SICUREZZA 2019, Con 2N il controllo degli accessi fisici diventa integrato

Pubblicato il: 13/11/2019
Redazione ChannelCity

Dal 13 al 15 novembre (Padiglione 5, stand M05), lo specialista di citofoni IP metterà in mostra alla Fiera della Sicurezza (Milano) tutta la sua offerta intercom di ultima generazione. I dispositivi intercom 2N rappresentano l’evoluzione del mondo della citofonia e combinano le funzionalità dei dispositivi di chiamata con le caratteristiche della rete telefonica, di quella Internet, delle soluzioni di videosorveglianza, di controllo accessi e di home automation.

La forma e la funzione dei dispositivi citofonici ha subìto nel tempo una profonda trasformazione, tanto che oggi questi sistemi vengono chiamati, in modo più generale, intercom. I primi sistemi analogici offrivano agli utenti la possibilità di comunicazione vocale e controllo della porta. Successivamente, l’aggiunta di una telecamera all’esterno ha consentito non solo di parlare, ma anche di vedere il visitatore all’ingresso. Oggi il mercato richiede soluzioni che possano soddisfare esigenze ancora più spinte, soprattutto per quanto riguarda mobilità, sicurezza e la possibilità di integrarsi con sistemi di terze parti. Per i rivenditori tutte queste spinte si traducono in opportunità di mercato che spingono anche a una trasformazione del loro business.
prodotti apertura
"Oggi la maggior parte dei citofoni installati sono analogici, ma il mercato dei dispositivi IP sta crescendo in media del 15% anno su anno. Questo ci fa prevedere che in poco tempo questo tipologia di sistemi rappresenterà il 50% dellinstallato. In sostanza, si ripeterà la stessa rivoluzione digitale già avvenuta nel settore delle telecamere di sicurezza" afferma Tomáš Vystavěl, Direttore Marketing di prodotto di 2N Telekomunikace, brand di riferimento a livello mondiale per quanto riguarda il mercato della citofonia IP. Numerose, secondo il vendor, le direttrici di sviluppo del settore: prime tra tutte, la diffusione di telecamere HD, visione notturna e codec a banda larga per la trasmissione audio. I citofoni, che utilizzano la rete IP tenderanno, poi, a sfruttare nuovi processori per consentire anche il rilevamento del volto, il riconoscimento vocale e il collegamento con servizi cloud.
2n figura1
Un salto tecnologico già in atto è, invece, rappresentato dalla connettività Lte. Il supporto di questa tecnologia garantisce immagini e audio di alta qualità anche in aree in cui non è possibile sfruttare un segnale wireless standard, a causa delle distanze o di pareti spesse, e in aree remote, non cablate“ spiega Vystavěl,che sottolinea come la connettività Lte rappresenti anche una buona soluzione per tutti gli edifici vecchi o ristrutturati, in cui è difficile far scorrere cavi. Dal punto di vista del design, i clienti stanno chiedendo, poi, prodotti sempre più curati non solo per quanto riguarda lestetica del videocitofono, ma anche l’interfaccia del suo software. Allo stesso tempo viene richiesta una loro maggiore robustezza: per questo si stanno diffondendo i citofoni con protezione IP69K e IK10, capaci di garantire unottima resistenza a qualsiasi condizione meteorologica e ad eventuali attacchi di vandali. In generale, poi, è sempre più frequente la richiesta di connessione del citofono al sistema di videosorveglianza, a quello antintrusione o al sistema domotico dell’abitazione. Questo consente di alternare riprese con altre telecamere dell’impianto durante la comunicazione con il visitatore, mentre i dispositivi interni possono svolgere altre funzioni oltre a quelle citofoniche, diventando così una componente chiave delle case intelligenti. Per esempio, possono gestire le telecamere, le tapparelle, gli elettrodomestici, il riscaldamento o l’aria condizionata. Infine, sempre più spesso si chiede ai citofoni di essere dotati di un'applicazione mobile che consenta di comunicare con gli ospiti, davanti alla porta, attraverso cellulare, anche quando si è fuori casa. Grazie a questa applicazione, se ci si fida del visitatore, è addirittura possibile aprire la porta di casa e lasciarlo, quindi, entrare.

Chi è 2N

2N è una realtà europea focalizzata nello sviluppo e nella produzione di soluzioni di sicurezza fisica. Si tratta del maggiore produttore al mondo di citofoni IP, un importante innovatore nel campo dei sistemi di accesso IP, audio IP e comunicatori IP per ascensori. La società, che dal 2016 la società 2N è entrata a far parte di Axis Group, è stata fondata nel 1991 in Repubblica Ceca e ha sede a Praga. Complessivamente 2N conta oggi più di 320 dipendenti, filiali negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, Germania e Italia e dispone anche di una vasta rete di distribuzione in tutto il mondo. I dispositivi intercom 2N rappresentano l’evoluzione del mondo della citofonia e combinano le funzionalità dei dispositivi di chiamata con le caratteristiche della rete telefonica, di quella Internet, delle soluzioni di videosorveglianza, di controllo accessi e di home automation.
2n figura2Comunicano su rete Lan e Lte, possono integrare all’interno tasti diretti di chiamata, tastiera, display touch, telecamera Hd, lettori Rfid, Nfc, Bluetooth e Fingerprint, contatti di ingresso e relè di uscita. Supportano protocolli e metodi di comunicazione standard, Sip, Onvif, Wiegand, Http Api, garantendo la massima interoperabilità con i sistemi di terze parti.


2N ed Esprinet, una collaborazione nel segno dell’IP 

In Italia i prodotti 2N sono distribuiti da Esprinet, da tempo impegnata a investire in soluzioni ‘Video su Ip’ per guidare assieme a V-Valley il processo di convergenza analogico-digitale in corso.

La partnership con 2N, portata in dote con l’acquisizione di EDSlan, si inserisce perfettamente in questa strategia e rappresenta l’ideale completamento delle soluzioni IP based già a portafoglio.
“L’integrazione delle soluzioni di network infrastructure, intercom e videosorveglianza su IP rappresenta un'eccezionale opportunità di business per i nostri partner del canale It, in grado di completare un’offerta basata su soluzioni di networking/server/storage con periferiche intelligenti ad alto valore aggiunto” afferma Maurizio Restelli, Business Unit Coordinator VideoSurveillance - Cabling & Energy Efficiency - IOT, di Esprinet Italia, spiegando come Esprinet e V-Valley, grazie a un team specializzato e a partnership decennali con i migliori brand di settore, possano garantire un supporto personalizzato a 360°. Un servizio che spazia dal supporto prevendita a quello commerciale, logistico e finanziario per arrivare all’ampia disponibilità di prodotti in pronta consegna, fino ai servizi di installazione e a quelli post vendita. Il tutto senza dimenticare le attività di formazione al canale IT per lo sviluppo delle competenze necessarie ad affrontare i mercati più ricettivi, come quello residenziale e il retail.

Fiera Sicurezza, in mostra i dispositivi IP firmati 2N

Importante vetrina di tutti i dispositivi IP 2N di ultima generazione per la comunicazione da porte e varchi di accesso sarà anche quest’anno la Fiera Sicurezza, che si terrà a Milano dal 13 al 15 novembre. In mostra presso il suo stand di 16 metri quadrati (Padiglione 5, stand M05) ci sarà tutto ciò che può interessare a chi opera nel mercato commerciale e a chi lavora in quello residenziale: l’intero portafoglio di citofoni, oltre alle unità di accesso e risposta IP. Tutti dispositivi semplici da installare, controllare e gestire da remoto. Il modello 2N IP Verso, per esempio, è un citofono IP modulare, adatto a grandi complessi di uffici, in grado di fornire un controllo degli accessi affidabile e progettato per consentire il facile interfacciamento con altri sistemi. Può essere configurato con 13 moduli diversi, usando tecnologie che spaziano dal Bluetooth, al lettore ottico di impronte digitali, fino alle chiavi RFID standard. L'unità di risposta 2NIndoor Touch 2.0, infrangibile ed elegante è, invece, un'ottima soluzione per i progetti residenziali. Il dispositivo, in grado di garantire un’affidabile comunicazione video dai varchi di accesso, utilizza sistema operativo Android e può integrare applicazioni di terze parti, permettendo così di controllare anche i sistemi di home automation dal suo touchscreen da 7”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social