Motorola lavora a un Tablet con Android 3.0

Pubblicato il: 20/12/2010
Autore: Andrea Sala

Durante la presentazione di Android 3.0 Honeycomb, il sostema operativo di Google pensato per i tablet, si è intravisto un prototipo di device realizzato da Motorola.

Nel corso dell'evento "D: Dive into mobile" a San Francisco, la kermesse dedicata al mobile computing, era presente anche Andy Rubin di Google, membro del team di sviluppo di Android
Durante il suo intervento si è potuto assistere ad un'anteprima di Android 3.0 Honeycomb, versione del sistema operativo appositamente pensata per i tablet.
Come dimostrare questo embrione di sistema operativo se non su una "tavoletta"? Il device in questione, però, non era stato mai visto prima e quasi ha rubato le luci della ribalta ad Android.
primi-segnali-di-un-tablet-motorola-con-android-3--3.jpg
Si tratta, come detto, di un prototipo denominato Motopad: il tablet, prodotto da Motorola, è basato su SoC dual core nVidia Tegra 2 ed è dotato di fotocamera frontale per la videochat. 
Da quel poco che si è potuto intravedere il device ha uno schermo da 10 pollici e dovrebbe debuttare nel mercato il prossimo anno.
L'interfaccia di Honeycomb sembra ancora tutta da costruire, tuttavia Rubin ha mostrato già le prime applicazioni per il nuovo sistema operativo. Tra tutte spicca il nuovo Google Maps 5.0 che introduce significative novità.
primi-segnali-di-un-tablet-motorola-con-android-3--1.jpg
In primis, a livello grafico, si utilizzeranno i vettori al posto delle "tiles" (mattonelle) grafiche che tutti conosciamo. La scelta dovrebbe ridurre i tempi di caricamento e permettere di scaricare una data area e tenerla in memoria: così facendo non sarebbe necessaria la presenza di connettività per la funzionalità di navigazione.
primi-segnali-di-un-tablet-motorola-con-android-3--2.jpg
"Anziché scaricare una mappa completa per ogni livello, il sistema scarica metadati che descrivono una mappa intera su tutti i differenti livelli e poi renderizza il settore appropriato al volo. Ciò consente di usare Google Maps offline e mettere in cache la mappa di un'intera città", ha dichiarato Rubin.
I primi dispositivi che supporteranno la nuova versione del software saranno Samsung Galaxy S, Motorola Droid, Droid X, Droid 2, Droid Incredible, EVO 4G, il nuovo Nexus S e HTC G2.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social