La Smart Home di BTicino

Pubblicato il: 17/01/2020
Redazione ChannelCity

BTicino, capofila del Gruppo Legrand in Italia, al CES 2020 ha mostrato come la connessione e l'integrazione tra i diversi dispositivi, anche delle altre marche del gruppo Legrand, in particolare Netatmo, possano offrire ai consumatori l'opportunità di interagire in modo ancora più semplice e immediato con la propria casa intelligente.

Comfort, sicurezza, benessere e risparmio energetico, sono i punti di forza della casa smart che BTicino, anche quest'anno, ha presentato al CES 2002 di Las Vegas.

Protagoniste sono state la connessione e l'integrazione tra i diversi dispositivi, anche delle altre marche del gruppo Legrand, in particolare Netatmo, per dare ai consumatori l'opportunità di interagire in modo ancora più semplice e immediato con la propria casa intelligente. Una casa dove luci, tapparelle, termostati, centralino e videocitofoni dialogano con smart speaker e app, permettendo di risparmiare tempo ed energia con la grande attenzione al design che, da sempre, distingue BTicino.

Tra i prodotti da segnalare: i comandi digitali Living Now, tra i quali spicca il comando vocale che integra Amazon Alexa consentendo di attivare, con la voce, tutte le funzioni connesse incluse luci, tapparelle e energia, premiato proprio con il CES Innovation Award nel 2019, e il nuovo termostato intelligente Smarther with Netatmo che, oggi, tramite l'app Home + Control, la stessa di Living Now, permette di controllare e programmare la temperatura di casa ovunque e in qualsiasi momento, ottimizzando i consumi e garantendo il massimo comfort.

All'interno dello stand sono state presentate altre soluzioni IoT tra cui un innovativo centralino connesso, prossimamente disponibile da BTicino in Italia come Btdin with Netatmo, che ha ricevuto due CES Innovation Award 2020 per le categorie "Sostenibilità, Eco-design & Smart Energy" e "Tec for a Better World".
A dimostrazione che una casa connessa può essere alla portata di tutti, BTicino ha presentato a Las Vegas anche il videocitofono Classe 100X, che coniuga modernità e innovazione e, che grazie alla comunicazione tra smartphone e videocitofono, premette di gestire da remoto, con un'App dedicata, chiamate videocitofoniche, apertura del cancello e altre funzioni.
"Con oltre 200.000 impianti nei quali è già presente un dispositivo connesso BTicino,  per noi la smart home è già una realtà – ha dichiarato Franco Villani, amministratore delegato BTicino -. Il nostro obiettivo resta quello di portare delle innovazioni che siano 'rivoluzionarie' ed utili al tempo stesso, mettendo al centro il cliente e i suoi desideri di comfort, sicurezza e benessere. La filosofia dei prodotti connessi ci permette, infatti, di rilasciare nuove funzioni senza dover sostituire il prodotto stesso".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Area Social