Symantec Endpoint Encryption 7.0 quando la protezione è estesa

Pubblicato il: 20/03/2009
Redazione ChannelCity

Il software, disponibile in tre specifiche versioni, offre un sistema di sicurezza scalabile per prevenire gli accessi non autorizzati sugli endpoint mediante tecnologie di controllo e cifratura degli accessi stessi.

Una tra le principali cause di perdita di dati sensibili è il furto del notebook o la accidentale perdita dei supporti storage, come risulta dallo studio Symantec Internet Security Threat Report.
La quantità di dispositivi endpoint ai quali viene accordato l'accesso alle risorse aziendali è infatti in netto aumento, e questo determina la crescente necessità di garantire in maniera adeguata la sicurezza e la cifratura di ogni singolo endpoint, tutelando le imprese dai potenziali rischi legati alla perdita delle informazioni.
Ora Symantec ha presentato Symantec Endpoint Encryption 7.0, una soluzione software che fornisce funzioni di cifratura per desktop, notebook e dispositivi removibili che tradotto significa un sistema di sicurezza scalabile per prevenire gli accessi non autorizzati sugli endpoint mediante tecnologie di controllo e cifratura degli accessi stessi. Trasparenti all'utente finale, le funzioni di cifratura e autenticazione hanno un impatto minimo sulle prestazioni e sono rese disponibili attraverso una console di amministrazione centralizzata grazie alla quale è possibile installare e gestire centralmente la capacità di cifratura degli endpoint.
La versione 7.0 di Symantec Endpoint Encryption include anche il supporto dei client non gestiti da Active Directory e dei client Novell eDirectory, oltre a funzionalità di amministrazione per client non appartenenti al dominio.
I miglioramenti introdotti interessano anche la cifratura dei supporti removibili: Symantec Endpoint Encryption, infatti, ha opzioni in termini di portabilità dei dati, inclusi archivi generati dall'utente contenenti file che si decomprimono in modo autonomo. I certificati utente possono essere utilizzati per controllare gli accessi ai dati cifrati condivisi da uno specifico gruppo di utenti.
Le funzioni integrate per la produzione di report di verifica permettono di rispondere ai requisiti normativi che impongono di provare l'avvenuta cifratura delle informazioni: Symantec Endpoint Encryption 7.0 è certificato FIPS 140-2. I clienti possono scegliere tra la cifratura dei supporti storage removibili e quella dei dischi.
La soluzione è progettata per tutelare i dati presenti sull'hard disk di computer basati su Windows, così come la soluzione è stata progettata per proteggere tutte le informazioni residenti su dispositivi USB, FireWire, Compact Flash, iPod e altri dispositivi storage e media removibili.
Symantec Endpoint Encryption è disponibile in tre versioni - Symantec Endpoint Encryption (che include entrambe le versioni Full Disk e Removable Storage), Symantec Endpoint Encryption - Full Disk Edition e Symantec Endpoint Encryption - Removable Storage Edition

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social