Il sottosegretario Romani apre Broandband Business Forum – Expo Comm Italia

Pubblicato il: 02/12/2008
Redazione IT Channel

Questa mattina ha preso ufficialmente il via BBF - EXPO COMM il più importante appuntamento dell'anno con l'Information and Communication Technology (ICT), in programma alla Fiera di Roma fino al 4 dicembre.

Il taglio de nastro della 3 giorni romana dedicata all'ICT, al quale hanno partecipato Ned Krause (presidente EJ Krause), Luigi Mastrobuono (Amministratore delegato Fiera di Roma), Gianluigi Ferri (presidente Wireless), Roberto Napoli (Commissario Agcom) e il dottor Marchetti della Regione Lazio, è spettato a Paolo Romani, Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni. 

il-sottosegretario-romani-apre-broandband-business-1.jpg


"BBF- EXPO COMM" ha dichiarato Paolo Romani "capita in un momento importante per il Governo che sta investendo in modo importante nelle NGN (new generation network). Questa manifestazione è un appoggio alla nostra attività, è un bene che questo evento si sia svolto in Italia".
"Abbiamo sostenuto BBF - Expo Comm" il commento di Roberto Napoli, Commissario Agcom "nonostante la crisi del settore, un momento di difficoltà che riteniamo passeggero. Ecco perchè questi 3 giorni saranno dedicati alla riflessione e al confronto: contribuiranno alla crescita del settore e dell'Italia". Il sottosegretario Romani ha partecipato alla prima tavola rotonda della manifestazione capitolina: "L'Italia delle reti: le sfide del prossimo futuro tra scorporo della rete, nuovi servizi per lo sviluppo del business e la difesa della neutralità. Scenari e aspetti regolatori"
.il-sottosegretario-romani-apre-broandband-business-2.jpg

Dalla discussione sono emersi alcuni numeri significativi sulle telecomunicazioni fissa e mobile. In Italia, secondo recenti stime di mercato, sulla rete fissa ci sarebbe un movimento di 1 mln di terabyte mentre su quella mobile ne verrebbero scambiati 25mila. La banda del fisso raddoppia ogni anno, quella del mobile circa 2/3 volte ma partendo da dati più bassi. Questi numeri indicano una crescente propensione della gente a utilizzare il wireless, tecnologia che necessiterà di una nuova infrastruttura di rete fissa per essere sostenuta adeguatamente; per realizzare la nuova rete bisognerà tenere conto dei costi che gli operatori dovranno sostenere per questo investimento; attualmente, il costo della banda larga per cliente varia dai 300 ai 500 euro nelle metropoli e cresce andando nelle aree periferiche con bassa densità di popolazione dove si toccano picchi di 30mila euro a persona. E' stata sottolineata la necessità di una regolamentazione che garantisca un ritorno di investimenti agli operatori impegnati in questa attività.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social