Microsoft Office 2010 si integra con il Web

Pubblicato il: 14/05/2010
Redazione ChannelCity

Office 2010 si espande con Word, Excel, PowerPoint, OneNote ma anche con SharePoint Server, Visio e Project in versione Web based e guarda alla crescente popolarità dei social network. Con il nuovo strumento Outlook Social Connector permette infatti di condividere i file elaborati sulle principali piattaforme del social web, a partire da MySpace e LinkedIn e a breve anche Facebook.

"Office 2010 abiliterà un nuovo modo di lavorare che passa dai servizi di collaboration, comunication, business intelligence e altro per lavorare al meglio", sostiene Fabrizio Albergati, Direttore Gruppo Information Worker di Microsoft Italia. Questa affermazione è suffragata microsoft-office-2010-la-produttivita-dei-tempi-mo-2.jpgda uno studio Forrester Consulting nel quale viene analizzato l'impatto economico che le aziende possono ottenere dall'adozione di Office 2010 (nel panel Technology Adoption Preview rientrano anche alcune aziende italiane quali Fiat e Guzzini). Ebbene, secondo lo studio risulta che con Office 2010 si ottiene un Roi pari al 301%  con un periodo di recupero dell'investimento (tempo di payback) pari a 7,4 mesi dall'adozione e un risparmio medio di più di 13 milioni di dollari in tre anni.
Tornando al prodotto software una delle novità più importanti di Office 2010 è l'adeguamento del software alle nuove dinamiche dell'IT, attraverso l'avvicinamento ai concetti del Web 2.0: la suite integra infatti molte applicazioni web based di Office Web Apps, ma offre anche le versioni online di Word, Excel, PowerPoint, OneNote SharePoint Server, Visio e Project. Office 2010 guarda, inoltre, alla crescente popolarità dei social network: il nuovo strumento Outlook Social Connector permette di condividere i file elaborati sulle principali piattaforme del social web,  a partire da MySpace e LinkedIn e a breve anche Facebook.
"Oggi in azienda è entrata la Digital Generation. E il social che avanza, è un modo di vivere con il cliente l'esperienza con cui vengono utilizzati i prodotti -  dice Albergati - e Office 2010 consente di traghettare i sistemi di produttività verso nuovi device, di migliorare il flusso della comunicazione tra layer di persone, richiede un intervento meno faticoso dell'IT, comportando risparmi di gestione".
Diciamo che Office 2010 è ormai uno strumento semplice e familiare visto che è presente sulla quasi totalità dei computer installati nel mondo business e oggi interagisce con i servizi di business, apre il mondo della posta elettronica al social con nuove funzionalità di Outlook 2010, porta i servizi Office 2010 mobile anche su piattaforma Nokia e consente di lavorare da qualsiasi posto e con qualsiaasi device (con Office 2010 Web Application) e connettere al desktop i processi di business.
Il prossimo step sarà il 15 giugno quando verranno rilasciate le versioni per i professionisti e il mondo consumer (anche nel retail) e le pacchettizzazioni di Office 2010 passeranno da otto a cinque.
In quella data Microsoft renderà disponibile anche il PKC – il Product Key Card, ovvero il codice di attivazione per attivare l'immagine unica di Office 2010 che quasi tutti i produttori di hardware hanno all'interno del loro PC. A seconda della versione che si vuole acquistare (si parte da 99 euro per la Home Student e da 199 per la Home Business per salire per le diverse tipologie di configurazione) sarà rilasciato un codice di attivazione per sbloccare il prodotto già installato sulla macchina. Per saperne di più su Office 2010, basta cliccare sull'approfondimento del prodotto.

Categorie: Notizie

Tag:

Area Social