Intel Core i5

Pubblicato il: 17/01/2010
Autore: Daniele Preda

Le Cpu Core i5 sono caratterizzate dalle sigle 670, 661, 660 e 650, con frequenze comprese tra i 3,46 GHz e i 3,2 GHz. L'architettura interna prevede la disponibilità di due core e la possibilità di gestire fino a quattro Thread parallelamente, grazie alla tecnologia HyperThreading di Intel.

La roadmap Intel, che negli scorsi mesi ha portato all'annuncio delle CPU Core i7 serie 900 per LGA1366 e successivamente ai processori Core i7 e i5 su LGA 1156, prosegue con gli annunci di nuove soluzione per quest'ultimo Socket, con l'architettura Westmere, direttamente derivata da Nehalem. Mentre i processore Core i7 900 sono destinati alla fascia alta di mercato e le successive CPU su Socket LGA1156 siano proposte a prezzi sensibilmente più bassi, le nuove CPU e le relative piattaforme, sono pensate per l'utenza mainstream, a cavallo con la fascia media.
intel-core-i5-661-4.jpgNel dettaglio la CPU in prova: Intel Core i5 661 per Socket LGA1156Tra le innovazioni più rilevanti, i processori Westmere, di cui abbiamo in prova il modello Core i5 661, sono realizzati con un processo costruttivo a 32 nm. Nello specifico la famiglia di prodotti in questione è destinata al mercato desktop ed è denominata Clarkdale, mentre esiste anche una famiglia per notebook: Arrandale.

[tit:Core i5]Nello specifico i nuovi Core i5 annunciati sono caratterizzati dalle sigle 670, 661, 660 e 650, con frequenze comprese tra i 3,46 GHz e i 3,2 GHz. L'architettura interna prevede la disponibilità di due core e la possibilità di gestire fino a quattro Thread parallelamente, grazie alla tecnologia HyperThreading di Intel. Tra i processori annunciati, anche la nuova famiglia Core i3, con frequenze inferiori e privi della tecnologia Turbo Boost di Intel, che consente un aumento automatico della frequenza di funzionamento nel caso le condizioni termiche lo consentano.
intel-core-i5-661-3.jpgLa CPU in prova si caratterizza per una frequenza operativa base di 3,33 GHz, che può arrivare sino a 3,6 GHz sfruttando il sistema Turbo Boost, già introdotto da Intel con le famiglia Core i7 900. In condizioni standard, il processore ha un consumo di 87 W, anche se è prevista la versione Core i5 660 che ha un TDP di 73 W (versione caratterizzata da una frequenza massima della GPU interna più limitata). Come aspetto comune i modelli annunciati, la cache di secondo livello direttamente integrata nel die è di 4 MByte. Il controller per le memorie, come già per l'architettura Nehalem, è integrato nel processore e consente di supportare moduli SDRAM DDR3 sino a una frequenza di 1.333 MHz.

[tit:GPU integrata]Tra le novità che sicuramente attraggono maggiormente l'attenzione su questi nuovi processore Intel, c'è la disponibilità di una GPU integrata direttamente nello stesso package, anziché integrata nel chipset della motherboard. Di fatto, nello stesso involucro sono stati assemblati i due die, interconnessi tra loro tramite bus QPI e, mentre quello della CPU è a 32 nm, la GPU è realizzata a 45 nm. In termini di potenza, la sezione video è una versione rivista e aggiornata delle precedenti GM45 e G45, dotata di 12 Execution Unit (2 in più rispetto alla generazione più vecchia) e capace di supportare gli applicativi strutturati per le API DirectX10 e OpenGL 2.1. A livello di frequenze di lavoro, il processore grafico interno può spingersi sino a 900 MHz, invece degli 800 MHz di G45/GM45, mentre la massima memoria sale da 768 Mbyte a 1,7 GByte.
intel-core-i5-661-7.jpg
La soluzione prevede l'accostamento tra CPU con GPU integrata e i chipset di nuova generazione Intel serie 5.Intel propone dunque una GPU per l'utenza che non richiede specifiche prestazioni per il gioco o l'esecuzione di pesanti applicativi grafici, ma piuttosto un acceleratore flessibile per gli utilizzi basilari e da ufficio. È comunque possibile riprodurre con ottima fluidità video MPEG2, AVI e filmati in alta definizione H.264 e Blu-Ray fino a 1.080p, con un ridotto carico per il processore. Nello specifico, la presenza di un video decoder duale consente di trattare simultaneamente due stream HD e la capacità di elaborare il segnale colore con profondità a 12 bit consente maggiore qualità generale.
intel-core-i5-661-5.jpgGli output video comprendono, oltre ai tradizionali VGA e DVI, la possibilità di interfacciarsi ai dispositivi esterni tramite HDMI e DisplayPort, per poter sfruttare sia il video in alta definizione, sia il supporto audio multicanale a 24 bit e 96 KHz.[tit:Piattaforma]Per le prove abbiamo ricevuto da Intel la piattaforma Desktop Board DH55TC, dotata del nuovo Intel H55 Express Chipset. Si tratta di una motherboard micro-ATX con supporto per le più recenti CPU su LGA1156 e capace di supportare le tecnologie proprietarie Intel Turbo Boost e Hyper-Threading. L'inserimento della GPU e del controller per le memorie direttamente nel processore principale ha semplificato sensibilmente il design della scheda madre e ha consentito una ridistribuzione dei componenti discreti e delle piste di interconnessione.
intel-core-i5-661-6.jpgLo schema esemplifica la precedente generazione (a sinistra), con l'attuale piattaforma con GPU e Memory Controller integrati (destra).
Di fatto, la circuiteria che attornia il Socket è molto ridotta e la circuiteria relativa ai regolatori di tensione è molto ridotta e più ravvicinata allo zoccolo per CPU. Il radiatore per i nuovi Core i5 ha un'altezza ridotta ed è stato rastremato nella parte inferiore, questo consente di raffreddare al meglio anche i componenti discreti in prossimità del Socket, garantendo un'elevata stabilità al sistema.Gli slot per le memorie sono quattro e consentono di inserire altrettanti moduli di tipo SDRAM DDR3, per un massimo di 16 GByte. Sul fronte dell'espandibilità interna sono allineati uno zoccolo PCI Express x16, per schede grafiche discrete, due PCI Express x1 e un'ormai datato PCI 32 bit. Nonostante le dimensioni ridotte, la dotazione è di tutto rispetto. Sono infatti disponibili un adattatore Gbit LAN, un codec sonoro HD Azalia Compatibile a 5.1 canali e 12 porte USB 2.0, di cui 6 già saldate sul PCB.
intel-core-i5-661-1.jpgIntel Desktop Board DH55TCTra le uscite, sono disponibili una porta PS/2 condivisa tra tastiera e mouse, output video VGA, DVI e HDMI, mentre internamente sono presenti gli header per seriale e porta parallela. Se da un lato non è disponibile alcun canale per dischi e unità interna Parallel Ata, la DH55TC offre sei porte Serial Ata, comprese due eSATA.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social