Windows 7 e Internet Explorer fanno crescere il business di Microsoft

Pubblicato il: 04/08/2010
Autore: Andrea Sala

L'ultima ricerca realizzata da Statcounter ha registrato il successo di Windows 7, secondo sistema operativo per utilizzo dopo Windows XP. Net Applications evidenzia invece il trend positivo di Internet Explorer che cresce del +0,42% mese su mese.

Microsoft vede crescere le proprie quote di mercato in due settori cruciali per l'azienda: quello dei sistemi operativi e quello dei browser internet. Nel primo caso il report stilato da Statcounter ha evidenziato l'ottimo trend di crescita di Windows 7, ultimo sistema operativo nato in casa Microsoft: a luglio Seven ha scavalcato Vista ed è diventato il secondo sistema operativo più usato al mondo, con un 20,99% di quota di mercato. Al primo posto c'è ancora l'inossidabile - ma ormai in parabola discendente - Windows XP che però mantiene il 53,92% del totale mercato. 
ie-e-windows-7-cresce-il-mercato-di-microsoft-1.jpg
Nonostante il predecessore di Seven abbia già 2 anni e mezzo di vita la sua percentuale di utenti è scesa al 19,41%. Microsoft non ha mai nascosto di puntare molto su Windows 7, dopo la debacle del pesante e sfortunato Vista.Le cifre non fanno che confermare quello che già si intuiva sull'ultimo sistema operativo di Redmond: il prodotto piace e in un solo anno è riuscito ad affossare XP facendogli perdere il 24%.  Tanto per dare un'idea del cammino di Seven basti pensare che il sistema operativo ha superato Snow Leopard di Apple dopo due sole settimane di vita.
Altra notizia che farà sorridere i piani alti di Redmond è la crescita anche di Internet Explorer: gli addetti ai lavori che davano il browser di Microsoft come spacciato hanno dovuto ricredersi.
ie-e-windows-7-cresce-il-mercato-di-microsoft-2.jpg
I dati di Net Applications, infatti, mostrano che IE nel mese di luglio ha continuato la sua ascesa cominciata lo scorso giugno: le quote di Explorer sono salite dello 0,42%, pari al 60,74%.
Assieme al browser di Redmond anche Opera e Safari, cresciuti rispettivamente dello 0,18% e dello 0,24%. Secondo posto, dietro a IE, per Firefox: il prodotto di Mozilla perde lo 0,9% e raggiunge il terzo mese consecutivo caratterizzato dal segno meno.
Per finire è interessante notare un primo modesto calo di Google Chrome, che nel mese di luglio perde lo 0,08%: è la prima volta che il browser di Mountain View registra una battuta d'arresto, anche se minima.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social