Windows 7, finisce un'era...si passa a Windows 10

Pubblicato il: 14/01/2020
Redazione ChannelCity

I consumatori dal 15 gennaio 2020 non potranno più contare sugli aggiornamenti per Windows 7. Rimane, fino al 2023, la possibilità di usufruire degli aggiornamenti ma solo per le imprese grazie a un programma a pagamento. Nel frattempo il mercato PC mostra evidenti segnali di crescita grazie proprio al passaggio a Windows 10 e Lenovo si conferma il top player del mercato PC.

Gennaio 2020 porta un' importante novità: cala il sipario su Windows 7. Infatti oggi, 14 gennaio, termina il supporto al più longevo sistema operativo per PC, un prodotto che Microsoft ha lanciato nel 2009.
Microsoft da oggi non rilascerà più aggiornamenti tecnologici e di sicurezza per Win Seven e l'unico modo per continuare a riceverli è passare a un programma a pagamento - riservato però alle imprese - che sopravviverà fino al 2023. Tutti gli altri devono passare al sistema operativo Windows 10. Secondo StatCounter ad oggi Windows 7 è però ancora presente sul 26,79% dei computer in circolazione se si prende in considerazione le sole piattaforme desktop.
L'interruzione del supporto da parte di Microsoft non significa che i computer smetteranno di funzionare, ma che senza ulteriori aggiornamenti saranno più vulnerabili a virus e malware. Per essere protetti, i consumatori possono passare al sistema operativo più recente, cioè Windows 10 che si può scaricare su una pagina apposita del sito Microsoft che si chiama, appunto: Scarica Windows 10.

Mercato in crescita grazie a Windows 7

Di contro è proprio grazie allo stop di Microsoft per Windows 7 che crescono le vendite di PC. Stando ai dati preliminari degli analisti IDC, nel 2019 le consegne di PC (desktop, portatili e workstation) hanno raggiunto i 266,7 milioni di unità, pari a una crescita del +2,7%: il primo incremento importante dal +1,7% del 2011.
Molto positivo è stato proprio il quarto trimestre, chiuso oltre le attese con 71,8 milioni di unità (+4,8%). E a trainare il mercato è stata la domanda aziendale di computer con a bordo Windows 10, in vista dello stop per Windows 7.
Tra i produttori di PC, Lenovo si conferma al primo posto con 64,7 milioni di PC consegnati nel 2019 (+8,2%). Seguono HP (62,9 milioni, +4,8%) e Dell (46,5 milioni, +5,4%). Da notare che le tre società detengono insieme quasi i due terzi del mercato.
Fuori dal podio ci sono, in controtendenza, Apple con 17,7 milioni di Mac e un calo del 2,2%, e Acer con 17 milioni di consegne e un -4,6%. Infine i principali analisti di mercato stimano rosee previsioni per 2020.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social