Asus uBoom

Pubblicato il: 24/01/2010
Redazione ChannelCity

Potente diffusore per notebook realizzato in alluminio e dedicato a chi desidera amplificare le potenzialità del proprio sistema portatile e sfruttare al massimo videogiochi e musica.

Asus uBoom è un diffusore che incorpora una base per sollevare il notebook ed è destinato all'utenza di sistemi portatili. Si tratta di un sistema per amplificare il suono proveniente dal proprio portatile, pratico da usare e con un design moderno e pensato per i giovani. La struttura principale è realizzata in alluminio e ha dimensioni di 135x595x90 mm (per un peso di 3 Kg), è appositamente studiata per funzionare come base d'appoggio di sistemi portatili anche di ampia diagonale.
asus-uboom-2.jpgIl diffusore è costituito da un unico blocco e non ha parti rimovibili. Internamente sono presenti due speaker da 2" agli estremi, per riprodurre le frequenze più alte, oltre a un subwoofer da 2,5", per una potenza complessiva di 24 W. La risposta in frequenza dichiarata compre un range di 20 Hz – 20 KHz. Per la riproduzione sonora è possibile interfacciare le periferiche tramite la porta USB, appositamente pensata per sistemi notebook e facile da installare. Utilizzando un PC con Microsoft Windows XP o successivi, infatti, non è necessario alcun driver, dato che uBoom verrà riconosciuto automaticamente e l'audio sarà pilotabile tramite il pannello delle proprietà della sezione audio di sistema. Non manca tuttavia l'input mini-jack, che consente di collegare qualsiasi sorgente, dai diffusi lettori MP3 alle Console, ai player da tavolo.
asus-uboom-1.jpgLe prove svolte hanno messo in evidenza la buona potenza generale e l'ottima separazione dei canali. Il suono è preciso, con un posizionamento dei diversi strumenti chiaro e puntuale. Le frequenze basse sono incisive e consentono un'esperienza multimediale più coinvolgente, soprattutto durante la riproduzione di film e il gioco.

Sul fronte dell'ergonomia d'uso, uBoom si è dimostrato facile da installare e usare, anche se le dimensioni complessive sono piuttosto importanti e potrebbero limitarne l'uso e il trasporto. Per quanto riguarda il prezzo, il prodotto in prova risulta sensibilmente più costoso di una soluzione 2.1 di pari potenza.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social