuova-capolista-dual-gpu-6.jpgAnalogamente a un nuovo design esterno, il chip maker ha realizzato e integrato due distinti blocchi radianti costituiti da heatpipe di grandi dimensioni e un corpo lamellare che sovrasta il PCB. La disponibilità di ventole dedicate e dissipatori distinti permette di controllare al meglio le temperature delle due GPU, in base al carico a cui sono sottoposte.
Come per gli altri modelli di fascia alta, per garantire un’elevata dissipazione del calore è stata integrata un placca di metallo ritagliata sulle forme del circuito stampato. Il lato posteriore risulta perciò completamente chiuso, fatta eccezione per il sistema di ritenzione delle due GPU e il pettine di collegamento CrossFire.
Per quanto riguarda l’alimentazione e l’assorbimento energetico, questo modello sfrutta due connettori ausiliari PCI Express da 8 pin ciascuno. Possiamo perciò considerare un consumo energetico di picco superiore ai 400 – 450 W.
amd-radeon-hd-7990-la-nuova-capolista-dual-gpu-5.jpgDurante il funzionamento standard, come per esempio nell’utilizzo di applicativi base in ambiente desktop, il supporto della tecnologia AMD ZeroCore consente di disabilitare completamente la seconda GPU, per garantire consumi energetici contenuti
amd-radeon-hd-7990-la-nuova-capolista-dual-gpu-3.jpgLa dotazione di porte integrata di serie sul PCB della HD 7990 è particolarmente completa. Questa soluzione dispone di un connettore DVI dual-link e di quattro porte mini-Display Port. Il sistema può dunque pilotare sistemi multi-display con grande facilità ma, per creare un array personalizzato, sarà necessario disporre degli adeguati adattatori attivi, convertitori DP/HDMI, o di monitor con ingresso Display Port nativo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social