Con Snom l’home-office diventa semplice

Declinato in terminali Ip, accessori e soluzioni verticali, il portfolio d’offerta Snom mette a disposizione tutto ciò che serve per assicurare i vantaggi delle moderne piattaforme di collaboration e telefonia VoIP, svincolando l’utente dalla sua collocazione fisica. Moltiplicata l’offerta formativa per i partner, aiutandoli così a cogliere le tante opportunità generate dalla crescenti richieste legate allo smart working

Vendor
Nonostante la corsa al lavoro da remoto, oggi in realtà nessuno è un vero smart worker. Ad esserne assolutamente convinto è Massimo Lucini, Channel Director Italy di Snom, secondo cui il frettoloso ricorso all’home-office non è stato altro che un semplice trasferimento presso la propria abitazione di incombenze e modalità lavorative tipiche delle attività svolte in ufficio, con l’aggravante, però, delle limitazioni infrastrutturali domestiche, tutt’altro che abilitanti.
“Dimenticando per un attimo la dicotomia che separa l’home-office sperimentato in questo periodo d’emergenza dal vero smart working, la fotografia scattata dai nostri partner ci restituisce un mercato diviso tra organizzazioni dotate di soluzioni e terminali per le telecomunicazioni di nuova generazione, grazie a cui sono state in grado in tempi brevissimi di consentire ai collaboratori di svolgere da casa le proprie mansioni, e aziende ancora dotate di strumenti tradizionali che hanno dovuto implementare ‘accrocchi’ improvvisati per continuare a comunicare con clientela, stakeholder e fornitori” afferma Lucini, sicuro che in futuro il successo del modello smart working dipenderà moltissimo da due fattori. In primo luogo, dalla velocità con cui operatori e aziende apporteranno i necessari adeguamenti infrastrutturali (reti e soluzioni di telefonia) e arricchiranno le dotazioni dei dispositivi (laptop aziendali) fondamentali per la fruizione di una collaboration capace di azzerare le distanze e rendere l’ufficio domestico un’opzione valida almeno quanto l’ufficio tradizionale. In secondo luogo, dalla rapidità con cui si riuscirà a instaurare una cultura aziendale capace di mettere il dipendente nella posizione di organizzarsi nei modi e nei tempi a lui più consoni per raggiungere gli obiettivi concordati indipendentemente dal luogo in cui lavora.

Sul fronte degli adeguamenti tecnologici, l’intero portafoglio Snom, declinato in terminali Ip, accessori e soluzioni verticali, si dimostra particolarmente adatto a tutte le situazioni di smart working. “Siamo gli unici sul mercato a disporre di un set portatile per teleconferenze, utilizzabile in maniera del tutto estemporanea a casa come in ufficio o in huddle room. I nostri telefoni cordless e cablati dispongono di un firmware estremamente versatile. Bastano pochi clic per dotarli di connettività Vpn e configurarli in modo da garantire anche da casa l’accesso a tutte le funzioni di telefonia e collaborazione a cui si è abituati in azienda. Infine, con il nostro servizio gratuito Sraps per la configurazione remota dei terminali non appena connessi alla rete, mettiamo a disposizione una soluzione unica, che consente ai partner di portare a compimento installazioni, anche corpose, senza sopralluoghi” spiega Lucini, che a livello di richiesta di prodotto sottolinea come nelle ultime due settimane di marzo sia stato registrato, in particolare, un boom di vendite degli headset Dect di Snom, noti soprattutto per l’ampia portata del segnale e la lunga durata della batteria. “Ovvio, e direi naturale, il calo dei volumi di terminali installati dal primo aprile. Tuttavia, i nostri partner sono stati particolarmente lungimiranti. Non si sono affatto fermati, ma hanno sfruttato questo periodo per formarsi, fornire assistenza, condurre attività di pianificazione e progettazione essenziali per riavviare rapidamente trattative interrotte e progetti posticipati” chiarisce il Channel Director. Già oggi si vedono gli importanti risultati di questa intensa attività, con numerose aziende che hanno segnalato di volersi dotare in tempi rapidi di una serie di strumenti in grado di metterle nella condizione di reagire velocemente a qualunque evenienza, avvalendosi anche in futuro dello smart working.
massimo lucini snomMassimo Lucini, Channel Director Italy di Snom
Le ultime iniziative a supporto dei partner
Da sempre attenta alle attività di formazione, da metà marzo a inizio maggio Snom ha organizzato ben 18 webinar, anche se non tutti specifici sul tema smart working. “I nostri partner sono evoluti e sanno esattamente come approntare infrastrutture telefoniche ‘smart-work-ready’. Nei corsi di approfondimento online abbiamo, quindi, preferito affrontare temi di natura più commerciale e argomenti tecnici molto verticali, come la sicurezza della telefonia, lo scambio di certificati, l’impostazione dei sopralluoghi per installazioni Dect multicella e l’utilizzo di Sraps” afferma Lucini. Tanti i partner che hanno approfittato di questi appuntamenti formativi per acquisire nuove competenze, così come delle promozioni lanciate da Snom per cavalcare nuove opportunità di business. Vista la necessità di gran parte degli utenti di avvalersi del proprio computer per telefonate e videoconferenze, il vendor ha infatti deciso di lanciare un bundle promozionale composto da cuffie cablate con attacco RJ9 nativo e un adattatore Usb per l’impiego con computer e laptop. Un bundle che non solo garantisce la massima qualità audio, ma che si rivelerà utile anche una volta rientrati in ufficio.

In tutte queste iniziative i distributori hanno avuto come sempre un ruolo attivo, confermando la strettissima collaborazione che li lega al vendor, una realtà da sempre impegnata a realizzare terminali, accessori e soluzioni di qualità, capaci di assicurare tutti i vantaggi delle moderne piattaforme per la telefonia VoIP e la collaboration, indipendentemente dalla postazione di lavoro del singolo utente. “Nell’ultimo anno abbiamo lanciato prodotti e funzionalità volte a garantire la massima mobilità degli utenti e, di conseguenza, capaci di abilitare lo smart working. Per il futuro intendiamo continuare a investire in questa direzione, promuovendo innovazione e flessibilità d’uso di tutte le nostre soluzioni” conclude Lucini.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ChannelCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

#mesedelcanale 2024

Speciale

V-Valley #SecurityRoad2024

Speciale

L'intelligenza artificiale come acceleratore strategico per i partner dell'ICT

Speciale

Computer Gross Security Channel Hub,
l'agorà della cybersecurity moderna e a valore

Speciale

Osservatorio NIS2

Calendario Tutto

Iscriviti alla nostra newsletter

Mantieniti aggiornato sul mondo del canale ICT

Iscriviti alla newsletter