VMware ESX: il primo hypervisor certificato Microsoft

Pubblicato il: 05/09/2008
Daniele Preda

VMware pone le basi per una più ampia penetrazione del mercato offrendo ai clienti accesso al supporto per tutte le più importanti applicazioni Microsoft, tra cui Microsoft Exchange Server, SQL Server, SharePoint Server, in ambiente virtuale.

VMware ha annunciato che il suo hypervisor VMware ESX, ha superato il Server Virtualization Validation Program (SVVP) di Microsoft. In particolare, VMware ESX 3.5 update 2 (ESX 3.5u2) è il primo hypervisor ad essere stato considerato nel programma. Questo consente ai clienti VMware che utilizzano Windows Server ed applicazioni Microsoft, di accedere a un supporto congiunto da parte di Microsoft e VMware.

Il Server Virtualization Validation Program di Microsoft permette a VMware e ad altri produttori software di testare e convalidare il proprio software di virtualizzazione per usare Windows Server 2008 e le precedenti versioni di Windows Server. Nell'ambito di questo programma, Microsoft offre supporto tecnico congiunto a clienti che utilizzano Windows Server su software di server virtualization certificati e non-Microsoft, come ad esempio VMware ESX 3.5 update 2. I clienti che hanno accesso al supporto e utilizzano su VMware ESX Server 3.5u2 applicazioni basate su Windows Server, possono ricevere supporto tecnico congiunto da Microsoft. VMware offre anche un livello aggiuntivo di protezione, al di fuori del Server Virtualization Validation Program di Microsoft, ai clienti che si rivolgono direttamente all'azienda per il supporto. Questa protezione aggiuntiva fa parte del contratto VMware Premier Support con Microsoft, che permette a VMware di far scalare problematiche applicative rapidamente e di lavorare direttamente con gli ingegneri Microsoft per una veloce risoluzione.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social