Focelda distribuisce lo storage Edimax

Pubblicato il: 06/07/2009
Autore: Redazione ChannelCity

Focelda completa la sua offerta storage con i nuovi NAS Storage Server di Edimax, due modelli ad alta velocità in grado di immagazzinare grandi quantità di dati e di funzionare come media server.


Da Edimax Technology lo storage server NS2502 che a partire dal mese di agosto verrà distribuito da Focelda, realtà distributiva affermata nel Sud della penisola, particolarmente nell'area campana.
La nuova soluzione Edimax ha caratteristiche di rete ad alta velocità, attraverso le quali gli utenti possono aumentare la propria capacità di storage e condividere files o media all’interno della stessa LAN. Il Nas Storage Server di Edimax è installabile semplicemente connettendolo alla rete attraverso una connessione Gigabit Ethernet. Edimax NS-2502 dispone di uno spazio per due Hard Disk SATA da 3.5” fino ad un massimo di 1 TB per bay. Il prodotto può funzionare anche da media server: all’interno presenta un server iTunes accessibile attraverso un software da ogni PC client, rendendo possibile la ricerca e la lettura di musica direttamente dal proprio iPod.
Inoltre attraverso lo standard DLNA e l’UPnP gli utenti possono condividere files multimediali contenuti sia all’interno del server sia su dispositivi di storage esterni, grazie alle due porte USB, poste sulla parte frontale del NAS Storage Server.
NS 2502 supporta inoltre il download via FTP/http e BitTorrent (P2P) che permette di scaricare ininterrottamente anche quando il computer è spento. L’”Hardware Release” e il tasto COPY permettono agli utenti di disconnettere i dispositivi esterni USB o copiare direttamente i contenuti dal dispositivo all’ Hard Disk collegato.
Per garantire la gestione e la condivisione dei contenuti Edimax NS2502 offre differenti livelli di sicurezza, attraverso l’utilizzo di una password e con la possibilità di personalizzare l’accesso dell'amministratore/user ai vari contenuti.
Edimax NS2502 sarà disponibile a partire da agosto.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social