QSAN XCubeNAS XN5004T (TEST)

Pubblicato il: 12/07/2018
Ernesto Sagramoso

Un NAS con quattro Bay per HD da 3,5 pollici e per dischi SSD e un'ampia dotazione software. Una soluzione scalabile e performante per le piccole e medie imprese ma anche per gli studi professionali.

Quando si parla di dispositivi di storage non si può non citare QSAN. L’azienda taiwanese vanta infatti una gamma completa di prodotti sia per la parte SAN che per quella NAS, soluzioni che si rivolgono ad utenti SMB ed enterprise. In particolare la soluzione XCubeNAS XN5004T, da noi testata, disponibile anche in versione Rack, si rivolge alle piccole e medie imprese e agli studi professionali. Si tratta di un NAS con quattro Bay per HD da 3,5 pollici e per dischi SSD.
qsan apertura
Descrizione
Come è facile intuire dal nome, questo modello adotta un cabinet squadrato, realizzato con materiale plastico nero ad alta resistenza. Davanti è presente il pulsante di accensione che funge anche da indicatore luminoso dello stato del sistema. Diventa ambra quando lo spazio su disco sta esaurendosi oppure è sopraggiunto un problema hardware (per esempio un aumento anomalo della temperatura o il danneggiamento di un disco). E' presente inoltre la porta USB 3.0 con relativo pulsante di copia e due led che segnalano lo stato delle unità di espansione e della LAN (lampeggia quando transitano i dati).
Sul pannello posteriore, oltre alla presa di alimentazione, sono presenti quattro porte Gigabit Ethernet, quattro USB 3.0, una HDMI, un pulsante per il ripristino delle impostazioni di default e un foro per assicurare il NAS a una scrivania nel caso sia posizionato in luoghi non protetti.
qsan retroSul pannello posteriore sono presenti quattro interfacce GigaBit, quattro USB 3.0 e una HDMI

Per prevenire surriscaldamenti, anche in ambienti non condizionati, è stata inserita un'ampia ventola di raffreddamento che genera un flusso d’aria costante in grado di dissipare il calore generato dai dischi (ricordiamo che la temperatura degli HD non dovrebbe superi i 40/50 gradi). Le quattro bay frontali accettano hard disk da 3,5 pollici con una capacità di 10 TB ciascuno ma è presente anche un alloggiamento per SSD da 2,5 pollici, accessibile dopo aver smontato il pannello di sinistra del NAS.
Poiché la sicurezza dei dati è un tema ancora più pressante dopo l’entrata in vigore del GDPR, ricordiamo che per proteggere i file memorizzati su disco è possibile sfruttare dischi compatibili SED (Self-Encrypting Drives). Si tratta di unità che adottano un firmware in grado di crittografare in maniera del tutto automatica le informazioni conservate nel supporto di memorizzazione.
Tra i modelli in commercio ricordiamo la famiglia Ultrastar di HGST, marchio entrato nell’orbita di WD, che comprende unità con una capacità massima di ben 14 TeraByte. Sfilando invece il pannello superiore si accede allo slot PCIe Gen3x8 che consente di inserire delle schede di espansione opzionali. Ci teniamo a sottolineare che nel manuale vengono illustrate in modo molto chiaro le operazioni da compiere per installare una scheda.
qsan cassettoPer installare i dischi è sufficiente agganciare gli appositi supporti in plastica a incastro
QSAN XCubeNAS XN5004Tsi basa su hardware Intel e più precisamente su una CPU Celeron Dual-Core con un clock a 2.9 GHz, Per quanto riguarda la RAM, sono presenti due slot che accettano moduli DDR4 in formato SO-DIMM, occupati di base da due banchi da 4 GByte.
Poiché viene adottata un’architettura dual channel, nel caso si volesse espandere la memoria è consigliabile sostituire i due banchi con altri due di ugual dimensione (con due da 16 GByte si raggiunge la massima capacità gestita di 32 GByte). Molto ricco il catalogo delle espansioni che comprende schede di rete 10/40 Gigabit, moduli RAM e un adattatore Thunderbolt 3.0 (XN-TB303). Quest’ultimo è molto interessante poiché, nonostante la possibilità di aggregare più porte Gigabit, il transfer rate di un NAS non è sufficiente per quelle applicazioni che devono elaborare file di grosse dimensioni in real time. Si pensi ad esempio ai software di post-produzione video o di elaborazione delle immagini in altissima risoluzione. Ricordiamo inoltre che le due porte Thunderbolt possono essere utilizzate parallelamente alle interfacce di rete (lavorano infatti su IP).
qsan ramSulla destra del NAS sono presenti due slot per moduli SO-DIMM
Parlando di numeri, ricordiamo che questo standard offre un transfer rate di ben 40 Gbps, quaranta volte quello delle reti Gigabit. Come sistema operativo questo modello adotta la versione 3.0 del QSAN Storage Management (QSM 3.0), un software sviluppato dall’azienda basato sul kernel Linux, che adotta il Zetabyte File System (ZFS) in grado di offrire un’elevata sicurezza dei dati oltre alla possibilità di crittografare i dischi. Questo software è comune a tutte le piattaforme XCubeNAS, dalla serie 3000 (SMB entry) fino alla serie 8000 (enterprise entry). Ovviamente su alcuni modelli, per limitazioni hardware, sono state disabilitate alcune funzionalità, come la deduplica nella serie 3000. Per aumentare le prestazioni del sistema questo file system è in grado di utilizzare i dischi SSD come cache sia in lettura che in scrittura.


Utilizzo
L’installazione degli HD non richiede alcuno strumento, basta infatti estrarre il cassetto, inserirvi l’unità e fissarla per mezzo di due bande laterali a pressione. Molto comoda la serratura che consente di bloccare i vani per mezzo di una piccola chiavetta in plastica ed evitare quindi che vengano aperti accidentalmente.
qsan cassettiNascosto da uno sportellino estraibile troviamo un alloggiamento per SSD da 2,5 pollici
Per attivare il NAS bisogna collegarlo al router tramite una delle quattro interfacce di rete e digitare nel browser l’indirizzo http://find.qsan.com (oppure scaricare l’utility XFinder all’indirizzo www.qsan.com/en/download.php). A questo punto è possibile scegliere tra una procedura di installazione personalizzata oppure una rapida. Scegliendo quest’ultima è possibile cambiare la password dell’amministratore, scegliere tra indirizzo IP statico o dinamico (impostazione di default), creare i volumi di archiviazione, definire il Tipo di pool e il livello RAID tra 0 e 1.
Per aumentare le performance interne è possibile attivare la funzione di Auto Tiering che memorizza automaticamente i file più utilizzati sull’unità allo stato solido e gli altri sui dischi magnetici. Poiché il transfer rate dei NAS dipende principalmente dalla velocità di trasferimento dei dati sulla LAN, le quattro Gigabit Ethernet possono essere configurate secondo il protocollo Port Trunking (Link Aggregation) che consente di inviare le informazioni contemporaneamente su tutte porte con un sensibile incremento delle prestazioni specialmente durante un utilizzo intensivo.
qsan portereteLe quattro Gigabit Ethernet possono essere aggregate per ottimizzare il transfer rate
Ricordiamo che è possibile configurare le quattro Gigabit in ben dieci modi differenti, compreso quello fail safe denominato Active backup che attiva alcune porte nel caso si guastino quelle principali. L’interfaccia del QSAN Storage Management, strutturata in finestre, è molto pulita e facile da utilizzare. Sul desktop troviamo infatti le icone delle app installate mentre tramite una piccola barra posta inferiormente si può accedere al cestino, al Pannelloc di Controllo e a tutte la app disponibili.
qsan vmTra quelle più interessanti ricordiamo Download XReplicator per sincronizzare i dati su un cloud come Google Drive, OneDrive o Dropbox e Hypervisor Manager per creare macchine virtualizzati in cui far girare sistemi operativi come Windows, Linux, UNIX e Android.
Per creare una macchina virtuale basta seguire una semplice procedura guidata che chiede il tipo di sistema operativo da installare, le risorse da riservare (Memoria, Core CPU. CD e così via), quale interfaccia di rete utilizzare e la dimensione del disco virtuale.
Una volta creata la VM basta attivarla e installare il sistema operativo. Ricordiamo che sono in fase di testing una serie di app per dispositivi mobile che consentiranno di gestire il NAS anche da remoto.

Ricca dotazione software
Quando si parla di un NAS non bisogna sottovalutare la sua dotazione software, compreso il sistema operativo utilizzato. Nel caso dei dispositivi QSAN si tratta di QSM, un SO molto potente che mette a disposizioni funzionalità avanzate come la crittografia SED, la deduplica, la compressione e quella denominata WORM (Write Once Read Many). Quest’ultima è stata progettata per prevenire modifiche anche accidentali dei dati. I file e le cartelle protette da questa funzionalità possono essere letti ma non modificati/cancellati durante un determinato periodo di tempo, in modo da prevenire ad esempio attacchi di ransomware oppure modifiche non autorizzate. Per massimizzare lo spazio di storage, QSM può comprimere i dati oppure sfruttare la funzione di deduplica che evita la ridondanza dei dati a livello di blocco. Si tratta di un processo molto efficace con operazioni come i backup e completamente invisibile all’utente. Tra le app più interessanti ricordiamo Download XReplicator, una versione OEM di Acronis True Image, il noto applicativo per il salvataggio dei dati e la gestione delle immagini dei dischi. Con ogni NAS QSAN vengono infatti fornite 100 licenze gratuiti di questo software molto utile ad esempio quando si devono migrare i dati da un vecchio a un nuovo hard disk. Ricordiamo che Download XReplicator è in grado di effettuare il backup anche in modalità incrementale e differenziale, ed è inoltre possibile eseguire il restore su qualsiasi hardware.

Conclusioni
QSAN XCubeNAS XN5004T si si rivolge alle PMI e agli studi professionali che desiderano una soluzione performante in grado di garantire un ampio spazio di storage. Tra le numerose potenzialità offerte ricordiamo il tiering automatico, la gestione dei dischi SED che garantiscono una elevata sicurezza dei dati e la possibilità di sincronizzare i file con i cloud più importanti. Parlando della garanzia, ricordiamo che tutte le versioni Tower hanno due anni di garanzia standard estendibile a tre (quelle rack-mounted hanno tre anni di garanzia estendibili a cinque). Inoltre è incluso un anno di Advanced Replacement per le tower e tre per le rack-mounted. Inoltre è
qsan simone ceccanopossibile acquistare il supporto Onsite 5x9NBD e, per le rack-mounted, anche il 7x24 che garantisce un intervento entro le 4h. L’assistenza è garantita da un provider comune a tutto il territorio EMEA che si avvale di partner locali. Per il cliente il centro di contatto è comunque univoco.
Per quanto riguarda la distribuzione Simone Ceccano, Sales Manager di QSAN Technology Italy ha ricordato che l'azienda ha una politica di distribuzione esclusivamente su canale, che si avvale di logiche di deal registration e deal protection, unite ad un programma di certificazione dei partner per accedere ad ulteriori scontistiche e rebate.
"I nostri distributori principali ufficiali sono Attiva ed Arrow" evidenzia Ceccano, che poi aggiunge che..."Nel mese di maggio è stato varato il nuovo Partner Program 2018, (QCP). Lo si può trovare sul portale QSAN (https://www.qsan.com/en/qcp.php) e amplia e dettaglia le logiche del partner program precedente, con diversi livelli di certificazione e conseguentemente diversi livelli di accesso a sconti e rebate, oltre che supporto marketing e POC”.

PRO & CONTRO
PRO:
  • Quattro porte di rete
  • Un alloggiamento per SSD
  • Crittografia hardware
  • Gestisce più macchine virtuali
CONTRO:
  • Ridotto numero di app
Specifiche tecniche QSAN XN5004T
CPU Intel® Celeron® 2.9GHz Dual-Core
Memoria standard 8 GB DDR4 SO-DIMM
Memoria massima 32 GB
Sistema operativo Linux-embedded system
Slot per dischi 4 x 3,5” o 2,5” SATA III/II + 1 x 2,5"
Capacità interna massima 42 TB - 12 TB x 4 + 2 TB x 1 = 50 TB
Dischi hot-swap
Slot di espansione PCIe Gen3x8 for 10 GbE/ 40 GbE / Thunderbolt 3.0 / SAS adapter cards
RAID Single disk, RAID 0, RAID 1, RAID 5, RAID 5 + hot spare, RAID 6, RAID 10,  RAID 50, RAID 60 e JBOD
Porte dispositivi esterni 5 USB 3.0; 1 HDMI
LAN 4 interfacce Gigabit 
File system Interno: ZFS; esterno: Btrfs, ext4, ext3, FAT, NTFS, HFS+, exFAT
Numero massimo account utente 2048 (256 gruppi)
Numero massimo cartelle condivise 2048
Numero massimo di connessioni contemporanee  1024
Wake on LAN/WAN Si
Accensione/Spegnimento programmato Si
Dimensioni (AxLxP) 177 x 190 x 235 mm
Prezzo consigliato (IVA esclusa) 849 euro
Garanzia 2 anni




































Categorie: Prodotti

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social