Sapphire Radeon HD 5550

Pubblicato il: 09/08/2010
Daniele Preda

La nuova GPU di casa AMD ATI equipaggia questa scheda video economica, ideale per sistemi a basso consumo e per postazioni domestiche entry level. Il supporto Eyefinity e DirectX 11 assicurano la piena compatibilità con i titoli più diffusi.

Sapphire Radeon HD 5550 è una scheda video del segmento value-mainstream e si caratterizza per le buone specifiche generali e per un prezzo di commercializzazione piuttosto abbordabile. Si tratta dell'ennesima declinazione della vincente architettura che sta alla base della famiglia Radeon HD 5000. Con tutti gli altri modelli, dunque, condivide caratteristiche basilari, quali la compatibilità con le API DirectX 11, il supporto per il calcolo Direct Compute 11 e ATI Stream, oltre alla gestione multi monitor Eyefinity.
sapphire-radeon-hd-5550-1.jpgA livello di architettura, Radeon HD 5550 sfrutta una GPU a 40 nm, dotata di 320 Stream Processor e contraddistinta da una frequenza operativa di 550 MHz. La scheda è in grado di erogare una potenza pura di 352 GFlops. Pur trattandosi di una scheda di fascia economica, il produttore ha scelto di integrare 512 MByte di memoria di tipo SDRAM GDDR5, anziché le più economiche DDR3, solitamente adottate in questo segmento di mercato.
Esiste in ogni caso la versione con memorie DDR3, con frequenze inferiori e performance generali più limitate. Le RAM lavorano a una frequenza nativa di 1 GHz, pari a un data rate effettivo di 4 GHz.

[tit:Dettagli e consumi]La scheda si propone dunque come soluzione economica e a basso consumo rispetto ad HD 5570 e 5670, indicata per l'assemblaggio di sistemi HTPC, grazie anche alle uscite video DVI, DP e HDMI con audio Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio.
sapphire-radeon-hd-5550-3.jpgLa scheda sfrutta un PCB relativamente corto ma con altezza piena, il dissipatore è compatto ma l'elemento radiante e la ventola occupano lo spazio di due slot.A livello di PCB, la scheda utilizza un design full size, in termini di altezza, anche se risulta sufficientemente compatta per l'integrazione in case desktop e minitower. Anche i consumi sono modesti, con 39 W in fase di utilizzo standard e appena 9,7 W in idle.
Il sistema di raffreddamento utilizzato prevede l'impiego di un radiatore Artic Cooling. Si tratta di un monoblocco di alluminio, opportunamente raffreddato da una ventola a basso profilo, molto silenziosa. Le temperature rilevate sotto stress superano difficilmente i 70 gradi.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social