CES 2011, ecco BlackBerry PlayBook il tablet di RIM

Pubblicato il: 07/01/2011
Andrea Sala

Dopo le varie indiscrezioni circolate nei mesi scorsi, al CES di Las Vegas ha fatto il suo debutto il nuovo tablet BlackBerry PlayBook, prodotto dalla canadese RIM, che diverrà il nuovo concorrente di Apple iPad, almeno negli Usa.

Dopo il lancio ufficiale lo scorso settembre, al Consumer Electronic Show 2011, in corso in queste ore a Las Vagas, si è visto per la prima volta il tablet di RIM, battezzato BlackBerry PlayBook.
L'apparizione del dispositivo all'evento di Las Vegas con tutta probabilità ne indica una prossima commercializzazione, almeno negli Usa.
blackberry-playbook-il-tablet-rim-debutta-a-las-ve-2.jpgBlackBerry PlayBook, infatti, è atteso da tutti al ruolo di principale antagonista di Apple iPad, viste le sue caratteristiche tecniche di tutto rispetto. Se si considera poi la forte presenza di RIM nel mercato statunitense a livello di brand, allora il futuro del tablet potrebbe essere roseo.
A conferma delle intenzioni serie da parte di RIM c'è, in primis, la presenza del un nuovo BlackBerry PlayBook OS, sistema operativo creato ad hoc da parte della neoacquisita QNX.
blackberry-playbook-il-tablet-rim-debutta-a-las-ve-1.jpg
In seconda battuta, la dotazione hardware del device è di prim'ordine. Il tablet è dotato di CPU a 1GHz dual-core, 1Gb di RAM, connettività 3G e 4G, (particolarmente appetibile in Usa dove le reti mobile ultraveloci sono una realtà) Wi-Fi 802.11 a/b/g/n e Bluetooth 2.1+EDR.
Il tablet offre un display multitouch capacitivo da 7" con risoluzione massima di 1024x600 pixel, doppia fotocamera da 5 e 3 megapixel e uscita HDMI per la riproduzione di filmati HD su schermi esterni.
A livello di software, BlackBerry PlayBook supporta Adobe Flash, JavaAdobe Mobile AIR e molti altri linguaggi. 
BlackBerry PlayBook verrà proposto con memoria interna da 16, 32 o 64Gb. Non sono ancora noti i dettagli a livello di prezzo, mentre l'arrivo sugli scaffali è atteso entro il primo trimestre 2011.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social