Windows 7; attivazione aggirata dagli hacker

Pubblicato il: 17/11/2009
Andrea Sala

Microsoft lo ha confermato e sta correndo ai ripari. Alcuni hacker sono riusciti ad aggirare una delle principali protezioni antipirateria di Windows 7: l'attivazione del sistema operativo.

Windows 7 richiede l'attivazione obbligatoria di ogni sua copia entro 30 giorni dall'installazione. Questo semplice metodo è uno dei principali stratagemmi antipirateria che Microsoft ha sviluppato per proteggere Windows 7 da copie illegittime.
Tuttavia, come succede spesso, alcuni pirati sono riusciti ad aggirare l'attivazione utilizzando le utility RemoveWAT e Chew-WGA ed eliminando anche le notifiche all'interno del sistema operativo. Il procedimento degli hacker neutralizza le Windows 7 Activation Technologies (Wat) poste a salvaguardia del sistema operativo. Una volta effettuati gli step necessari, l'utente può continuare ad utilizzare Seven ad oltranza, anche senza averlo attivato.
Microsoft ha confermato di essere a conoscenza del fatto e di essere al lavoro per trovare, presto, una soluzione. L'azienda ha anche messo in guardia gli utenti e i rivenditori: spesso nelle copie pirata sono nascoste minacce per la sicurezza informatica, perciò è consigliabile, sempre, utilizzare solo software originale.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social