Sapphire Pure CrossFireX 890GX

Pubblicato il: 01/05/2010
Daniele Preda

Una motherboard per microprocessori AMD su Socket AM3 dotata di numerose porte di comunicazione e slot di espansione interna che consente di ampliare le potenzialità della configurazione senza troppe difficoltà.

Sapphire Pure CrossFireX 890GX è una motherboard di recente introduzione, pensata per la gestione di processori AMD, in abbinamento alle veloci memorie DDR3. Il nuovo chipset 890GX, che equipaggia questo modello, permette l'integrazione di CPU Athlon II e Phenom II, grazie alla disponibilità del Socket AM3.
sapphire-pure-crossfirex-890gx-6.jpgÈ pertanto possibile alloggiare i più economici Athlon II X2 / X3 e X4, oppure i più potenti microprocessori multi-core Phenom II X4, oltre ai versatili X6 recentemente annunciati. Grazie all'ampio supporto di CPU e al formato ATX, questa scheda offre ottime possibilità per la realizzazione di PC e workstation, orientate prevalentemente verso l'ambiente home.

[tit:Espandibilità]Grazie al controller integrato nelle CPU AMD AM3 è possibile gestire moduli di memoria SDRAM DDR3 con frequenze sino a 1,3 GHz. Nel dettaglio la motherboard in test può ospitare sino a 8 GByte di RAM installata simultaneamente. Pure CrossFireX 890GX ha un layout piuttosto particolare e diverso dalle motherboard con medesimo chipset analizzate in precedenza. Oltre allo slot PCI 32 bit e a quello PCI Express x1, la scheda propone due PCI Express x16 che tuttavia sono indirizzabili solamente in modalità x8, se utilizzati contemporaneamente.
sapphire-pure-crossfirex-890gx-5.jpgPer poter sfruttare lo slot primario a piena velocità (x16) e installare schede video ad alte prestazioni, è necessario inserire la Switch Card in dotazione nello slot secondario, di colore blu. Nel complesso è possibile sfruttare la motherboard per realizzare PC con sottosistemi CrossFireX, anche se gli slot lavoreranno in modalità x8.
sapphire-pure-crossfirex-890gx-3.jpgMolto interessante la disponibilità di uno slot mini PCI Express, frapposto tra gli slot PCI-E x1 e x16. Questo consente di integrare controller dedicati di minuscole dimensioni, come per esempio adattatori Bluetooth e Wireless, solitamente adottati per sistemi notebook o nettop.

[tit:Finiture]Questa board Sapphire si propone a una vasta platea di pubblico, dall'integratore, per la costruzione di PC da ufficio e workstation entry-level, all'utenza privata. In fase di realizzazione si è lavorato per mantenere alto il livello qualitativo, anche tramite una serie di dettagli produttivi. La motherboard dispone infatti di un sistema di raffreddamento passivo a heatpipe, per il NorthBridge 890GX e il gruppo di transistor VRM. Il SouthBridge sfrutta invece un piccolo radiatore in alluminio a basso profilo.
sapphire-pure-crossfirex-890gx-4.jpg
La board non manca un controller per floppy disk e di pulsanti per l'accensione e il reset direttamente saldati sul PCB. Nel dettaglio il doppio display a 7 segmenti e le sei porte Serial Ata 3.La disposizione delle porte interne prevede l'alloggiamento del connettore ATA UDMA e di quello Floppy lungo il perimetro della scheda. Il profilo inferiore ospita quattro header USB, oltre alla porta seriale COM1 e alle uscite/ingressi audio per il pannello frontale. Tra i pochi nei di questa scheda madre, segnaliamo il posizionamento "sconveniente" delle sei porte Serial Ata 3, saldate lungo il profilo interno e leggermente sfalsate rispetto ai due connettori PCI Express x16. La posizione non è tuttavia delle migliori, dato che installando nel primo slot una scheda video piuttosto ingombrante, come Radeon HD 5870, le prime due porte seriali diventano praticamente inutilizzabili. Il problema si sarebbe potuto aggirare installando connettori Serial Ata con orientamento a 90° rispetto al PCB, come avviene per altre soluzioni che abbiamo provato.
sapphire-pure-crossfirex-890gx-1.jpgTutti gli header interni sono allienati nella sezione inferiore della motherboard, assieme al pulsante "Audio 3D".In prossimità dell'ultimo slot di espansione (quello PCI), Sapphire ha integrato il pulsante per inserire e disinserire la funzione audio 3D. Serve per attivare, in base alle preferenze dell'utente, il circuito che consente l'enfatizzazione delle frequenze al di sotto dei 100 Hz e comprende appositi filtri sonori e amplificatori non invertenti dedicati. Il risultato che si ottiene è notevole, con un incremento della gamma sonora riprodotta e un netto miglioramento in termini di spazialità del suono, soprattutto nei videogiochi e nei film.

[tit:Dettagli]Pure CrossFireX 890GX incorpora inoltre una coppia di display a 7 segmenti che permettono di visualizzare lo stato della board, dal post successivo al boot, alle diverse fasi di caricamento del sistema operativo e di utilizzo. Ciò consente una diagnostica precisa e veloce in caso di problemi di avvio o stabilità. Appositamente per i più esperti e i tuner hardware, sono stati saldati direttamente sul PCB dei piccoli switch per accendere il sistema, per imporre il reset e per azzerare le impostazioni del bios.
sapphire-pure-crossfirex-890gx-2.jpgNel dettaglio sono evidenziate le porte di comunicazione esterne del modello in prova, subito a ridosso dei connettori si possono notare i radiatori con heatpipe e la porta a 8 pin per l'alimentazione ausiliaria della CPU.Sul fronte dell'alimentazione di sistema, oltre al tradizionale connettore 24 pin ATX, è disponibile il doppio connettore 4+4 pin per la tensione ausiliaria a 12 V diretta verso la CPU. L'impiego di una simile presa, invece della tradizionale a 4 pin, permette l'afflusso di maggiore corrente, assicurando più stabilità di sistema e possibilità di overclock, oltre al supporto per processori da 140 W. Per stabilizzare ulteriormente il PC e garantire tensioni di lavoro continue, è possibile connettere un molex a 4 pin del proprio alimentatore alla porta J2, situata vicino al primo canale PCI-E x16.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social