Android meglio di iPhone ed è boom di vendite per gli smartphone

Pubblicato il: 13/08/2010
Autore: Redazione ChannelCity

Nel secondo trimestre dell'anno, Android ha superato iPhone OS sia nel mercato statunitense che in quello mondiale, dove ha raggiunto il terzo posto tra i produttori. Il mercato smartphone registra un incremento delle vendite pari al 50,5%.

Android è il sistema operativo mobile più venduto negli Stati Uniti. Lo rivelano gli ultimi dati forniti dall'analista di mercato Gartner, secondo i quali il sistema operatvo di Google ha sorpassato nel secondo trimestre sia i sistemi BlackBerry di RIM che gli iPhone di Apple.
Ma il sistema operativo di Google cresce anche a livello mondiale, superando iPhone OS e raggiungendo la terza posizione in classifica.
I dati aggiornati vedono ancora al primo posto Symbian di Nokia con il 41,2%, che tuttavia perde quasi dieci punti percentuali rispetto al 51% di un anno prima: "e sarebbe andata ancora peggio – spiega Carolina Milanesi, analista di Gartner - senza la risposta positiva del mercato al Sony Ericsson Vivaz. Anche se Nokia ha un'offerta di fascia alta ragguardevole ci si deve attendere un'ulteriore scivolamento della quota di mercato a favore di Android".
Sul secondo gradino del podio BlackBerry di Rim con il 18,2%, in leggero calo rispetto al 19% registrato nel 2009, mentre al terzo posto troviamo, appunto, Android, con il 17,2% (un anno prima si era fermato ad un misero 1,8%). iPhone OS è solo quarto, con il 14,2% di share.
A livello generale, le vendite di smartphone hanno registrato nel secondo trimestre una crescita del 50,5% a 61,6 milioni di unità.
Il successo del comparto ha dato un forte impulso al mercato dei cellulari, che ha registrato nel periodo un incremento delle vendite del 13,8% a 325,6 milioni di pezzi.
Per la seconda parte dell'anno, Gartner prevede un'ulteriore crescita del mercato, grazie al lancio degli aggiornamenti di molti sistemi operativi e di nuovi piani tariffari, soprattutto per i clienti di fascia alta.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social