Per gli occhialini 3D arrivano le regole dal ministero della Salute

Pubblicato il: 17/03/2010
Redazione ChannelCity

Il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha fatto proprio il parere del Consiglio Superiore di Sanità e ha firmato oggi la circolare Occhiali 3D per la visione di spettacoli cinematografici, che impone restrizioni e regolamenti per la salvaguarda degli occhi.

Il ministero della Salute emana una circolare sugli occhialini 3D al cinema. Il ministro Ferruccio Fazio, dopo il parere del Consiglio superiore della Sanità, ha infatti emanato una circolare che prevede alcune restrizioni per la visione tridimensionale dei film al cinema con l'uso degli appositi occhialini.
Per prima cosa deve essere garantita la fornitura monouso, inlotre si devono informare gli spettatori con appositi bugiardini ma soprattutto si definisce controindicato l'utilizzo dei bambini al di sotto dei 6 anni e anche l'uso prolungato per gli adulti.
Insieme al boom tridimensionale dei noti film Avatar e Alice in the Wonderland, sono arrivate le prime segnalazioni e il ministero della Salute ha avviato nel mese di febbraio un monitoraggio sull'eventuale pericolosità degli occhialini per la visione al cinema in tre dimensioni, interessando anche il Consiglio superiore della sanità. Nel frattempo a Milano una bimba di tre anni è finita dall'oculista con una forte infiammazione ad un occhio dopo aver visto Alice in the Wonderland al cinema.
Il Consiglio Superiore di Sanità a stretto gire diffonde il 15 marzo il proprio parere: occhialini 3D vietati ai bambini sotto i 6 anni, uso limitato per gli adulti e per garantire l'igiene ed evitare rischio infezioni, la fornitura del tipo monouso agli spettatori.
Una prescrizione, quest'ultima, alquanto onerosa per le sale cinematografiche che si sono lanciate nel mondo del tridimensionale e mentre gli esercenti cinematografici, tramite le associazioni Anec e Anem, hanno chiesto di evitare gli allarmismi e invitato ad evitare misure restrittive a seguito del parere espresso dal Consiglio Superiore di Sanità, le associazioni dei consumatori, quali il Codacons hanno minacciato una class action contro ministero della Salute e sale cinematografiche, se le misure previste dal Consiglio superiore di sanità non fossero state adottate, sottolineando che "La salute degli spettatori viene prima degli interessi economici delle sale cinematografiche".
Il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha fatto proprio il parere e ha firmato oggi la circolare "Occhiali 3D per la visione di spettacoli cinematografici".
"Aalla luce delle considerazioni espresse dal Consiglio Superiore di Sanità", si legge in una nota. Il provvedimento è stato inviato agli esercenti della sale cinematografiche, ai Dipartimenti di prevenzione delle Asl ed al Comando dei Carabinieri per la tutela della Salute, i Nas.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social