Google Dashboard, il cruscotto che tiene monitorato i dati personali dell'accout Google

Pubblicato il: 07/11/2009
Autore: Redazione ChannelCity

Google Dashboard è una pagina riepilogativa che mostra tutti i dati associati al proprio account Google. Con il nuovo servizio è possibile tenere d’occhio le informazioni sensibili che si mettono in rete con il proprio Google account, decidendo cosa condividere o meno.

Google Dashboard, come suggerisce la parola stessa, è un “cruscotto” tramite cui è possibile tenere d’occhio i dati personali associati al proprio Google account, quindi potenzialmente visualizzabili online.
Per ogni prodotto Google al quale si è registrati è presente un link alle impostazioni personali, per gestire il livello di privacy preferito.
La dashboard risponde ad una semplice domanda degli utenti: quali dati raccoglie Google in relazione al mio account? Tali dati sono organizzati in modo chiaro e accessibile, suddivisi per ogni prodotto utilizzato e, attraverso link diretti, è possibile controllare al meglio le proprie impostazioni personali.
Ad esempio ogni utente può controllare quante email ha inviato con Gmail, o scoprire quanti documenti di Google ha creato e condiviso. Tutto su un'unica pagina, protetta e facile da visualizzare.
La dashboard è organizzata in diverse sezioni in base a quali prodotti e servizi di Google un utente utilizza con il proprio account. Se si utilizza Gmail, Picasa o Google Calendar, la dashboard mostrerà una sezione specifica per ciascuno di questi servizi. Ogni sezione contiene una sintesi dei dati associati al singolo prodotto o servizio e link diretti per accedere alle relative impostazioni. L'utente troverà le opzioni per cancellare i dati, modificare le impostazioni e controllare più facilmente la sua esperienza d'uso.

google-dashboard-controllo-e-accesso-ai-dati-perso-2.jpg

Per accedere alla dashboard basta entrare nel proprio account Google e fare clic sul link "Impostazioni". Verrà quindi visualizzato il link "Dashboard - Visualizza i dati memorizzati in questo account".
Dopo aver fatto clic sul link Dashboard, verrà richiesto di verificare nuovamente la password al fine di garantire una protezione supplementare prima di fornire una sintesi dei dati associati al proprio account Google.
La dashboard mostra solo i dati associati all'account. Se si utilizza un servizio di Google senza aver eseguito l'accesso, i dati non saranno inclusi nella dashboard, in quanto non sono associati all'account. Tutti i dati inclusi nella dashboard sono considerati privati, a meno che non siano indicati dall'apposita icona come visualizzabili da altri.
Google utilizza i dati condivisi per migliorare i prodotti e l'esperienza utente: più servizi l'utente utilizza, più dati saranno visualizzati nella dashboard. Ci sono altri tipi di dati che Google raccoglie e conserva e che non sono associati con il proprio account. Ad esempio, se un utente utilizza la Ricerca di Google o Google Maps, senza accedere alproprio account, Google raccoglie alcune informazioni non personali correlate alla ricerca eseguita. Tali dati vengono aggregati, raccolti e utilizzati per aiutare Google a migliorare prodotti e servizi, accrecendone la sicurezza. Dal momento che nessuno di questi dati è collegato all'account utente, non saranno inclusi nella dashboard. Inoltre, ci sono alcuni servizi di Google che attualmente non sono inclusi nel cruscotto, ma che presto verranno aggiunti.

google-dashboard-controllo-e-accesso-ai-dati-perso-1.jpg

Google ha creato la dashboard per due motivi: trasparenza e controllo da parte dell’utente. Ogni giorno moltissime persone pubblicano online i loro dati in una varietà di siti. Google ritiene che sia giusto mostrare agli utenti dove questi dati sono conservati. In più viene offerto agli utilizzatori il pieno controllo dei propri dati personali,  attraverso scelte reali in modo da migliorare la gestione delle proprie informazioni sensibili. 
Le altre iniziative di Google in materia di trasparenza sono il Data Liberation Front (DLF) - un team di ingegneri di Google con l'obiettivo di facilitare l'esportazione dei dati che gli utenti hanno caricato o creato all'interno dei prodotti Google -, la gestione preferenze annunci - che fornisce agli utenti un nuovo livello di controllo sugli annunci pubblicitari che visualizzano quando navigano online, aggiustandone la pertinenza a seconda dei propri interessi – e il centro sulla privacy, una pagina che raccoglie tutte le informazioni sull'approccio di Google in materia di privacy. 

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social