Sapphire Radeon HD 5870 Vapor-X, anche per Windows 7

Pubblicato il: 09/11/2009
Autore: Redazione ChannelCity

Potente scheda grafica per hardcore gamers e per chi desidera il massimo delle prestazioni con i giochi DirectX10 e un supporto grafico garantito dalla compatibilità con Windows 7 e le nuove Microsoft DirectX 11.

Dopo aver introdotto la famiglia di acceleratori basata sulle GPU Radeon HD 5000, Sapphire propone la propria versione con sistema di raffreddamento Vapor-X. L’annuncio della scheda Radeon HD 5870 Vapor-X, oggi disponibile per il test, avviene dopo appena poche settimane dal lancio dei prodotti a base AMD ATI di ultima generazione.

sapphire-radeon-hd-5870-vapor-x-1.jpgIl guscio esterno e la ventola utilizzati per questo modello appaiono, già a un primo sguardo, profondamente modificati rispetto al reference design ATI.
Questa scheda grafica si propone come soluzione al vertice, per hardcore gamer e la fascia d’utenza molto esigente. L’architettura di base è definita Terascale 2, capace di offrire un netto divario in termini di prestazioni rispetto alla generazione Radeon HD 4000. Si raggiungono infatti i 20 Gpixel/s e 2 TeraFlops per quanto riguarda la potenza di calcolo pura.

[tit:Specifiche]Per quanto riguarda le specifiche di base, il modello in prova non si differenzia in modo sostanziale dalla versione standard. La GPU adottata è stata completamente riprogettata rispetto alle precedenti Radeon HD 4xxx. Non si tratta infatti di una “semplice” riduzione del Die. Gli ingegneri ATI hanno posto particolare attenzione al miglioramento dei comparti più importanti dall’engine grafico, agli Stream Processor e le unità di elaborazione interne. A livello fisico, Radeon HD 5870 è realizzato con processo costruttivo a 40 nm e incorpora 2,15 miliardi di transistor.  

sapphire-radeon-hd-5870-vapor-x-3.jpg
Il sample Sapphire Vapor-X a confronto con la board di riferimento AMD ATI. Gli ingombri del sistema di raffreddamento dual slot sono gli stessi.Per quanto riguarda i clock di funzionamento, questo modello Sapphire offre qualcosa in più, grazie all’efficiente sistema di raffreddamento, che permette di alzare la frequenza di lavoro delle memorie e del processore grafico senza rischiare problemi di surriscaldamento o instabilità. In questo caso la GPU lavora a 870 MHz contro gli 850 MHz della versione standard, mentre i moduli di memoria GDDR5 hanno una frequenza base di 1.250 MHz (invece di 1.200 MHz). Nonostante si tratti di un modestissimo incremento di frequenze, la scheda offre comunque maggiore fluidità e il ridotto incremento di clock (2% per la GPU), consente un leggero spunto in più a risoluzioni elevate.

sapphire-radeon-hd-5870-vapor-x-2.jpg
Come per gli altri modelli della famiglia Radeon HD 5000, anche questo modello Sapphire offre il supporto EyeFinity per collegare fino a tre monitor simultaneamente. Nello specifico, il modello in prova dispone di due output DVI, uno HDMI e uno DisplayPort.L’architettura interna di questo processore grafico prevede la disponibilità di 20 unità Simd, ognuna dotata di con 16 thread processor, minuti di cinque core Stream, il totale degli Stream Processor è dunque di 1.600, il doppio rispetto alla generazione Radeon HD 4800. Tra le novità della nuova GPU, il supporto per le DirectX 11 che sono disponibili con Windows 7, oltre alla capacità di lavorare in ambiento OpenGL 3.1, OpenCL eDirectCompute, particolare che permetterà l’utilizzo delle GPU per operazioni di ogni tipo.

[tit:La scheda]A livello costruttivo, la scheda si propone esteticamente diversa rispetto agli altri campioni 5870 provati sinora. Il radiatore ha i medesimi ingombri di quello standard, ma sfrutta una ventola tachimetrica di dimensioni maggiori (90 mm) e nettamente più silenziosa.

sapphire-radeon-hd-5870-vapor-x-4.jpgUna volta rimosso il convolgiatore e sganciato il PCB, si accede all'elemento radiante, realizzato in alluminio (per quanto riguarda le lamelle) e in rame per la placca a contatto con la GPU e le tre heatpipe.Il PCB della scheda è invariato e il massimo consumo sotto stress è di ben 188 W, contro i 27 W in fase di idle. In ogni caso è richiesto un alimentatore sufficientemente potente e wattaggio superiore ai 550 W - 650 W. Sganciando il radiatore dalla scheda possiamo osservare la struttura lamellare in alluminio sulla quale è agganciata la ventola.

sapphire-radeon-hd-5870-vapor-x-5.jpgNel dettaglio la grossa placca di rame che entra in contatto con la superficie del chip ATI e ne permette un ottimale smaltimento del calore. Possiamo notare la pasta conduttiva utilizzata per facilitare la trasmissione del calore tra i due elementi, oltre ai gommini termici che assicurano un raffreddamento adeguato anche alle memorie.Il sistema Vapor-X, già analizzato in passato, sfrutta una camera di vapore in rame, in pratica si tratta di una placca a tenuta stagna, all’interno della quale un liquido appositamente studiato, permette lo spostamento del calore prodotto dalla GPU, continuando a passare da stato liquido a gassoso. La struttura si avvale anche di tre heatpipe, sempre di rame, che consentono un raffreddamento ottimale del processore e delle memorie GDDR5. Nel complesso, durante le nostre prove, abbiamo potuto apprezzare temperature sensibilmente più basse per quanto riguarda il Core della GPU, con valori di 61°C sotto stress continuo, circa 11°C in meno rispetto alla versione standard

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social