SICUREZZA 2019, le soluzioni di Allnet.Italia

Pubblicato il: 13/11/2019
Redazione ChannelCity

Smart building e controllo accessi sono due temi estremamente correlati tra loro in un periodo in cui la sicurezza fisica delle persone sta assumendo sempre più rilevanza. Presso lo stand di Allnet.Italia sarà possibile vedere in anteprima le soluzioni FLIR Systems, MOBOTIX, Selea e 2N.

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con SICUREZZA 2019, una tra le principali manifestazioni europee per il settore Security&Fire in programma dal 13 al 15 Novembre a Milano.
Allnet.Italia, distributore a valore aggiunto, parteciperà all’evento in qualità di espositore (Pad 7 Stand H21 K24), ponendo l’accento su due temi estremamente correlati tra loro ovvero smart building e controllo accessi, in un periodo storico in cui la sicurezza fisica delle persone sta assumendo sempre più rilevanza.

La fiera, ancora più internazionale e sempre in linea con i trend di mercato, vedrà protagonisti i brand leader del settore, che avranno l’occasione di esporre le loro novità in termini di videosorveglianza, antintrusione, controllo accessi e prevenzione dei crimini. Il focus saranno le soluzioni customizzate e destinate a qualsiasi ambito applicativo: smart home, edifici intelligenti, aree urbane, luoghi di lavoro e retail. In un mondo sempre più interconnesso, anche l’offerta di applicazioni integrate di sicurezza si è diversificata, trainata dall’IoT e dall’Intelligenza Artificiale. Ciò condurrà a sistemi di Safety&Security sempre più moderni, che collegheranno fra loro una grande quantità di dispositivi contemporaneamente.
In tal senso, spiccano le tecnologie abilitanti e performanti per l’IoT quali, ad esempio, le soluzioni wireless end-to-end fornite da
Cambium Networks, scalabili e gestite dal Cloud, che permettono uno scambio dati sicuro su reti aziendali, industriali e governative. Infine, l’avvento del 5G, previsto per il 2020, fungerà ancor più da acceleratore di innovazione in ambito IoT, consentendo l’interconnessione di milioni di oggetti.

Allnet.Italia parteciperà alla manifestazione in qualità di partner di Vendor d’eccellenza: sono 4 i protagonisti a SICUREZZA 2019, ovvero FLIR Systems, MOBOTIX, Selea e 2N con i loro sistemi di controllo accessi.
FLIR Systems fornisce termocamere ad infrarossi e sistemi avanzati per la termografia e la visione notturna impiegate in numerosi ambiti industriali e commerciali ove è richiesta una sorveglianza perimetrale, dell’automazione industriale e della sicurezza dei confini. Le termocamere FLIR possono essere utilizzate in qualsiasi ambiente a garanzia di ottima visibilità anche in condizioni climatiche avverse come foschia, fumo, polvere e nebbia leggera, sia di giorno che di notte. Dotate di sensori all’ossido di vanadio (Vox) che riescono a “vedere” l’energia termica circostante, le termocamere sono in grado di creare immagini nitide ad alto contrasto, grazie all’avanzato sistema di Image Processing Digital Detail Enhancement (DDE), permettendo così l’individuazione di eventuali pericoli e intrusi, a prescindere dalla presenza di illuminazione.
Tra i prodotti spicca la famiglia
FLIR SAROS, nuova serie di telecamere con tecnologia ibrida termica-ottica dotata di un avanzato sistema all-in-one di sicurezza e Intrusion Detection. Concepite per la Security, presentano un design case dome-style compatto e dispongono di molteplici sensori termici, fino a tre sensori ottici ad elevatissima risoluzione, di LED a infrarossi e, infine, di audio bidirezionale e contatti I/O. L’analisi video avanzata permette, inoltre, di classificare le immagini, distinguendo tra persone e veicoli.

Tra le proposte MOBOTIX - azienda produttrice di software per telecamere IP - possiamo citare MxManagementCenter, un sistema di controllo video potente e di semplice utilizzo, performante e sicuro. Compatibile con Windows e Macintosh, può essere utilizzato in installazioni di qualsiasi dimensione e può gestire più monitor e pareti di monitor. Nell’ambito delle tecnologie di analisi video spiccano McActivitySensor, che riduce il numero di falsi allarmi distinguendo gli eventi rilevanti da quelli non rilevanti e MxAnalytics, che raccoglie informazioni circa il comportamento di persone e oggetti, registrandone la frequenza di movimento in determinate aree in un lasso di tempo definito e fornendo la “heat map”, che evidenzia le aree a maggiore percorrenza. MOBOTIX ha sviluppato, inoltre, la nuova gamma di telecamere IoT serie Mx6 da 6MP che supportano applicazioni software come l’analisi del movimento in 3D e sono dotate di un computer che analizza i dati e, sulla base di essi, crea collegamenti locigi per avviare, in maniera autonoma, azioni per riconoscere eventuali pericoli.

Protagoniste in fiera anche le telecamere OCR-ANPR di lettura targhe firmate SELEA, sistemi integrati per un controllo degli accessi veicolare estremamente affidabile, che garantiscono fino al 99% di precisione e un angolo di lettura fino a 70°. Grazie a tali caratteristiche, le immagini catturate assicurano qualità anche in condizioni ambientali avverse e con soggetti critici. SELEA fornisce, inoltre, soluzioni software per il controllo dei transiti compatibili con le piattaforme di videosorveglianza più diffuse, per una maggiore sicurezza urbana. Tali tecnologie consentono alle Forze dell’Ordine di riconoscere veicoli rubati, non assicurati o revisionati oppure in black list. Park Access Module (PAM), è il software sviluppato da SELEA per il controllo degli accessi e la gestione dei posti auto nei parcheggi, che consente di monitorare l’ingresso dei veicoli e i relativi permessi, con una precisione del 99,9%.

Infine, nello stand di Allnet.Italia spiccano anche le soluzioni 2N, studiate per garantire la sicurezza fisica delle persone. I videocitofoni 2N basati su standard IP si identificano come impianti di security e access control a 360° che soddisfano pienamente le esigenze degli impianti digitali di nuova generazione. Questi videocitofoni rappresentano un importante sviluppo nelle applicazioni di building e home automation, in quanto combinano le funzionalità tipiche dei normali dispositivi di citofonia con quelle di videosorveglianza. Tali sistemi dispongono di connettività LAN per la trasmissione dei dati e integrano al loro interno diverse tecnologie per l’accesso all’edificio: gli utenti possono digitare un codice su una tastiera touch, utilizzare un badge di prossimità, accedere attraverso smartphone grazie ad una app dedicata, tramite NFC o Bluetooth o ancora tramite fingerprint.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social