SilverStone Kublai KL01

Pubblicato il: 27/12/2007
Daniele Preda

KL01, della serie Kublai, è destinato a utenti esigenti che richiedono finiture di elevata qualità e un sistema di raffreddamento efficace. Le due ventole da 120 mm offrono un consistente flusso d’aria, ideale anche per le configurazioni più esasperate.

           
                     silverstone-kublai-kl01-1.jpg 
Kublai KL01 ha un design essenziale e per la sua realizzazione, SilverStone ha badato più alla sostanza che ai fronzoli estetici. Il cabinet è realizzato in alluminio ed è disponibile unicamente in colore nero, in due varianti, una standard SST-KL01B e una con finestra laterale trasparente SST-KL01B-W.
Ad una prima analisi questo case appare molto elegante e ben rifinito, la chiusura di tutte le parti assemblate è precisa e priva di sbavature. Le misure del Kublai KL01 sono di 206x432x480 mm (LxAxP) per un peso di circa 8,5 Kg senza alimentatore. Si tratta dunque di un cabinet solido e adatto per la realizzazione di sistemi anche molto complessi, con diverse unità installate e sottosezione grafica Sli o CrossFire. Il lato anteriore è privo di ogni tipo di pulsanti o prese, ad eccezione del tasto di accensione. Poco sotto una striscia illuminata di blu, quando il PC è in funzione, conferisce un look moderno e risulta piacevole da vedere. Il tasto di reset, assieme a due porte USB, una Firewire, un ingresso microfono e uscita per le cuffie, sono installati nella parte superiore. 

   silverstone-kublai-kl01-5.jpg
 
Le porte di comunicazione sono ubicate sul lato superiore del case
Le unità frontali sono nascoste da una massiccia anta in alluminio spessa ben 3 mm
, ai fianchi sono comunque state inserite della apposite griglie per favorire l'aspirazione dell'aria anche quando è chiusa. Il meccanismo di apertura/chiusura sfrutta due cerniere che consentono di aprire lo sportello comodamente con una sola mano entro un angolo massimo di 90°, la chiusura avviene quasi automaticamente. L'anta è infatti fissata in modo da richiudersi da sé nel caso di aperture poco accentuate e si fissa alla struttura principale senza serrature o ganci, ma sfruttando un magnete, che la ancora solidamente al case.

[tit:Dietro lo sportello]
Una volta aperta l'anta frontale è possibile accedere ai 5 bay da 5¼", di cui uno è in grado di accogliere anche unità da 3½", come per esempio floppy disk, lettori interni per flash card o sistemi di backup. Tutta la facciata interna è realizzata in materiale metallico interamente traforato, capace di garantire il miglior flusso d'aria possibile ai componenti interni. La parte bassa ospita una ventola da 120 mm e 1.200 giri al minuto, collegabile alla motherboard tramite connettore tachimetrico a 3 pin. La ventola è fissata al case senza viti e per sganciare la struttura che la contiene e sufficiente fare pressione sui perni laterali con un cacciavite.

           silverstone-kublai-kl01-2.jpg
La ventola da 120 mm frontale fa uso di un particolare sistema di alimentazione
Tra le peculiarità del Kublai KL01 c'è il sistema di alimentazione di questa ventola. Una volta sfilata dal case infatti, non avremo a che fare con fastidiosi cavi, dato che per il trasferimento della corrente è stato usato un particolare connettore a contatto. In questo modo, parte del connettore è fissata in prossimità della ventola, mentre l'altra sezione rimane avvitata al case. Una volta risistemata la ventola al suo posto, le due parti combaciano perfettamente e permettono il passaggio di corrente e il corretto funzionamento della stessa.

      silverstone-kublai-kl01-3.jpg
I contatti elettrici rimangono sul corpo principale del case, eliminando così ogni problema legato ai cavi e alla loro sistemazione.
Questo particolare facilita notevolmente la pulizia dalla polvere e la manutenzione da parte dei neofiti.

[tit:Hot Swap]
La ventola anteriore, oltre a garantire un corretto raffreddamento del sistema è pensata per mantenere bassa la temperatura dei dischi che si trovano subito dietro. Una volta levata la ventola infatti, è possibile notare la presenza di quattro cassetti rimovibili per hard disk da 3½". Il cestello, eventualmente asportabile, ospita quattro slitte in materiale plastico di mediocre qualità, ma sufficientemente robuste per consentire il fissaggio delle unità, sia Serial Ata che Parallel Ata.

         silverstone-kublai-kl01-4.jpg
I quattro cassetti consentono una facile rimozione dei dischi, ad esempio per eventuali upgrade
Ogni cassetto incorpora quattro gommini, capaci di assorbire eventuali vibrazioni degli hard disk durante il funzionamento. La prima di queste slitte è dotata di un supporto posteriore che trasforma il disco inserito in un vero e proprio hard disk Hot Swap (a patto naturalmente che la motherboard e il sistema operativo lo supportino). In corrispondenza della parte alta del cestello dei dischi è infatti fissata una piccola scheda che replica i contatti per l'alimentazione e il segnale Serial Ata, con opportuni cavi da collegare alla scheda madre e all'alimentatore.

silverstone-kublai-kl01-6.jpg

La piccola scheda interna trasforma il primo slot in un sistema Hot Swap
Questa soluzione permette, ad esempio, di utilizzare un hard disk solo in determinate situazioni e di disinserirlo in qualsiasi momento in base alle necessità. È sicuramente interessante la scelta da parte di SilverStone di inserire un sistema a cassetti per hard disk in uno chassis con dimensioni middle-tower, caratteristica che lo contraddistingue dalla moltitudine di case con medesime dimensioni. Dobbiamo tuttavia segnalare che il sistema di rimozione rende talvolta poco agevole l'inserimento e l'espulsione delle slitte, che sfiorano i lati della struttura interna e complicano l'aggancio con le guide di riferimento.

[tit:Assemblaggio]
Montando un intero sistema all'interno del case abbiamo apprezzato molte doti del Kublai KL01, che permette il fissaggio di motherboard micro-Atx e Atx, e l'inserimento di schede add-in di tipo full-lenght da 30 cm. Le feritoie per schede aggiuntive sono sette, tutte opportunamente lavorate per favorire il passaggio dell'aria mentre, poco sopra, è installata la seconda ventola da 120 mm. E' possibile installare alimentatori standard come anche sistemi da 1000 W con profondità superiori alla norma.

silverstone-kublai-kl01-8.jpg

Il blocco per i cavi interni rede più facile l'assemblaggio del PC
Internamente è inoltre stato inserito un apposito gancio che permette il fissaggio dei fasci di cavi in uscita dall'alimentatore, al fine di garantire un corretto assemblaggio e migliorare il flusso d'aria. Un'ultima nota per descrivere il sistema di ancoraggio delle unità da 5¼", che non richiede l'utilizzo di attrezzi di alcun tipo.

silverstone-kublai-kl01-7.jpg

Il sistema adottato permette di fissare le unità interne senza dover ricorrere obbligatoriamente a cacciaviti o attrezzi analoghi.
Questo grazie all'adozione di guide in materiale plastico che incorporano le viti e i perni per bloccare i drive, che risultano così facilmente inseribili/disinseribili in qualsiasi momento. Chi volesse comunque assicurare le unità al case può utilizzare un cacciavite a taglio medio e agire sulle viti già presenti nel sistema di ritenzione del Kublai KL01.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social