NAS, Buffalo lancia nuove TeraStation

Pubblicato il: 04/10/2019
Ernesto Sagramoso

Nuove tecnologie, dischi e software per le TeraStation 3020 e TeraStation 6000. La prima famiglia si rivolge principalmente alle piccole imprese, agli studi professionale e al mercato SoHo, mentre la seconda è una soluzione in grado di soddisfare le esigenze di storage delle PMI.

Buffalo ha aggiornato la propria offerta in ambito NAS con le nuove TeraStation 3020 e TeraStation 6000. La prima famiglia si rivolge principalmente alle piccole imprese, agli studi professionale e al mercato SoHo, mentre la seconda è una soluzione in grado di soddisfare le esigenze di storage delle PMI.
nas buffaloLe TeraStation 3020 si distinguono per l’adozione di processori quad-core a 1,4 GHz, di una porta di rete 2,5 GbE e per la compatibilità con i dischi fissi da 8 TB. Molto interessante la possibilità di sincronizzare i file con i servizi cloud più diffusi come Amazon S3, Dropbox, OneDrive e Azure sfruttando un semplice e intuitivo pannello di controllo. Grazie a questa potenzialità è possibile archiviare in locale i dati riservati e sfruttare le potenzialità offerte dai servizi on line di terze parti per condividere i file tra gruppi di lavoro e collaboratori esterni.

Le nuove TeraStation 3020 rappresentano anche una soluzione interessante per il backup grazie alla presenza di serie del software NovaBACKUP Buffalo Edition insieme all’elevato transfer rate garantito dalla porta 2,5 GbE. Oltre al supporto RAID 0, 1, 5, 6, 10 (0, 1 per i modelli con due HDD) e al protocollo iSCSI, le nuove TeraStation 3020 offrono le funzionalità di Rsync e di Replica, nonché l’hot-swap per la sostituzione a caldo dei dischi danneggiati. Nell’ambito delle funzioni dedicate alla sicurezza ricordiamo il Duplex Firmware che, oltre a essere su HDD, è memorizzato anche su memoria NAND e la funzionalità di Boot Authentication, che consente di accedere ai dati del NAS solo quando è collegato a una LAN conosciuta.
Le TeraStation 3020 a 4 bay sono disponibili anche con soli due HDD per consentire agli utenti di ampliare successivamente lo spazio di archiviazione. Il prezzo IVA esclusa varia da 430 (2 Bay, 2 TB) a 1.940 euro (4 bay Rackmount, 32 TB).

Le nuove TeraStation 6000, costruite in Giappone, si basano su un processore Atom C3338 a 1,5 GHz (i modelli a 2 bay) e Atom C3538 a 2,1 GHz (4 bay), hanno 8 GB di memoria ECC, controller di rete 10 GbE e capacità di storage da 4 e 32 TB. Per soddisfare al meglio le necessità delle PMI è stata implementata la funzionalità di Snapshot e la possibilità di effettuare il backup dei volumi iSCSI direttamente da NAS a NAS.

Per garantire l'integrità dei dati, queste TeraStation sono equipaggiati con dischi rigidi per server e RAM ECC, in grado di ridurre al minimo i margini di errore. In caso di problemi con il firmware, una copia presente su flash è sempre disponibile per il suo ripristino automatico, in modo da evitare l’interruzione dei servizi. Altra caratteristica particolarmente importante per la sicurezza è quella relativa alla duplicazione dei metadati dei file, che può prevenire l’alterazione dei documenti e il danneggiamento dei settori. Per evitare la perdita accidentale dei dati durante le fasi di riscrittura è inoltre attiva la funzione di copia su scrittura: i vecchi dati non vengono sovrascritti fino a quando il processo di copia non è stato completato con successo.
I prezzi, IVA esclusa, variano da 759 euro (2 bay, 4 TB) a 2.499 (4 bay, 32 TB). I prodotti Buffalo sono distribuiti in Italia da Computer Gross, Esprinet e Ingram Micro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social