Internet Explorer 9 non richiede il SP1 di Windows 7

Pubblicato il: 28/09/2010
Andrea Sala

Dopo il lancio della beta di IE9 le FAQ diffuse su TechNet, la rete di Microsoft per i professionisti IT, riferivano che gli utenti Windows 7 avrebbero dovuto avere installato il futuro Service Pack 1 per installare la versione stabile del browser. FAQ corrette e enigma risolto.

Microsoft ha fatto chiarezza rispetto a quanto divulgato dalla stessa azienda su TechNet, la rete dedicata ai professionisti IT.
Negli ultimi tempi, infatti, era nata una certa agitazione attorno alle FAQ riguardanti IE9: fino a poco tempo fa nelle domande frequenti era scritto a chiare lettere che, per installare IE9 in versione finale, gli utenti Windows 7 avrebbero dovuto avere installato il Service Pack 1 dell'OS. Si tratta del classico pacchetto di aggiornamenti/fix che Microsoft rilascia ciclicamente per i suoi sistemi operativi. 
Il problema è che non si sa ancora la data di rilascio del SP1 finale, mentre le ultime voci riguardo a IE9 rivelano che il browser in versione definitiva potrebbe essere lanciato anche entro fine 2010.
Ma il Service Pack 1 non è più un requisito, come dimostrano i cambiamenti delle IE9 Beta FAQ
In sostanza IE9 necessiterà sì dell'update di WIndows 7 ma, in mancanza del pacchetto completo, il programma provvederà a installare quelle patch e gli hotfix necessari all funzionamento del browser.
Questo cambio di direzione porta a due implicazioni. La prima è che Microsoft sta cercando di far sì che un Service Pack non blocchi adozione dei browser IE9 . 
La seconda è che l'SP1 di Windows 7 (attualmente in beta pubblica) non sarà rilasciato tanto presto da mantenere IE9 dipendente da esso.
Come si legge nella pagina delle FAQ, l'unico modo per portare gli aggiornamenti di Win7 SP1 nel processo di installazione era avere un pacchetto di IE9 che procedesse automaticamente al download dei file necessari. E questa sembra essere stata la scelta di Microsoft. 
Attualmente, quando si installa Internet Explorer 9 beta, il programma prima scarica e installa i relativi aggiornamenti da Windows Update (circa 10 MB), poi procede ad installare il browser stesso e, dopo un riavvio del sistema operativo, tutto è pronto per la navigazione sul web. 
La release finale di IE9 manterrà, probabilmente, tale processo. 
Com'è noto, poi, il browser funzionerà solo su Vista e Windows 7. XP, che è ancora molto diffuso in ambito aziendale, non supporterà IE9.
Logico che Microsoft sia corsa ai ripari in fretta: per i clienti corporate, infatti, sarebbe stato necessario un lavoro enorme per aggiornare tutte le macchine aziendali a Windows 7 SP1.
Con tutta probabilità tali clienti sarebbero rimasti a Explorer 8, solo per comodità. Caso risolto, comunque.
IE9, versione beta in lingua italiana, è per Windows 7 e si scarica dal sito download di Microsoft e pesa circa 20 MB (è disponibile anche una versione per Windows Vista e Windows Server 2008). È una versione di test e, se decidete di installarla, sovrascriverà la versione di Explorer che avete sul Pc. Naturalmente, come ampiamente annunciato, IE9 non è e non sarà disponibile per Windows XP.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social