Extreme Networks, dal 5G al Wi-Fi 6

Pubblicato il: 08/03/2019
Redazione ChannelCity

Il vendor al recente Mobile World Congress di Barcellona ha presentato le tecnologie 5G, le soluzioni per il Wi-Fi 6 e Artificial Intelligence (al servizio delle reti) per la trasformazione digitale delle aziende e degli operatori mobili.

Extreme Networks al recente Mobile World Congress di Barcellona ha presentato le tecnologie 5G, le soluzioni per il Wi-Fi 6 e Artificial Intelligence (al servizio delle reti) per la trasformazione digitale delle aziende e degli operatori mobili.

Access point Wi-Fi 6
per interni ed esterni
Il vendor ha presentato gli access point ExtremeMobility 500 802.11ax, soluzioni che forniscono prestazioni quattro volte superiori a prodotti della precedente generazione in ambienti ad alta densità come, per esempio, gli stadi. Quando sono utilizzati insieme a ExtremeAI for Smart OmniEdge, permettono di automatizzare la gestione della wireless LAN: configurazione, ottimizzazione dinamica, bilanciamento dei carichi, diagnosi e soluzione dei problemi, per assicurare la migliore esperienza utente.


Analisi e automazione delle reti 5G
L'applicazione ExtremeAnalytics permette agli operatori mobili di sfruttare un'analisi granulare degli utenti 5G e del traffico L7 relativo alle applicazioni per anticipare i potenziali problemi di capacità e prestazioni della rete. L'applicazione lavora di concerto con la tecnologia Extreme Network Packet Broker, utilizzata in alcune tra le più grandi reti mobili a livello mondiale. Tutte le funzionalità sono implementate come Virtual Network Function (VNF) e possono scalare in modo lineare grazie alla tecnologia dei container. L'integrazione con Extreme Workflow Composer permette agli operatori di automatizzare le risposte a seconda della situazione della rete o degli abbonati, per ridurre i rischi di errore sui domini ed evitare l'impatto dei problemi di sicurezza, capacità o prestazioni sulla rete.

Gestione della rete end-to-end
Il software Extreme Management Center fornisce alle organizzazioni con infrastrutture multivendor la possibilità di gestire la rete dalla periferia al cloud, automatizzando il provisioning e semplificando le operazioni. Questo spalanca la strada all'automazione e fornisce visibilità e analisi in tempo reale, con un impatto positivo sulle decisioni di business.




Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social