Shuttle SH55J2

Pubblicato il: 13/09/2010
Autore: Daniele Preda

Il sistema barebone proposto da Shuttle si differenzia per le dimensioni compatte, le ottime finiture e un prezzo d'acquisto piuttosto invitante. La board interna consente di installare potenti processori Intel Core i3/5 e i7, oltre a schede video con radiatore dual slot.

Shuttle SH55J2 è un barebone di fascia media, concepito per assecondare le richieste degli utenti domestici e di chi vuole un PC versatile e compatto allo stesso tempo.
Come già visto in altri casi, una configurazione barebone prevede la struttura principale sulla quale installare i componenti che si sono scelti per realizzare un personal computer. SH55J2 comprende il case, l'alimentatore e la motherboard, con il relativo sistema di raffreddamento e il set completo di cavi necessari per far funzionare la macchina.
shuttle-sh55j2-1.jpgSi tratta di un sistema piuttosto compatto, che misura solamente 333x215x204 mm e sfrutta una scocca in alluminio nero spazzolato. È perciò molto elegante e facilmente integrabile in ogni ambiente, in base al tipo di utilizzo che si desidera fare.
La flessibilità di questo prodotto Shuttle è probabilmente l'aspetto più interessante. In base ai componenti integrati, è possibile realizzare un PC per giocare, un sistema tuttofare o una macchina HTPC da mettere in salotto e collegare alla TV. SH55J2 possiede, per così dire, mille sfaccettature, che possono essere rivelate in base alle richieste dell'utente (e al budget previsto per l'aggiunta dei pezzi).

[tit:Aspetto esteriore e connessioni]Questo compatto PC appare ben congegnato, compatto ed elegante allo stesso tempo. Il lato frontale è di plastica nera lucida, dettaglio che impreziosisce lo chassis e permette di nascondere agevolmente periferiche e porte di comunicazione. Una piccola paratia cela il drive da 5,25" interno e ne permette l'accesso scivolando al di sotto del cassetto del DVD-Rw. Proprio per questo non è consigliato l'utilizzo di un masterizzatore/lettore di tipo slot-in, cioè sprovvisto di cassetto motorizzato.
Oltre ai LED di stato, il frontale incorpora il pulsante di accensione che è di fatto la "X" della dicitura XPC, manca invece il tasto di reset. Un'ulteriore striscia in plastica nasconde le porte di comunicazione, tra queste due USB, una eSATA+USB, un ingresso microfonico, l'uscita per le cuffie e il lettore 4 in 1 per moduli Flash Card.
shuttle-sh55j2-2.jpgL'intera struttura esterna è in alluminio ed è costituita da un unico pezzo, che deve essere rimosso completamente per accedere alle parti interne del PC. La sezione posteriore mostra aree traforate per l'espulsione dell'aria calda e prevede una sezione di porte I/O lungo il profilo inferiore.
Tra queste, altre quattro USB 2.0, l'output video VGA/HDMI, quello sonoro 7.1 e la porta LAN Gbit. Per semplificare il ripristino della configurazione in caso di malfunzionamenti o di modifica impropria dei parametri, sempre in prossimità delle porte posteriori è stato integrato un piccolo pulsante per il reset delle impostazioni del Bios.

[tit:Piattaforma hardware]Shuttle SH55J2 è particolarmente evoluto sotto il profilo tecnico e incorpora la più recente piattaforma Intel per processori LGA1156. Il PCH H55 è il chip di gestione che si occupa di controllare le risorse relative alle periferiche, alle porte di comunicazione e al processore.
shuttle-sh55j2-3.jpgÈ possibile installare CPU Core i3, i5 e i7, in funzione delle necessità specifiche e dell'utilizzo che intendiamo fare del PC. Tutta la famiglia di processori Intel incorpora il controller per le memorie DDR3 ed è possibile gestire moduli SDRAM fino alla frequenza standard di 1.333 MHz (1.600 MHz in modalità di overclock). I quattro banchi presenti sulla motherboard consentono di installare sino a 16 GByte con moduli da 4 GByte cadauno. 

Per quanto riguarda la sezione video, la motherboard ospita i collegamenti fisici e i bus di gestione necessari per il funzionamento delle GPU Intel integrate nella serie di processori Core i3 e Core i5.
Se invece intendiamo usare i più potenti Core i7 o preferiamo acceleratori grafici più veloci, è disponibile un canale PCI Express x16, affiancato da uno PCI 32 bit. Lo spazio a disposizione permette di installare schede video con sistema di raffreddamento dual slot e con misure anche piuttosto rilevanti.
È possibile integrare la maggior parte delle schede della famiglia Radeon HD 4000 e quelle di fascia mainstream della serie HD 5000. Al di là dello spazio effettivo sarà comunque necessario tenere conto delle richieste energetiche di tutta la piattaforma, dato che il compatto alimentatore interno può concedere solo 300 W al massimo.
shuttle-sh55j2-4.jpgSi tratta di un'unità certificata 80 Plus Bronze, molto silenziosa e capace di erogare 16 A su entrambe le linee a 12 V di cui dispone.
Non è una grande potenza, se pensiamo agli oltre 30 A necessari per avviare una GeForce GTX 280/285. È comunque sufficiente per poter gestire processori Intel multicore e GPU di fascia media, come GeForce GT240/250, oppure Radeon HD 5670/5770.

[tit:Assemblaggio]Alla prova dei fatti, SH55J2 si è dimostrato piuttosto comodo da installare, pur considerando che è necessaria una certa esperienza e una buona manualità per portare a termine l'operazione.
Una volta rimosso il cestello frontale per la singola unità da 5,25" e le due da 3,5", è possibile accedere alla motherboard e, per prima cosa, installare il processore. Si possono integrare processori con potenza massima di 95 W, come ci viene ricordato dall'etichetta riportata sul blocco CPU. Tale dissipatore fa uso di una placca da fissare sopra il processore e quattro heatpipe direttamente connesse a un compatto elemento radiante ancorato sul lato posteriore.
Questo sistema consente di decentrare rapidamente il calore prodotto e di spostarlo verso la periferia del case, l'aria calda generata viene spinta fuori dal cabinet tramite una ventola tachimetrica termoregolata. 
shuttle-sh55j2-6.jpgNel particolare il sistema di raffreddamento del microprocessore. La ventola dedicata si occupa di smaltire il calore prodotto dal radiatore e di evacuare l'aria calda in eccesso presente all'interno del case.L'inserimento dei moduli di memoria e delle schede addizionali non comporta particolari problemi, a patto di fare attenzione agli ingombri.
Risulta infatti piuttosto complicato installare banchi di RAM con dissipatori in alluminio più alti della misura standard del PCB del modulo. Per quanto riguarda le schede PCI Express e PCI, non ci sono grosse difficoltà se si installano schede con lunghezza massima di 260 mm.
shuttle-sh55j2-5.jpgUna volta rimosso il cestello dei dischi è possibile lavorare in modo piuttosto agevole e installare CPU, RAM e schede addizionali.Il fissaggio dei drive è facilitato dalla possibilità di rimuovere l'intero cestello superiore. Oltre all'unità da 5,25", si possono installare due hard disk da 3,5" nella parte inferiore della struttura, anche se consigliamo di utilizzare un solo drive, per migliorare il raffreddamento e l'aspirazione dell'aria fresca dal lato frontale. Non è previsto alcun sistema di fissaggio per unità da 2,5" e dischi SSD.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social