Cisco: 1 azienda su 4 si disinteressa delle policy di sicurezza

Pubblicato il: 17/11/2008
Redazione It channel

Una ricerca commissionata da Cisco analizza le policy di sicurezza aziendali mettendole in relazione con i rischi legati al Data Leakage.

Cisco ha annunciato i risultati della seconda fase di uno studio, condotto da InsightExpress, relativo alla perdita di dati (Data Leakage), che rivela la diffusione e l'efficacia delle policy di sicurezza nelle aziende e le motivazioni che spingono gli impiegati a non rispettarle o al contrario ad adeguarsi. Lo studio permette ai team IT di individuare i rischi alla sicurezza comuni agli impiegati in modo che possano creare policy specifiche che rispecchino ciò di cui hanno realmente bisogno le persone per lavorare. I risultati relativi alle policy di sicurezza aziendale derivano da interviste effettuate a oltre 2.000 impiegati e professionisti IT di 10 paesi: Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Germania, Italia, Giappone, Cina, India, Australia e Brasile. La ricerca ha riscontrato che la maggior parte delle aziende (77%) ha attuato delle policy e che l'assenza di policy di sicurezza è maggiormente diffusa in Giappone (39%) e in Inghilterra (29%), mentre in Italia la policy e' assente nel 23% dei casi. Comunque sia, la ricerca rileva che, anche nel caso in cui le aziende abbiano implementato delle policy, gli impiegati spesso non le rispettano o le ignorano. Oltre la metà degli impiegati intervistati ha ammesso di non aderire alle policy di sicurezza aziendale. Tra tutti i paesi, la Francia (84%) ha la percentuale più elevata di impiegati che hanno ammesso di non rispettare le policy, occasionalmente o costantemente. Migliore la situazione in Italia, dove il 46% degli intervistati ha ammesso di non aderire alla policy.
Secondo la ricerca, le violazioni non riguardano solo le aziende in questione. Il dato più preoccupante è rappresentato dal fatto che tra i responsabili IT intervistati che hanno a che fare con violazioni delle policy da parte degli impiegati, 1 su 5 ha dichiarato che tali incidenti sono risultati successivamente in perdita dei dati dei clienti.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social