Corsair TWIN3X2048-1600C7DHX

Pubblicato il: 04/05/2008
Autore: Daniele Preda

Le memorie Corsair TWIN3X2048-1600C7DHX offrono una capacità complessiva di 2 GByte per kit e una frequenza di 1,6 GHz per sistemi che adottano moduli DDR3.


Il kit di memorie Corsair TWIN3X2048-1600C7DHX è composto da due moduli SDRAM DDR3 con capacità singola di 1 GByte e sono pensati per sistemi evoluti e per chi desidera il massimo delle prestazioni. Questi moduli sono particolarmente indicati per PC da gioco e permettono un discreto overclock per gli utenti più smaliziati.

corsair-cm3x1024-1600c7dhx-1.jpg
La frequenza di lavoro delle memorie è fissata nel chip SPD a 1.333 MHz, con timing 9-9-9-24, secondo lo standard JEDEC. Le coppie di moduli TWIN3X2048-1600C7DHX sono però certificate per il funzionamento ottimale anche a 1.600 MHz con una tensione Vdimm di 1,8 V e timing 7-7-7-20. In questa configurazione è possibile ottenere ottime prestazioni soprattutto coi giochi e i programmi che fanno largo uso di risorse, in particolar modo per il recupero e la scrittura dei dettagli relativi alla gestione dell'intelligenza artificiale dei personaggi virtuali, per gli streaming video e audio e il caricamento dati da disco. 

Per garantire il funzionamento ottimale in ogni situazione, questo kit è proposto con i dissipatori già installati sui moduli. Corsair ha implementato la tecnologia DHX o Dual-Path Heat Xchange, che garantisce un flusso d'aria ottimale. Si tratta di quattro elementi in alluminio estruso, due sono direttamente a contatto coi chip di memoria e si occupano di assorbire il calore prodotto durante l'utilizzo, per una maggiore stabilità. I due radiatori più piccoli sono invece connessi al PCB della scheda di memoria e ne smaltiscono il calore in eccesso. 
Per chi desidera fare overclock è disponibile l'accessorio opzionale Corsair AirFlow, un apposito cestello con tre ventole da 40 mm da innestare sopra i moduli di RAM e capace di accelerare lo smaltimento del calore.

I sistemi di test per questo tipo di memorie sono quelli Intel, come il recente X48, oppure il veloce chipset nVidia 790i SLI. In entrambi i casi abbiamo osservato un'elevata stabilità e il riconoscimento immediato dei moduli che operano senza problemi e a temperature contenute anche a 1.600 MHz.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social