Packard Bell imax mini

Pubblicato il: 03/08/2009
Redazione ChannelCity

Un Nettop a basso consumo per gli utenti domestici, sia per la riproduzione di contenuti audio e video nel salotto di casa, sia per chi desidera un computer compatto per svolgere le attività più semplici, come la chat e la videoscrittura.

Packard Bell imax mini è una soluzione a basso consumo che si indirizza agli utenti domestici, sia per la riproduzione di contenuti audio e video nel salotto di casa, sia per chi desidera un personal computer compatto per svolgere le attività più semplici, come la chat e la videoscrittura.
packard-bell-imax-mini-1.jpg

La struttura è compatta e può essere disposta in posizione verticale, per contenere ulteriormente gli spazi.
I veri punti di forza di questo sistema sono le ridotte dimensioni e le limitate richieste energetiche, oltre alla buona qualità video, per la riproduzione di foto, film e giochi entry-level. Tutto questo grazie alla combinazione tra i processori low power Intel Atom e la piattaforma di ultima generazione ION, studiata appositamente da nVidia per incrementare le performance grafiche rispetto alla tradizionale sezione video GMA950.

[tit:La struttura]imax mini è un NetTop con dimensioni minime, appena 200x210 mm circa, con uno spessore molto limitato (36 mm). La sagoma dello chassis è originale, con una struttura leggermente inclinata che conferisce dinamismo e un look moderno e gradevole. Lo chassis bicolore è di plastica e si è dimostrato robusto e ben rifinito. La maggior parte delle porte di comunicazione è alloggiata nella parte posteriore, dove troviamo quattro delle sei porte USB, l’output video VGA e HDMI, oltre al connettore LAN RJ-45. Sul lato superiore e sullo spigolo frontale sono alloggiate le rimanenti porte USB 2.0, mentre il piccolo profilo frontale incorpora un ingresso e un’uscita audio, per microfono e cuffie, il lettore per memorie Flash e una porta eSATA, molto utile per la connessione di unità disco esterne.

packard-bell-imax-mini-2.jpg

Grazie all’apposita base in dotazione è possibile scegliere se disporre imax mini in verticale o in orizzontale. La feritoia per evacuazione dell’aria calda è prevista sul fianco superiore, per facilitare la fuoriuscita di aria calda, mentre l’aspirazione avviene dal lato opposto. Il sistema di ventilazione interno è molto efficiente e silenzioso, solo raramente udibile. L’alimentazione è invece fornita da un compatto alimentatore esterno.

[tit:CPU e GPU]A livello di architettura, questo NetTop sfrutta il ben noto processore Intel Atom 230, con frequenza di 1,6 GHz, 512 KByte di cache integrata e un bus di 533 MHz.

packard-bell-imax-mini-7.jpg

Una volta rimosso il radiatore d'alluminio possiamo notare la piccola CPU Atom (sulla sinistra) e il chipset nVidia ION di dimensioni nettamente maggiori (sulla destra). Imax mini è praticamente identico al modello Aspire Revo, non stupisce perciò trovare la serigrafia Acer sulla motherboard.
Nonostante si tratti di una CPU modesta, il rapporto tra le prestazioni offerte e i consumi è ottimo, dato che l’unità ha un TDP massimo dichiarato di appena 4 W. La velocità di elaborazione generale è piuttosto limitata ed è possibile affermare che questo sistema può essere utilizzato solo per applicazioni basilari, come la videoscrittura e l’accesso alla chat e ai sistemi di Social Networking. Diversamente dalla maggior parte delle piattaforme Atom sinora analizzate però, imax mini può contare su un comparto grafico nettamente superiore, grazie all’adozione del chipset nVidia ION e della GPU 9400M, compatibile DirectX 10.

packard-bell-imax-mini-6.jpg
Tolta la ventola tachimetrica, possiamo osservare le ridotte dimensioni della placca metallica che raffredda CPU e GPU.
[tit:La piattaforma]Il processore grafico permette la codifica e l’encoding hardware con velocità molto elevate. Ciò permette la visione di filmati compressi MPEG e HD H.264 senza rallentamenti e con un carico della CPU moderato. La sezione 3D permette inoltre l’esecuzione di giochi in modo fluido, pur lavorando a risoluzioni basse e con un livello di dettaglio piuttosto limitato. La disponibilità di questa GPU garantisce un utilizzo piacevole degli applicativi grafici e del sistema come MediaCenter da salotto.

packard-bell-imax-mini-5.jpg
Una volta aperto il compatto case è possibile notare la notevole densità interna e l'attenzione posta nell'alloggiamento di ciascun dispositivo. Il disco fisso da 2,5" occupa gran parte dello spazio, mentre per la memoria sono presenti due moduli distinti da 1 GByte.
L’output HDMI e l’uscita multicanale 7.1 consentono di collegare moderni impianti audio e TV LCD/Plasma Full HD. La scheda sfrutta 256 di memoria dedicata tramite un bus a 128 bit e può allocare fino a un totale di 896 MByte in abbinamento al buffer di sistema.Packard Bell imax mini dispone di 2 GByte di memoria SDRAM DDR2, oltre a un disco fisso Hitachi HTS543216L9A da 160 GByte, 5.400 rpm e interfaccia Serial Ata 2. Manca invece il lettore ottico. Sul fronte della connettività di rete è disponibile un adattatore wireless compatibile con le specifiche IEEE802.11 a/b/g/n.

[tit:PC da gioco e per l’intrattenimento?]Osservando la dotazione hardware di imax mini e le possibilità d’impiego, possiamo certamente affermare che le potenzialità generali del sistema sono molto buone. Le dimensioni ridotte e i consumi generali di circa 20 – 30 W, classificano questo dispositivo come partner ideale per un ambiente ricreativo moderno.

packard-bell-imax-mini-3.jpg
La dotazione base prevede la disponibilità dell'unità principale, di una tastiera compatta e di un mouse (il controller da gioco è opzionale).
Alla prova dei fatti l’utilizzo come MediaCenter è abbastanza semplice e la qualità di riproduzione degli stream audio e video è di ottimo livello. Per poter sostituire egregiamente altri dispositivi tipici da salotto però, questa unità manca di un lettore ottico e di un sintonizzatore TV, elementi indispensabili per un sistema MCE. Imax mini può dunque affiancare soluzioni già esistenti e semplificare l’accesso a foto e file presenti sulla rete domestica, per esempio.

Sul fronte gaming, questa piattaforma non offre grandi potenzialità e sicuramente non deve essere paragonata alle console oggi in circolazione. Più semplicemente si tratta di un apparecchio per il gioco occasionale, per soddisfare i più piccoli e da intendersi come passatempo. La grafica dei giochi in bundle (Crazi Taxi 3 e Sonic Heroes) è infatti molto semplice e di scarso livello, se paragonata ai titoli disponibili oggi per console come XBox360 e Playstation3.

packard-bell-imax-mini-4.jpg

Il joypad wireless può essere orientato muovendolo liberamente (un pò come il Nintendo WiiRemote), ma si è dimostrato scomodo, decisamente poco pratico da usare. Il telecomando funziona a dovere per l’utilizzo delle funzioni relative al sistema MCE e a Windows, ma è poco sensibile e impreciso per pilotare i giochi. Nonostante diversi tentativi risulta molto complicato giocare in modo fluido, eseguendo i movimenti che si desiderano con precisione e nei tempi richiesti.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social