Cisco, inizia la riorganizzazione. Chiusa Flip

Pubblicato il: 13/04/2011
Autore: Redazione ChannelCity

Cisco ha deciso di chiudere Flip, la start-up acquistata nel 2009 e dedicata allo sviluppo di minicamere portatili ad alta risoluzione. Inizia la riorganizzazione del vendor che vuole tornare al suo business strategico: quello delle soluzioni aziendali.

Cisco, come prima azione del suo piano riorganizzativo per tornare a concentrarsi sul suo core businnes, il networking dedicato alle imprese, ha deciso di chiudere Flip, azienda acquistata nel 2009 per 590 milioni di dollari allo scopo di espandere il proprio mercato anche al settore customer; piano ormai miseramente fallito.
Per chi non lo sapesse, Flip era una Start-Up nata nel 2006 e votata alla produzione ed allo sviluppo di videocamere compatte, con un design grafico molto vario ed una semplicità d'uso estrema, in grado di fare riprese in HD per poi trasferirle su computer e caricarle in rete. Un'azienda in qualche modo precursore del video su internet tanto che negli States aveva, fin da subito, ottenuto un grande successo di vendita e anche in Europa le cose non stavano andando male. Fino a che non è intervenuta Cisco.
cisco-flip-divenuto-un-flop-chiude-1.jpg
La popolarità dei prodotti dell'azienda aveva raggiunto il suo picco proprio Nel 2009, anno dell'acquisto da parte di Cisco, in cui spopolavano nel mercato, imitati da altri produttori. Subito dopo quel picco, però è iniziato il declino, anche complice la non chiarezza di intenti da parte di Cisco ma anche dall'avvento degli smartphone con fotocamera integrata - seguito dai tablet, che permettono di scattare foto e girare video, caricandoli direttamente sul web, oltre a molte altre funzioni, segnando il declino dei dispositivi specifici di Flip, privi anche di connettività wireless.
In seguito alla chiusura della divisione Flip vengono tagliati anche 550 posti di lavoro.

Categorie: Notizie

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social